Campionato Nazionale a squadre U14

Colle Val D’Elsa, 9/10 marzo 2019

Lorenzo, Ramon e Luca durante l'inno nazionale

Lorenzo, Ramon e Luca durante l’inno nazionale

Torniamo da questa importante gara nazionale con un bel carico di esperienza, e con la consapevolezza di avere nel nostro gruppo atleti che possono avere grandi margini di miglioramento. Guardando le classifiche sembrerebbe che le gare siano state modeste, invece la pedana ha dimostrato altro, soprattutto per quanto riguarda la gara nella nostra formazione “Ragazzi/Allievi” (2005/2006). Cominciamo col sottolineare nostri due atleti con il ranking migliore, ovvero Tommaso e Matteo, sono entrambi della categoria dei “Ragazzi”, quindi con la possibilità di tornare a gareggiare qui anche il prossimo anno, e che hanno dovuto affrontare i più forti della categoria superiore. Già il girone si presentava impegnativo, con da affrontare la seconda squadra di Bresso, solo sulla carta inferiore, e quella di Agliana che era tra le favorite della vigilia (e difatti è arrivata al 2° posto finale). Con i lombardi i nostri ragazzi hanno mostrato la loro voglia di vincere, trovando in Tommaso il loro trascinatore, ed alla fine il punteggio di 45-43 per noi avrebbe potuto essere più netto solo con qualche disattenzione di meno. Nel secondo match con Agliana abbiamo retto bene fino a metà, anzi dopo il primo incontro con Tommaso che batteva Martini eravamo pure in vantaggio. Poi la differenza sia di bravura che di età si è fatta sentire, ma abbiamo ceduto con l’onore delle armi. Nella diretta ci toccava un’altra delle favorite, cioè Jesi. Anche qui siamo riusciti grazia a Tommaso a partire in vantaggio, poi anche a rifarci sotto grazie ad una parziale rimonta di Matteo, finalmente rivisto sui suoi livelli, poi però non si riusciva a restare in partita, e con due assalti improduttivi si scavava il solco che non si poteva più ricucire. Il piazzamento finale al 30° non ci rende merito pienamente, con un pochino più di fortuna avremmo potuto trovare squadre più abbordabili, ma è stata anche una buona occasione per confrontarci con i migliori, ed imparare da loro.

Un affondo di Tommaso nell'ultimo assalto dell'incontro con Jesi

Un affondo di Tommaso nell’ultimo assalto dell’incontro con Jesi

Gara assolutamente dignitosa anche per i più piccoli Ramon, Lorenzo e Luca, impegnati nella competizione “Maschietti/Giovanissimi” (2006-2007). Qui le squadre più forti avevano quasi tutte solo “Giovanissimi”, oppure “Maschietti” tra i primi della classifica nazionale di categoria. Noi avevamo qualche velleità almeno di puntare ai 16, ma la giornata storta di Luca, un Lorenzo a corto di allenamento ed un volenteroso ma troppo pasticcione Ramon (2007) non ci hanno consentito di puntare a quelle posizione a cui si poteva ambire legittimamente. Il primo match del girone era vinto facilmente su Viareggio per 36-16, con la società di Brescia si partiva bene, ma un passaggio a vuoto prima di Ramon e poi di Lorenzo ci mettevano il morale sotto i tacchi. Luca faceva quello che poteva per rimettere in piedi la baracca, ma si vedeva che non era nella sua giornata migliore, giusta quindi la sconfitta. Nella prima diretta ci toccava la squadra di Salò, ultima delle qualificate dopo la prima fase. Assalto che doveva filare via liscio, e che invece abbiamo dovuto combattere fino all’ultimo assalto, dove un Luca nel suo momento migliore della giornata rimontava e ci portava al turno successivo. Qui affrontavamo il Club Scherma Roma, squadra senza punte di primo piano, ma anche priva di punti deboli. Ed in una competizione a squadre basata sulla staffetta è più che fondamentale. I laziali rapidamente prendevano il controllo dell’assalto, e già metà incontro il destino sembrava chiaramente dalla loro parte, ai nostri restava solo che rimanere il più possibile in scia ed evitare un punteggio troppo pesante. Una peccato, perchè sappiamo che i nostri piccoli possono fare di meglio, ma le gare sono queste e non sempre tutto fila secondo i piani. 

Ripartiamo da questo 24° posto, e già tra due settimane cercheremo di tornare protagonisti nella terza, ed ultima, prova interregionale del GPG………C’mooooooon Ramon!!

#RoadtoRiccione2019

Rapallo: Luca e Tommaso nei primi otto

Rapallo, 23/24 febbraio 2019

La premiazione dei più piccoli

La premiazione dei più piccoli

Anche quella in terra ligure è stata una ennesima trasferta riuscitissima per il nostro Circolo. I nostri ragazzi hanno oramai costruito un gruppo solido, destinato a durare nel tempo, ed è questo il vero successo che cerchiamo din costruire ogni giorno,m in ogni allenamento, in ogni goccia di sudore che ci mettiamo.

Sabato è stata la giornata più emozionante, con la prima trasferta del nostro gruppo di Prime Lame (2009) con Francesca, Luca, Stefano, Guido Maria, Vincenzo e Francesco, al quale era aggregato anche Giacomo, della categoria Esordienti (2010). I nostri hanno disputato due turni di girone, tirando una dozzina di assalti con i loro pari età della Liguria, della Lombardia e della Toscana. Indubbiamente una prima volta decisamente importante, che ha fatto crescere molto i nostri più piccoli. Confrontarsi con tanti bambini provenienti da tante scuole schermistiche ha dato modo di vedere, e prendere spunto per i prossimi allenamenti. Comunque i nostri non sono stati da meno dei loro avversari, e magari anche anche insegnato loro qualcosa, vincendo e perdendo sempre con grande impegno. I genitori in tribuna hanno fatto un tifo discreto, sostenendo i ragazzi senza stargli addosso, come purtroppo altri fanno pensando erroneamente di meglio supportare il figlio. na delle poche regole del nostro Circolo, dalle quali non si transige, è quella che i genitori devono stare negli spazi loro assegnati, sia per agevolare l’organizzazione che per consentire ai tecnici di fare al meglio il proprio lavoro, essendo loro le persone competenti in materia. E dobbiamo dire che i nostri genitori rispettano pienamente questa disposizione. Insomma ci siamo fatti notare…..per non esserci fatti notare.

Luca 7° nella gara Machietti/Giovanissimi

Luca 7° nella gara Machietti/Giovanissimi

Domenica è stata la volta delle gare agnistiche, con le categorie del Gran Premio Giovanissimi. La mattinata ha visto in pedana i grandi dei Ragazzi/Allievi (2005-2006). Visto il numero basso di presenti (purtroppo l’italico vizio di iscriversi e poi non presentarsi non ce lo toglieremo mai) si è deciso di fare due turni di girone. Meglio così in fondo, abbiamo tirato di più ed è stato un allenamento importante. Tommaso ha fatto un primo girone molto sotto tono, ma poi si è ripreso bene nella seconda tornata. Al contrario Gabriele, che come a Parigi nel secondo turno non ha saputo replicare il buon primo giro. Maluccio Marco, che dopo la buona prova di Torino forse si è caricato un po’ troppo di aspettative. Nel turno di diretta passava solo Tommaso, restavano fuori dagli otto sia Gabriele che Marco. Nel turno successivo Tommaso realizzava il miglior assalto di giornata, opposto la più grande e quotato gallaratese Calì. Un match tiratissimo, con continui sorpassi e controsorpassi, terminato solo all’ultima stoccata. Un vero peccato, perchè avrebbe non solo aperto le porte al podio per Tommaso, ma anche la possibilità di potere dire la sua fino in fondo. Resta comunque una buona prova complessiva, che andrà confermata poi nelle gare “ufficiali”.

Tommaso 8° nei Ragazzi/Allievi

Tommaso 8° nei Ragazzi/Allievi

Meglio ancora i nostri due piccoli nella gara Maschietti/Giovanissimi. Ramon, classe 2008, portava a casa un buon girone, dove incotrava avversari forti ma sapeva oppore una discreta scherma. La prima diretta coj il viareggino Coiai era vinta 10-9, confermando così lo stesso risultato di Torino. Nel turno dei 16 trovava un avversario troppo forte, e cedeva però con l’onore delle armi. Ramon ha fatto scherma, ha dato continuità alla sua prestazione di Torino, è questo era quanto gli si chiedeva nel percorso di crescita verso i campionati italiani di maggio. Buona anche la prova di Luca, che come sempre è il migliore del Circolo per impegno e costanza di risultati. La gara vedeva in lizza molti atleti nei primi posti della classifica nazionale, e Luca ha dimostrato di poterci stare dentro tranquillamente. Girone e prima diretta andavano via senza troppi problemi, nel turno dei 16 trovava il toscano Parchi, più piccolo ma molto ostico. Luca riusciva comunque a domarlo, anche se con qualche fatica in più del previsto. E proprio la fatica sarà il peggior avversario nel turno dopo, dove il pisano Barsotti riuscirà a sconfiggerlo 7-6 dopo una autentica battaglia terminata all’ultimo secondo nel minuto supplementare. Comunque buonissima la prova di Luca, il solo rammarico è stato quello di evere avuto due atleti così vicini al podio, e vederselo sfuggire solo per un punticino. Aumenta il nostro credito con la fortuna, che quest’anno non ci ha proprio assistito, chissà che non si riesca a riscuoterlo proprio nella gara più importante, perchè ce lo mertiamo veramente……………..C’mooooon Ramon!!!

#RoadtoRiccione2019

Lo straordinario avvio di anno del Circolo

Torino 10 febbraio 2019

La presentazione ufficiale al Circolo del campione austriaco Tobias Reichetzer

La presentazione ufficiale al Circolo del campione austriaco Tobias Reichetzer

Con la conclusione della gara di Coppa del Mondo di Torino, Grand Prix Inalpi, il nostro Circolo chiude un avvio di nuovo anno veramente straordinario. Dalla gara di Zevio del 12 gennaio al 10 febbraio sono stati giorni carichi di emozioni che hanno contribuito a cementare un gruppo già solido, e da adesso straodinariamente compatto.

In gara per questo fine settimana di scherma stellare c’è stato il nostro nuovo acquisto Tobias Reichetzer, atleta della nazionale austriaca tesserato dal nostro Circolo con l’obbiettivo di vincere la possima serie C nazionale. A sostenerlo durante la fase di qualificazione del sabato i nostri ragazzi, e peccato che per un soffio non sia riuscito ad essere presente anche alla fase finale della gara, quellan di domenica 10 febbraio, perchè sarebbe stato veramente un trionfo. Nonostante però l’assenza del nostro atleta di punta, i ragazzi accompagnati dai genitori sono comunque stati presenti per tutta la gara, fino

Alcuni dei nostri ragazzi con i tecnici alla fase di sabato del Grand Prix Inalpi

Alcuni dei nostri ragazzi con i tecnici alla fase di sabato del Grand Prix Inalpi

alle due finalissime, pronti a imparare i segreti del fioretto dai migliori interpreti mondiali.

Adesso una breve pausa, poi dal 23/24 febbraio a Rapallo saremo nuovamente in pedana con tutto il nostro settore U14: sabato esordio ufficiale per i nostri 2009 nella gara riservata alle Prime Lame, domenica gli agonisti delle categorie del Gran Premio Giovanissimi per il tradizionale trofeo Antico Castello, e come sempre………….C’mooooon Ramon!!!

#RoadtoRiccione2019  #SerieCNazionale  #CoppaItaliaCadettiGiovani2019  #RamonFonstU10

Comunicato stampa Grand Prix Inalpi 2019

Torino, 7 febbraio 2019

L’ATLETA DELLA NAZIONALE AUSTRIACA TOBIAS REICHETZER INGAGGIATO DAL CIRCOLO DELLA SCHERMA RAMON FONST IN VISTA DELL’INIZIO DEL CAMPIONATO ITALIANO DI SERIE C. SABATO 9 FEBBRAIO GAREGGERA’ NEL GRAND PRIX INALPI

Con l’arrivo del nuovo anno per il Circolo della Scherma Ramon Fonst di Torino comincia anche la lunga volata finale verso le gare più importanti della stagione. Tra queste sicuramente il campionato nazionale di serie C, in cui sarà impegnata la squadra di fioretto maschile. Proprio per questo appuntamento il Circolo ha ingaggiato l’atleta della nazionale austriaca Tobias Reichetzer, con il dichiarato obiettivo minimo della promozione ma con l’intenzione di partecipare per vincere. Fiorettista mancino di 24 anni, Reichetzer ha nel suo curriculum il titolo di campione europeo Under 23, conquistato sulle pedane bulgare di Plovdiv nel 2016. In carriera ha anche partecipato ai Campionati del Mondo con la Nazionale del suo paese ed è stabilmente presente alle gare della Coppa del Mondo. In questa stagione il suo migliore risultato è stato il podio nella prova di Bratislava. Sabato 9 febbraio sarà impegnato a Torino nel Gran Prix Inalpi. L’atleta sarà presentato ufficialmente ai soci del Circolo venerdì 8 febbraio alle 18 nella palestra di Strada Castello di Mirafiori 57/3. I colleghi giornalisti sono cordialmente invitati ad intervenire.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo info@ramonfonst-scherma.it, visitare il sito Internet www.ramonfonst-scherma.it oppure contattare il Presidente del Circolo della Scherma Ramon Fonst, Paolo Cuccu, al numero di cell 329.8450469

Marathon Fleuret Parigi 2019

Parigi 2-3 febbraio 2019

In attesa del controllo delle attrezzature

In attesa del controllo delle attrezzature

Grandissima esperienza internazionale per sette giovanissimi rappresentanti del nostro Circolo, che hanno preso parte alla gara parigina “Marathon Fleuret”, senza dubbio la più bella gara del mondo per le categorie del Gran Premio Giovanissimi e Cadetti.

All’edizione di quest’anno erano rappresentati tutti i continenti, con atleti provenienti dagli Stati Uniti, Giappone, Brasile, Cina, Hong Kong, Singapore, Egitto, Russia, tutta l’Europa, l’Australia e praticamente ogni paese dove questo sport viene praticato, per un totale di quasi mille ragazzi.

Già il venerdì, in cui non si gareggiava, è stata una giornata emozionante. L’arrivo a Parigi della nostra delegazione, con i ragazzi accompagnati dal Maestro Paolo e dall’istruttore Dennis, che per l’occasione ha arbitrato in rappresentanza del Circolo, e senza i genitori, rimasti a casa per una precisa volontà societaria: questa gara non doveva essere solo una competizione, ma una bella avvenura che facesse crescere i nostri piccoli atleti anche come persone. Posati i bagagli in albergo, subito siamo arrivati sul luogo di gara.  Ad accoglierci l’organzizazione, con gli uomini della security che ci indirizzavano nella nostra fila per espletare le operazioni di accredito. Terminate, tutti in fila ad aspettare il proprio turno per il controllo delle attrezzature, e per fare capire il volume di presenti c’è stato da aspettare oltre un’ora il nostro turno. Finito tutto, in totale ci sono volute circa due ore, abbiamo fatto un riscaldamento per prendere confidenza con il luogo di gara, e non arrivare il giorno dopo non troppo spaesati.

Una veduta del campo gara della sala principale

Una veduta del campo gara della sala principale

Al sabato si è cominciato a fare sul serio, con gli U14 Lorenzo M, Luca, Tommaso, Matteo, Filippo e Gabriele in gara già alle 7.30 del mattino. Primo girone con i nostri sparsi sui tre palazzetti dove aveva luogo la manifestazione (c’erano 100 pedane!!). Filippo perdeva tutti gli assalti, ma era certamente il più emozionato di tutti, una sola vittoria per Matteo. Meglio facevano Tommaso e Lorenzo con due vittorie, Luca con tre. Più bravo di tutti alla prima tornata Gabriele che vinceva quattro dei suoi cinque assalti. Secondo giro decisivo, perchè erano previste le eliminazioni di peggio classificati. Qui perdevamo Filippo, che nuovamente perdeva tutti gli incontri, e inaspettatamente anche Matteo, che preggiorava il primo girone. Passavano il primo taglio Lorenzo, Tommaso, Gabriele e Luca. I primi tre entravano in un tabellone di spareggi per accedere alla gara di domenica, mentre Luca con tre vittorie si qualificava direttamente. nella prima diretta perdevamo anche Tommaso, un vero peccato perchè il tedesco con cui si è misurato sembrava ampiamente alla sua portata, e Lorenzo. Nell’ultimo assalto cadeva anche Gabriele, e così per la seconda fase del giorno dopo restava solo Luca.

Tutti a fare il tifo per Lorenzo

Tutti a fare il tifo per Lorenzo

L’unico nostro cadetto in gara è stato Lorenzo Andruetto, che ha cominciato le ostilità alle 14, con un regolamento ancora più selettivo rispetto ai piccoli, perchè anche solo per accedere al secondo turno di girone occorreva qualificarsi. Il nostro riusciva in questo obiettivo, vincendo due assalti del primo turno. Purtroppo nel secondo giro incappava in un girone difficile, dove sarebbero stati necessari mezzi più elevati per riuscire a proseguire la gara. Basti dire che nel primo assalto ha trovato lo statunitense Song che è poi arrivato sul podio. Comunque una esperienza importante, che servirà sicuramente nel tempo, visto che Lorenzo ha solo 14 anni ed è al primo anno nella categoria.

Domenica all’alba tutti in pedi per sostenere Luca, l’ultimo superstite del Circolo ancora in gara. Il girone andava tra alti e bassi, la tensione saliva e Luca con i suoi 11 anni deve ancora crescere ed imparare a gestirla. Comunque con due vittorie ed altrettante sconfitte passava agevolmente anche questo turno, accedendo al tabello di eliminazione diretta. Qui però era fatale l’incontro con un ragazzino inglese, che lo sconfiggeva 7-9, estromettendolo dalla competizione. Peccato perchè entrando nel tabellone da 64 cominciavano i ripescaggi, e avremmo avuto una seconda chance di proseguire. Comunque buona prova per tutti i ragazzi, che si sono battuti bene in una gara difficile e soprattutto emotivamente molto provante, il prossimo anno torneremo più convinti e certamente sapremo ottenere anche risultati più gratificanti dal punto di vista numerico.

Alla Torre Eiffel

Alla Torre Eiffel

Terminate le gare tutti assieme ci siamo concessi un lungo tour per la capitale francese, con le classiche foto davanti al Louvre, all’Arco di Trionfo, alla Torre Eiffel, poi un veloce visita al Museo dell’Armee dove si trova la tomba di Napoleone. Una esperienza per i ragazzi che difficilmente dimenticheranno, e siamo certi sarà un grande stimolo per tutti: per chi c’era a meritarsi di tornare, per chi è rimasto a casa per meritarsi un posto tra i nostri magnifici sette…..C’moooooon Ramon!!!

 

#RoadtoMarathonFleuret2020   #RoadtoRiccione2019   #CoppaItaliaCadettiGiovani2019   #SerieCnazionale2019