2° prova Nazionale Kinder+Sport – ASSISI

Assisi, 24-25 marzo 2018

Luca e Lorenzo con la campionessa Valentina Vezzali

Luca e Lorenzo con la campionessa Valentina Vezzali

Bella trasferta quella di Assisi. Il tempo clemente, non faceva caldissimo ma il tempo era sereno, ci ha permesso di godere appieno delle bellezze di questa cittadina umbra, così carica di storia non solo religiosa. Già al venerdì abbiamo pacificamente invaso il centro storico, visitando le principali chiese e musei nella quantità che il tempo ha permesso.

Le gare cominciavano sabato, con in pedana subito i nostri due “Giovanissimi” (2006) Matteo e Tommaso. Entrambi erano molto ansiosi di gareggiare, per loro sono ancora le prime gare importanti della carriera, e la cosa non ha giovato alla loro prestazione. Matteo è riuscito a battere la testa di serie del girone e n.8 d’Italia Bonardi, vendicando la sconfitta patita dallo stesso alla precedente prova di Asti, ma incappava in due sconfitte che lo mettevano dietro nella classifica dopo i gironi. Maluccio Tommaso, anche questa volta come a Rapallo eccessivamente nervoso, che finiva per perdere tutti gli assalti. Condannato dalla classifica a disputare il primo assalto per accedere al tabellone da 128 riusciva a passarlo a spese del milanese Demodena col punteggio di 10-5. Stesso punteggio che però gli veniva inflitto dal veneto Zanon che lo estrometteva dalla gara. Matteo accedeva già al tabellone da 128 dove ingaggiava un apro duello con il livornese Biondi. Botta dopo botta i due restavano sempre appaiati, e solo il punto nel minuto supplementare rompeva l’equilibrio a favore del nostro. Nell’assalto dopo Matteo pagava però lo sforzo e la tensione accumulati fino a quel momento, cendendo senza troppa lotta al pisano Tenze. La classifica finale vedeva Matteo al 48° posto e Tommaso al 127° su 164 partencipanti.

All’ora di pranzo salivano in pedana i più piccoli della categoria “Maschietti” (2007), per noi Luca e Lorenzo M. Anche per loro si è vista subito molta tensione per la gara, ed insolitamente Luca non brillava molto nel girone, dove per altro era testa di serie, raccimolando 3 vittorie e 2 sconfitte. Sulla stessa tonalità anche Lorenzo M. che chiudeva con 4 vittorie e 2 sconfitte. Primo assalto di diretta fatale per il nostro Lorenzo M., che usciva sconfitto dal bergamasco Villa per 7-10, pur lottando fino all’ultimo punto. Luca passava bene con il ligure Tabone per dare vita ad una entusiasmante battaglia con l’anconetano Chiarini, uno dei più forti della sua categoria. Assalto al cardiopalma risolto per un solo punto a favore del marchigiano: 7-8, con gli ultimi 30 secondi veramente sfortunati per il nostro Luca che non riusciva a mettere a segno la botta del pareggio. Concludevano la gara rispettivamente Luca al 57° e Lorenzo M. al 71° posto su 165 partecipanti.

Marco e Matteo con il maestro Paolo

Marco e Matteo con il maestro Paolo

Dopo la bella cena conviviale del sabato, dove il nostro Circolo ha letteralmente occupato tutto il salone ristorante, messo l’orologio avanti di un’ora è arrivata la giornata di domenica per i nostri atleti più grandi. Primi in pedana nella gara “Ragazzi” (2005) Gabriele e Marco, quest’ultimo al suo esordio in una gara così importante. I nostri hanno lottato come sempre, ma ancora non riescono a tradurre il lavoro in risultati concreti. Gabriele soprattutto, avendo perso per tre incontri nel girone per un solo punto, di cui due nell’extra-time. Concludevano la gara Gabriele 111° e Marco 135° su 143 partecipanti.

Bei miglioramenti quelli messi in pedana da Lorenzo A, nell’ultima gara che vedeva nostri atleti impegnati, la categoria “Allievi” (2004). Girone chiuso con 4 vittorie e 2 sconfitte. Prima diretta contro il romano Maddalena. Assalto condotto da Lorenzo sempre in vantaggio di 4-5 punti, e chiuso con un bel rush finale con il punteggio di 15-10. Nell’assalto successivo toccava al frascatano Iacuitto. Prima parte del match equilibrata, poi sembrava che il laziale dovesse arrivare ad una facile vittoria, con il punteggio che volava sul 8-14. Qui Lorenzo A. cambiava marcia, e soprattutto testa, rimotando punto su punto ad un esterefatto avversario. La prima frazione si chiudeva 13-14. Dopo il minuto di pausa, e il giusto consiglio del Maestro, arrivava subito anche la botta del pareggio. Sembrava oramai vicinissima l’impresa clamorosa, quando ancora un’altra volta la sfortuna decideva di metterci il suo timbro, questo era una parata e risposta inefficace di Renzo che rendeva possibile la rimessa di Iacuitti, e la botta della vittoria. Peccato perchè alla fine della gara il 46° posto ci sta decisamente stretto.

Abbiamo quindi un qualche credito con la fortuna, che ci ha stoppato in modo riccambolesco almeno due gare che potevano essere di ben altro spessore, si lavorerà per i prossimi impegni agonistici, sperando di riuscire a incassare questo credito al campionato italiano U14 a Riccione.

#roadtoRiccione2018

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>