Monza : Luca vince il 13° Trofeo d’Autunno

Monza 6 e 7 ottobre 2018

il maestro Paolo con Ramon e Luca dopo la premiazione di sabato. al centro la sorellina di Ramon, mascotte del Circolo per l'occasione

il maestro Paolo con Ramon e Luca dopo la premiazione di sabato. al centro la sorellina di Ramon, mascotte del Circolo per l’occasione

Passano solo sette giorni, e il Circolo è nuovamente in pedana per il 13° trofeo d’Autunno, organizzato dalla Brianzascherma a pochi passi dallo splendido parco di Monza. Gara non in programma ad inizio anno, ma subentrata in settimana a quella prevista ad Asti, ma annullata, e che quindi a causa del cambiamento di date e sedi ha visto in pedana meno atleti del previsto. Abbiamo però colto l’occasione per conoscere due fiorettisti del club di Borgosesia, con il quale da quest’anno collaboreremo e che tireranno in gara per il nostro Circolo.

Sabato abbiamo avuto in gara Luca e l’esordiente assoluto Ramon. Il primo, oramai quasi un veterano delle competizioni nonostante sia solo del 2007, ha affrontato la gara con il suo solito piglio da guerriero della pedana. Dopo un girone di tutte vittorie, Luca superava senza tirare la prima tornata di dirette, in virtù del 2° posto dopo i gironi, ed affrontava il primo avversario direttamente nel turno dei 16. Qui batteva 10-0 il monzese Sala, e nel turno dopo dava lo stesso distacco all’altro brianzolo Mignanego (n.6 dopo i gironi). In semifinale aveva vita più dura con il bresciano Turelli, che superava comunque per 10-7. in finale Luca trovava l’atleta di casa Villa, con il quale ha aveva uno score di due sconfitte ed una vittoria nella scorsa stagione. Ma la vittoria ci fu nell’ultimo incontro, e memore di quella Luca partiva fortissimo chiudendo di fatto la finale giù dopo la prima manche conclusa in vantaggio 9-3. L’ultima botta arriva nella seconda frazione, con una bella azione di parata e risposta. A Luca non solo va la gara, ma la prima vittoria della stagione per il Circolo e la prima in carriera per lui. Nella stesa gara Ramon era all’esordio assoluto, affrontato però con il giusto piglio, nonostante sia un 2008. Girone combattuto in tutti i match, con due sconfitte per un punto e una vittoria. Peccato per l’assalto di eliminazione diretta, dove per battere il mozese Iurcotta è mancato un solo punto, ma soprattutto una maggiore esperienza in gara che potrà venire solo con il tempo.

Domenica toccava ai più grandi del 2005 e 2006. Gabriele confermava l’ottima prestazione della domenica precedente a Carnago. Buon girone chiuso con quattro vittorie e primo turno di diretta saltato. Nel secondo giro, tabellone da 32, affrontava il ligure Smerieri, atleta già in evidenza nella categoria inferiore alla sua. Assalto combattuto, ma condotto sempre in vantaggio dal nostro fiorettista. Il punteggio di 15-11 finale consentiva a Gabriele di battere il suo avversario e accedere al tabellone da 16. Qui incontrava il bergamasco Redondi. Un assalto veramente combattuto punto su punto, chiuso solo all’ultima botta. Il rammarico non è tanto per il risultato, ma per il piccolo infortunio alla mano armata che ha limitato i movimenti di Gabriele proprio sul finale dell’incontro. Ottimi lo stesso i suoi enormi miglioramenti in questo intenso avvio di stagione, da essere un po’ il brutto anatroccolo e passato decisamente a atleta di riferimento per la sua categoria nel nostro gruppo. Tommaso e Matteo hanno invece patito molto il salto di categoria, e anche questa domenica hanno faticato non poco a prendere le misure agli avversari. Tommaso alla fine confermava la gara di Carnago, riuscendo ad entrare di nuovo almeno nel tabellone da 32, battendo il milanese Cacciola 15-1, ma poi nell’assalto successivo si perdeva con il ben più impegnativo bustocco Rizzi. Per Matteo invece Monza è stato un piccolo passo indietro, non riuscendo nemmeno a superare la prima diretta e fermandosi al 33° posto. Per entrambi ci sarà però tempo per migliorare. Quando si cambia categoria i primi tempi sono sempre difficili, ma poi presa confidenza, nel corso della stagione si riesce sempre a rientrare sui propri livelli. Pazienza che dovrà avere anche il nostro stoico Filippo, rientrato dopo 7 mesi di fermo totale dovuti ad un brutto infortunio (occorso però facendo sci e non scherma!!!). Filippo nella prima parte della stagione dovrà lavorare molto sui fondamentali, sia tecnici che tattici, per tornare a tirare come prima dello stop. Nella stessa gara anche il “nostro” valsesiano Paolo Gagliardini, classe 2005, si è piazzato al 36° posto, ma siamo sicuri che con il progredire della collaborazione saprà scalare le classifiche. Tra gli assoluti ha gareggiato il suo concittadino Michele Rege, che ha portato a casa due vittorie nel girone ed il 28° posto finale. Un plauso anche per lui, sono due ragazzi entusiasti del fioretto, e questo ci ha fatto molto piacere, sicuramente vedremo di coivolgerli anche nelle nostre prossime gare a squadre.

#RoadtoRiccione2019 #CoppaItaliaCadettiGiovani2019 #SerieCNazionalefioretto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>