La Spezia: 1° prova Nazionale GPG KINDER Joy of Moving

La Spezia 14/15 dicembre 2019

Vincenzo nella sua diretta del tabello da 32

Vincenzo nella sua diretta del tabellone da 32

Ultima occasione dell’anno per fare punti nel ranking nazionale, anche se non sarà l’ultima competizione del 2019. A La Spezia ha esordito anche il fioretto nel circuito Kinder Joy of Moving, le due gare nazionali di qualificazione per il Gran Premio Giovanissimi. Il Circolo ha avuto in pedana 10 atleti, e di questi 9 hanno staccato il pass per i campionati italianid di categoria.

Complessivamente la prova è stata di non facile interpretazione tecnica, con buone prestazione ed altre un po’ sotto le aspettive. Il migliore tra tutti è stato Luca, che nella categoria “Ragazzi” si è fermato solo alle porte della finale a 8, sconfitto dal pisano Conticini, che poi vincerà la gara. Luca è partito bene vincendo tutti gli assalti del girone, rompendo uno dei suoi tabù, passava agevolmente anche i primi due assalti della diretta, solo nei 32 trovava da combattere con lo jesino Durruthy, sul quale comunque aveva ragione per 15-10. Nella semifinale trovava ancora una volta Conticini, quasi una maledizione che lo segue dalla categoria Maschietti. Luca si giocava la partita fino al punteggio 8 pari, poi però la differenza che ancora c’è tra i due emergeva, e per Luca ancora una volta la gara si fermava prima di raggiungere i primi 8. La strada è quella giusta, ora seriverebbe anche un pizzico di fortuna in più negli accoppiamenti del tabellone, per riuscire ad avere una avversario più abbortabile.

Bravo anche Vincenzo nella categoria Maschietti, i più piccoli del circuito, che alla sua priva prova nazionale si piazzava al 29° posto. Buono il suo girone, come nelle prime gare, dove perdeva una sola partita. Le prime due dirette le vinceva con l’identico punteggio di 10-3, nel tabellone da 32 mancava quel pizzico di esperienza nel gestire alcune situazioni dell’assalto, e che il suo avversario Alberghina ha trovato la soluzione per portarsele dalla sua parte. Il punteggio di 7-10 fa però capire che Vincenzo è rimasto in assalto, e questo può essere un buon punto di partenza per lanciarsi verso i campionati nazionali con qualche ambizione.

Nei 64 terminavano la gara Matteo negli Allievi e Leonardo tra i Ragazzi. Matteo lo scorso anno fu bersagliato dagli infortuni, e dovette saltare entrambe le prove nazionali. Il girone è stato normale con 3 vittorie e altrettante sconfitte, poi vince la prima diretta sul filo di lana sul livornese Rossi, per poi cedere senza appello la bresciano De Cristofaro. Leonardo vinceva 2 assalti nel girone, e per la prima volta vinceva anche una diretta in una gara di questa importanza, anche lui 15-14 sul moglianese Ferraro, cedeva poi al rapallino Polenghi 15-7, stesso avversario e stesso punteggio della gara di Carnago. Due piazzamenti simili, ma opposti. Matteo deve ancora crescere dal punto di vista della gestione emotiva della gara, troppo spesso negli assalti è vittima più di se stesso che dell’avversario, Leonardo deve trovare maggiore continuità di impegno negli allenamenti, e la speranza è questo risultato possa fargli venire voglia di faticare e soffrire di più.

Tutti fuori alla prima diretta gli altri nostri atleti in gara: Tommaso tra gli Allievi cedeva 11-15 al pesarese Sora, dopo un girone interlocutorio con 3 vinte e 3 perse. Un passo indietro rispetto allo scorso anno dove, nella stessa gara, entrò nei 32. Alti e bassi normali a questa età di passaggio, si dovrà lavorare per il resto della stagione per trovare nuovamente le sensazioni dello scorso anno. Francesco e Guido Maria tra i Maschietti devono crescere molto sia dal punto di vista motorio, spesso sono ancora impacciati nei movimenti di base, che nella gestione degli assalti. Sono i più piccoli se avranno la voglia, avranno anche il tempo per migliorare. Stesso discorso anche per Ramon e Giancarlo, che tra i Giovanissimi non hanno saputo passare la loro prima diretta. Come i loro due colleghi più piccoli dovranno lavorare sul loro modo di gestire i processi decisionali in pedana, imparare ad avere maggiore fiducia nelle loro azioni, e portare i colpi con maggiore determinazione. Fuori subito anche Lorenzo, da anni afflitto dalla mancanza di continuità nell’allenamento, nonostante una enorme determinazione e voglia di vincere. Purtroppo per Lorenzo non sempre la volontà può sopperire alla carenza, ed una maggiore continuità nel lavoro potrebbe anche dargli delle belle soddisfazioni.

La prossima settimana si chiuderà il 2019 agonistico ad Asti, con i grandi Lorenzo, Gabriele, Filippo e Marco impegnati nei campionati regionali assoluti, mentre Ramon, Guido Maria e Vincenzo formeranno la nostra squadra Maschietti/Giovanissimi per giocarsi il titolo regionale della categoria. Poi ci sarà spazio ai primo due moduli del WORKSHOP di fioretto, sui quali lavoreremo in modo specifico sulle carenze motorie e tattiche abbiamo riscontrato in questa prima parte della stagione, e lo faremo assieme a due campioni: Martina SINIGALIA nel primo modulo, e Piero FRANCO nel secondo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>