Campionati Europei Master

Chiavari 24-28 maggio 2017

Mau_Lara_chiavari_EC17

Nel più puro spirito che anima questa categoria di agonisti-amatori, la partecipazione è aperta a tutti i tesserati delle federazioni europee. L’unico requisito richiesto è avere 40 anni, compiuti i quali si può liberamente decidere di rappresentare il proprio paese in questa competizione. E sono stati ben 350 gli italiani che nelle varie categorie si sono cimentati, portando a casa  titoli, piazzamenti, vittorie o anche solo la grandissima emozione per una volta in carriera di avere vestito l’azzurro.

In mezzo a qualche vecchia gloria, come per esempio il francese Laurent Bel, già campione del Mondo assoluto che giustamente ha vinto il titolo nella categoria II di fioretto (50-59 anni) o l’italiano Gabriele Magni, bronzo olimpico a Sidney 2000 qui argento continentale nella gara di spada categoria I (40-49 anni), c’erano anche un sacco di principianti e amatori, che male non hanno fatto e spesso hanno anche ottenuto importanti piazzamenti.

I nostri due portacolori sono stati Maurizio, nel fioretto categoria II, e Lara nella categoria I, fuori per infortunio prima la nostra Pamela e poi il nostro Maestro Paolo, che si è fatto male ad Ariccia e non è riuscito a riprendersi per la parte finale della stagione (salterà anche i campionati italiani Master a Longarone, peccato).

Maurizio in gara nella giornata di esordio di giovedì 24 maggio,  ha ottenuto 2 vittorie nel girone una contro l’italiano Santarelli e l’altra contro il turco Yaylioglu. Nell’eliminazione diretta cedeva poi al britannico Williams, chiudendo la gara con un onorevole 75° posto.

Sabato toccava a Lara, che è la nostra master più giovane come militanza, avendo iniziato la scherma solo la scorsa stagione. Ma questa poca esperienza non la intimorisce affatto, tanto che quest’anno ha preso parte a diverse gare del circuito nazionale, e non poteva certo mancare a quella più importante dell’anno! Girone senza vittorie, ma una “quasi” con la russa Volovodenko. Nella diretta perdeva dalla tedesca Kroggel 10-5 e terminava la gara al 36° posto.

A tutti e due i nostri baldi protagonisti il nostro più sincero “BRAVISSIMI”, per avere combattuto in questa prestigiosa arena con valore e passione, portando in Europa i valori della nostra piccola realtà.

Adesso i Master concluderanno la loro stagione con il campionato italiano, in programma dal 2 al 5 giugno a Longarone. Questa gara vedrà in scena anche la categoria inferiore come età, cioè la 0 composta da atleti dai 24 ai 39 anni, questo perchè a qualsiasi età è possibile iniziare la scherma, e trovare anche un circuito agonistico di pari età che possa stimolare anche la voglia di allenarsi con impegno e passione.

Master in evidenza nella prova nazionale di Busto

Busto Arsizio, 19 febbraio 2017

20170219_185719

Un momento della finale tra Nicoli e il nostro Maestro Paolo

In questo fine settimana così intenso per il nostro Circolo, tornano in pedana anche i nostri atleti “Over”, nelle varie categorie del Gran Prix Nazionale Master. Prima a scendere nell’agone agonistico della sede della storica società della Pro Patria, che tradizionalmente ospita la gara, è stata Lara, nella categoria I di fioretto. Sono state 16 le partecipanti, con un livello sicuramente alto. Per capire chi frequenta queste gare basti dire che la vincitrice Maki Isomoto nella sua carriera di nazionale giapponese può vantare una vittoria in coppa del Mondo assoluta. Lara si difendeva bene, per essere il suo primo anno di competizioni ed il secondo di scherma, riuscendo a portare a casa 1 vittoria e molti punti. La forte milanese Buongiardino metteva fine alla sua gara, piazzandola al 14° posto finale.

A seguire il nostro veterano, che oramai da anni frequenta le gare del circuito Master, ovvero Maurizio, questa volta nella categoria II. Girone da 7 con metà avversari sicuramente quotati e difficili ma l’altra metà alla portata. Con Vannucci, Sirena e Boccacci c’è stato poco da fare, ma parliamo di quelli che alla fine della gara sono arrivati 3°. 3° e 6°. si vinceva con Baldon ma poi la sfortuna metteva nel carniere due sconfitte arrivate veramente all’ultimo secondo. Un vero peccato, sarebbe bastata una vittoria in più per avere una diretta certamente migliore. Il destino invece rimetteva Maurizio di fronte la troppo bravo trevigiano Sirena. Tutto fu perso fuorchè l’onore, è il 10-5 finale ne è stata la testimonianza.

Ultimi a concorrere, quando oramai si era nel pomeriggio tardo, i più giovani (si fa per dire!!) della categoria I assieme con i ragazzotti della zero, ovvero quelli over23. Andrea era inserito nella gara dei più giovani del circuito, è considerando che anche lui è ancora alle prime armi, si è difeso con carattere e voglia di fare. Poco importa poi il risultato, ma nella sua gara ci sono tanti che ancora competono pienamente, allenandosi e disputando gare di ben altro spessore. Andrea è un appassionato amatore, che fa scherma con allegria e voglia di imparare, e siamo sicuri che in futuro con maggiore esperienza saprà anche dare maggiore filo da torcere a questi atleti.

E siamo arrivati anche alla gara più attesa, almeno per noi, quella del Maestro Paolo!! Ebbene si, questa volta si è schierato anche lui a fianco ai nostri ragazzi, per infondere coraggio a tutti. Girone difficilotto, come tradizione per il nostro Circolo, per cui fino a qui nulla di strano. Ma alla fine ne veniva fuori piazzandosi al n.7 del tabellone delle dirette. Saltata la prima, e visto il poco allenamento è stata una fortuna, nella seconda si finiva botta su botta con il dolomitico (e piuttosto granitico) Nani, battuto solo all’ultima stoccata. Più agevole il turno successivo con il genovese Barone, già battuto nel girone, che scivolava via per 10-4. Semifinale con il milanese Albano, bel match, anche questo chiuso all’ultima stoccata con solita rimonta finale. La semifinale era anche però la fine della benzina per il nostro Maestro, che con il poco allenamento e qualche acciacco non riusciva a dare battaglia come voleva, cedendo il titolo al toscano Nicoli. Ma terminato l’incontro ha subito dichiarato “Oggi sono arrivato 2°, ma adesso mi aggiusto il gomito e ad Ariccia ci riprovo”. E allora sotto ragazzi, dobbiamo assolutamente fargli vedere che anche noi non siamo da meno del Maestro, e portiamoci a casa tanti podi!!!

La gallery con le foto della gara di Busto

Lonato del Garda: si apre il circuito Master 2016/17

Lonato del Garda (BS), 2 ottobre 2016

14502737_1147432905349237_4766012450067296376_nÈ stata Lonato del Garda (BS) la sede che ha ospitato la Prima prova master della stagione. Il circolo della Scherma Ramon Fonst ha schierato 4 atleti in pedana, Lara Cantele (al suo esordio) nella Categoria 1 di fioretto femminile, Federico Dattesi e Andrea Bordone (anch’essi all’esordio) nella categoria 0 di Fioretto Maschile ed il veterano della società Maurizio Denunzio nella categoria 2 di fioretto maschile. Gara dal sapore decisamente internazionale quella del fioretto femminile categoria 0, con in pedana atlete originarie di Giappone, Romania e Russia, nella quale Lara Cantele è giunta 11° nella gara ( poi vinta da Maki Isomoto della Pentamodena), nella quale Lara è uscita sconfitta nell’assalto per l’ingresso ai quarti di finale per mano della fiorettista mestrina Michela Freddi. Andrea Bordone è giunto 16 dopo avere superato il turno dei 32 (ai danni di Gianluca Vecchio Club Scherma Leonessa) ed essere stato sconfitto da Filippo Cesaro (poi giunto secondo nella gara vinta dal compagno di sala Francesco Cosenza di Treviso) nel turno successivo. Stop nei 32 per Federico Dattesi, giunto 19° , Sconfitto dal mancino delle lame Giallo Blu, Mauro Gava. 29ma piazza per il veterano della Ramon Fonst, Mauruzio Denunzio, sconfitto nel tabellone dei 32 da Marco Bosio (Schermabrescia), poi giunto secondo nella gara , sconfitto in finale dall’elvetico Dousse

La 5a prova Master a Busto Arsizio

Busto Arsizio, 13 marzo 2016

Pamela e Maurizio alla gara di Busto

Pamela e Maurizio alla gara di Busto

Sono stati due i nostri Master a rappresentare il Circolo sulle pedane bustocche, tappa oramai classica del circuito Master nazionale.

Nella categoria I del fioretto femminile esordio stagionale per Pamela, in una gara tutt’altro che semplice viste le presenze di alto livello. A vincere sarà l’ex-nazionale nipponica Isomoto, per altro atleta molto competitiva anche a livello assoluto, alle sue spalle due russe. La nostra si difendeva come poteva nel girone, uscendo però con tutte sconfitte. Nell’eliminazione trovava la russa Mamedova, che metteva fine alla sua gara nel tabellone principale.

Restava però la gara di “consolazione”, dove con avversarie decisamente più normali, cioè con atlete Master nel senso più amatoriale del termine, riusciva ad arrivare fino alla finalissima, persa poi per una sola stoccata!

La premiazione di Pamela per il suo 2° posto nella gara di consolazione.

La premiazione di Pamela per il suo 2° posto nella gara di consolazione.

A seguire alle gare femminili sono saliti in pedana i maschi. Nella categoria II il nostro grande Maurizio, che quest’anno non ha saltato una gara portando i colori del Circolo da nord a sud dello stivale.

Girone altalenante dove Maurizio si faceva scappare un paio di assalti alla sua portata, per poi però riuscire a battere il ben più quotato jesino Rotella. Chiudeva così la prima fase con 2 vittorie all’attivo.

Anche per Maurizio fatale la prima diretta, dove nel derby piemontese con il cuneese Fornaseri usciva sconfitto per 8-10. Aspra battaglia che ha dato comunque onore al nostro portacolori, che chiudeva la gara con il 20° posto.

Prossimo appuntamento per il circuito Master a metà aprile in quel di Chiavari, per l’ultima prova del circuito prima dei campionati italiani di Riccione a fine maggio.

Campionati Regionali GPG 2016, Cuneo

Cuneo, 31 gennaio 2016

da sx Giulio, Simone, Alberto, Giosuè

da sx Giulio, Simone, Alberto, Giosuè

Un argento, due quinti posti, un sesto e un settimo posto e due atleti nel tabellone dei 16 è il pingue bottino con il quale tornano gli alfieri del Circolo Ramon Fonst dal campionato regionale giovanissimi svoltosi domenica 31 gennaio al Pala Brebanca di Cuneo.

Nelle gara per “Allievi/Ragazzi” (2002-2003) a salire sul secondo gradino del podio è stato il nostro “veterano”, per anzianità schermistica, Alberto sconfitto in finale da Alessandro Cavallari (della Maschera di Ferro di Pinerolo) alla quale Alberto era giunto con un percorso netto di tutte vittorie. Nella medesima categoria centrano la finale ad 8 anche i nostri Simone, Giosuè e Giulio, tutti autori di una ottima prova. Per Alberto il percorso è stato veramente netto con un girone fatto di tutte vittorie e due facili vittorie per accedere alla finalissima rispettivamente con l’astigiano Vola e il pinerolese Martino. Sfortunato Simone che nell’assalto decisivo per accedere alle semifinali, che sarebbe valso per lui il titolo regionale per categoria “Ragazzi”, dopo avere a lungo condotto l’assalto veniva sconfitto 14-15 da Martino. Buone gare anche per Giulio, categoria Ragazzi anche lui, e Giosuè, che accedevano al tabellone dei quarti di finale per la prima volta in carriera.

Lorenzo premiato per il suo 5° posto tra i Giovanissimi

Lorenzo premiato per il suo 5° posto tra i Giovanissimi

Nella categoria “Giovanissimi” (2004) bel 5° posto per il nostro Lorenzo, bravo a superare il cuneese Artusio per l’ingresso nei quarti di finale, ed autore di un buon girone dove perdeva solo dal torinese Borney vincitore della gara. Veniva poi sconfitto dal bravo Beltrando (Cuneo) nell’assalto valido per la semifinale, ma per lui resta questa buonissima prestazione.

Meno fortunati nella categoria “Maschietti” (2005) Mirko Gabriele, che  sfiorano l’accesso al tabellone dei quarti di finale. Gabriele usciva dal girone della prima fase con due vittorie, mentre Mirko riusciva a superare un solo avversario. Per loro la primissima esperienza in un campionato regionale si chiudeva rispettivamente con il 12° e 10° posto, ma tanta voglia di migliorarsi già dalla prossima gara di Rapallo.

Per tutti i complimenti da parte dello staff magistrale, si sono battuti in pedana con lealtà ed onore valori che contraddistinguono il nostro percorso didattico, ed hanno palesato miglioramenti tecnici frutto del buon lavoro che stanno svolgendo in allenamento.

Nella pagina della Photogallery tante altre foto della nostra gara!!