Ripartono le gare ufficiali, subito un argento con Tommaso negli U20

Torino 10/11 aprile 2021

Il podio del fioretto maschile U20 con il nostro Tommaso al 2° posto

Il podio del fioretto maschile U20 con il nostro Tommaso al 2° posto

Ripartono ufficialmente le competizioni del calendario federale, con il primo fine settimana torinese dedicato alle prove di qualificazione alle 6 armi per “Giovani” e “Assoluti”. Il Circolo è stato presente con complessivamente con 6 atleti: 5 nel fioretto maschile U20 e Assoluti, e una rappresentante nel fioretto femminile Assoluto.

Le gare del sabato sono state certamente le migliori per i nostri portacolori, sia dal punto di vista del risultato che da quello nella scherma messa in mostra in pedana. Nella prova “Giovani” il miglior piazzamento è stato quello di Tommaso, che al pari di Matteo, si è ritrovato catapultato nella categoria dei più grandi direttamente da quella “Ragazzi” del GPG, visto che la scorsa stagione è stata interrotta dalla pandemia agli inizia del 2020. Il nostro afliere è stato capace di arrivare fino alla finalissima, dopo avere vinto il derby con Gabriele nei quarti di finale, ed in semifinale con il cuneese Pellegrino, dopo una bella rimonta dallo 0-5 iniziale. Purtroppo nell’ultimo atto della gara si è ritrovato ad affrontare il torinese Cavallari, un avversario decisamente più esperto, e determinato a fare valere tutta la sua conoscenza del regolamento, rompendo il ritmo all’assalto e mettendo in difficoltà psicologica il nostro, che pure nelle fasi iniziale dell’assalto aveva dimostrato di potersela giocare alla pari (per altro Tommaso aveva già sconfitto il suo avversario nella fase a gironi della gara). Un peccato doppio, visto che la vittoria avrebbe valso anche l’unico pass disponibile di categoria per il campionato italiano. Fuori nei quarti di finale Matteo, eliminato anche lui da Cavallari, Lorenzo, campione usciente della categoria, confitto da Pellegrino, e come detto Gabriele che ha lasciato il passo al compagno di squadra. I nostri si sono classificati rispettivamente al quinto, sesto e settimo posto. Più indietro FIlippo, autore di una prestazione gagliarda, ma penalizzato ad un risultato poco soddisfacente.

Sempre nella giornata di sabato, in pedana nella gara di fioretto femminile Assoluti abbiamo visto all’opera la nostra Master Lavinia. Prestazione sicuramente apprezabile, considerando anche la notevole differenza di età ( e allenamento) che c’era tra lei e le avversarie che ha dovuto affontare. Il sesto posto finale la ripaga in parte di questa stagione dove non ha potuto competere nella sua categoria “naturale” ovvero le gare Master riservate agli atleti “Over”. Nell’ultimo assalto cedeva con un onorevole 10-15 alla torinese Perrone, atleta alla quale rendeva oltre 30 anni di differenza.

Domenica è stata la volta dei soli ragazzi, impegnati nella gara di fioretto della categoria Assoluti. Rispetto alla competizione del giorno precedente, i nostri hanno sofferto eccessivamente la differenza di esperienza con i loro avversari, ma sono stati anche assalti con un passo indietro rispetto anche agli stessi avversari affrontati nella gara “Giovani”. Il miglior piazzamento lo ha ottenuto Lorenzo, che si è classificato al 12° posto, ma ben lontano dalla possibilità di entrare almeno nei quarti di finale. Paradossalmente ci è andato più vicino Tommaso, che nonostante il 16° posto finale, cedeva di poche stoccate al n.1 del tabello delle dirette Biasi. Dimostrava una buona reazione rispetto alla fase a gironi, anche Matteo, che di fronte al ben più quotato torinese Paradisi, cedeva dopo avere combattuto, e soprettutto senza commettere i suoi soliti errori tattici, che purtroppo in questa due giorni lo hanno penalizzato aldilà dei suoi demeriti. Fuori alla prima diretta Gabriele e Filippo, entrambi sconfitti nei derby che li hanno visti opposti a Tommaso e Matteo.

Purtroppo terminano le prime gare senza che nessun nostro atleta si sia qualificato per la successiva fase nazionale. Non abbiamo vinto nessuna gara, ma va anche detto che i numeri imposti dalla federazione al fioretto piemontese sono stati quantomeno penalizzanti, sia rispetto alle altre due armi, che anche per le altre regioni. Un solo qualificato è veramente un numero troppo basso, anche se la nostra specialità ha avuto, purtroppo, i numeri di partecipazione più bassi del fine settimana, evidentemente la specialità ha patito in Piemonte più delle altre questa crisi pandemica e la successiva interruzione dell’attività, ma non così bassi come latrove dove a fronte di 1 solo qualificato/a si hanno avuti 3/4 partecipanti. Nemmeno la prossima, e ultima gara di qualificazione, avrà un obiettivo diverso, i nostri Cadetti saliranno in pedana consapevoli che per staccare il pass per i campionati nazionali di categoria non potrà esserci altro risultato che la vittoria, ed a questo punto a quella dovremo prepararci per le prossime due settimane. Salvo qualche piccolo ripensamento da Roma.

Foto gallery della due giorni di gare

Termina il 2020 con la premiazione dei nostri atleti

Torino, 30 dicembre 2020

20201230_122444L’ultimo allenamento dell’anno solare è coinciso anche con la premiazione di fine stagione. Quest’anno non siamo riusciti a fare la premiazione della stagione 2019/20 nella nostra palestra, come tradizione nei primi giorni di giugno, perchè in quel periodo non era ancora possibile accedere ai nostri locali per le ben note normative anti covid19. Abbiamo deciso di aspettare quando avremmo potuto fare qualcosa di più simile alle precedenti edizioni, ma purtroppo la crisi sanitaria continua a limitare le attività sportive, e così si è dovuto tutto limitare ad una sobria cerimonia di consegna degli attestati e dei premi. Non è stato possibile fare nulla di più, saltando anche quegli eventi conviviali degli anni scorsi che seguivano questi momenti, ma abbiamo voluto lo stesso dare almeno la possibilità di seguire a distanza, facendo una diretta tramite la piattaforma ZOOM, la stessa utilizzata per i nostri allenamenti a distanza.

Sono stati premiati tutti i nostri campioni regionali della stagione 2019/20 : Lorenzo Andruetto per la categoria “Giovani/Cadetti”, Francesca Andruetto per la categoria “Bambine”, la squadra “Ragazzi/Allievi” composta da Tommaso Giraudo, Leonardo Naddei, Luca Juravle e Lorenzo Macera. Per tutti un diploma d’onore ad un passante bipolare di ultima generazione offerto dal Circolo. Menzione speciale per la nostra atleta “più grande” Lavinia Martini, vincitrice la scorsa stagione della Coppa Italia Master della sua categoria.

Successivamente sono stati premiati tutti i partecipanti ad almeno una prova del nostro torneo sociale, suddiviso in due categorie. Per i più piccoli del settore U12 ha vinto Vincenzo Laera, dopo un testa a testa con il compagno Guido Maria Frangioni, risolto solo all’ultima prova. Prima delle bambine Amanda Traverso, che ha anticipato nella classifica complessiva Francesca Andruetto, quest’ultima però capace di vincere una prova del torneo davanti a tutti i maschietti. Tra i grandi la vittoria è andata a Matteo Borgogno, atleta al primo anno della categoria Cadetti, che si era aggiudicato il torneo già con una prova d’anticipo. Piazza d’onore per Tommaso Giraudo, vincitore di due prove (la prima e l’ultima), a completare il podio Luca Juravle, primo degli U14, vincitore a sua volta di una prova. Per tutti i partecipanti c’è stata una medaglia, un diploma di merito, un cesto di prodotti dell’Azienda agricola AUREA, per i vincitori inoltre un premio speciale costituito da un lingotto artistico d’argento del peso di un’oncia.

Infine, il premio più importante, quello di “Atleta dell’anno 2019/20” del nostro sodalizio. Non è stata una scelta facile, perchè lo scorso anno la stagione si è interrotta a metà, proprio quando i nostri ragazzi stavano cominciando una crescita agonistica importante, per cui abbiamo anche attinto alle stagioni precedenti, volendo premiare non solo i risultati agonistici, ma anche la partecipazione agli allenamenti, alle competizioni ed a tutti gli eventi proposti dal Circolo. Il premio, veramente per poco, è andato a Tommaso Giraudo, che succede nel prestigioso albo d’oro a Luca Juravle. Per lui diploma d’onore ed un guanto JKO della EUROFENCING offerto dal Circolo.

Breve gallery della premiazione sociale 2020

Lavinia vince la Coppa Italia Master, 5° titolo della stagione per il Circolo

 

Nbella foto la nostra Lavinia durante un allenamento, con il figlio Leonardo anche lui atleta del Circolo.

Nella foto la nostra Lavinia durante un allenamento, con il figlio Leonardo anche lui atleta del Circolo.

La Federazione ha chiuso definitivamente la stagione 2019/20, e giocoforza ha dovuto chiudere anzitempo anche tutte le classifiche delle varie categorie.

Nella categoria I di fioretto femminile la nostra Lavinia ha chiuso al 2° del Ranking nazionale, ma soprattutto è risultata vincitrice della Coppa Italia di categoria in forza dei 4 podi ottenuti nelle prove disputate di questa stagione. Con questo risultato sale a 5 il computo dei titoli conquistati dagli atleti del Circolo in questa stagione. Per lei anche il piazzamento nella classifica Assoluti al 209° posto.

Dando uno sguardo alle classifiche delle varie categorie, abbiamo una nutrita rappresentanza del Circolo dagli Assoluti fino ai più piccoli dell’Under14, un vero peccato che mancando la parte finale dell’annata agonistica i nostri ne sono usciti non poco penalizzati. Avevamo improtato la preparazione ed il lavoro proprio per arrivare al top della forma negli ultimi 3 mesi, tralasciando il risultato fine a se stesso per la prima parte, ma concentrandoci piuttosto su un percoso di crescita tecnica e fisica progressiva.

Tra i grandi, sono terminati nelle varie classifiche Gabriele Ottonelli, Filippo Alfano, Lorenzo Andruetto e Marco Dealessi. Per Gabriele, presente in tutti ranking, la stagione si chiude con il 187° posto tra i Cadetti, il 239° tra i Giovani ed il 365° nel ranking Assoluto, miglior risultato della stagione l’8° posto nei campionati regionali Cadetti/Giovani. Filippo ha chiuso tra i Cadetti al 193° posto, tra i Giovani al 268° e nel ranking Assoluto al 397°. Il nostro Lorenzo Andruetto ha terminato la stagione tra i Cadetti al 223° posto, nei Giovani al 255° e nella graduatoria Assoluti al 376°, si è però tolto la soddisfazione di vincere i titoli regionali Cadetti e Giovani, e di arrivare 5° nei campionati regionali Assoluti. Infine Marco ha chiuso tra i Cadetti al 228° posto.

Nelle categorie U14 il miglior piazzamento nel ranking nazionale lo ottiene Luca Juravale con il 13° posto nella categoria Ragazzi (2007), per lui anche il 2° posto nella graduatoria regionale. Nella stessa categoria abbiamo anche Leonardo Naddei al 91° posto e Lorenzo Macera al 110°. Tra i più grandi della categoria Allievi (2006), Tommaso Giuraudo chiude al 92° posto ed al 3° posto della classifica per il titolo regionale, Matteo Borgogno al 106°. Luca, Lorenzo, Leonardo e Tommaso hanno anche vinto il campionato regionale a squadre della categoria Ragazzi/Allievi. Nella categoria Giovanissimi (2008) abbiamo concluso con Ramon Soncin al 107° posto e Giancarlo Fassinotti al 181°. Tra le Giovanissime la nostra Mariachiara Pollicino termina al 142° posto. Infine, ma solo per età, tra i piccoli del 2009 abbiamo avuto Vincenzo Laera che ha concluso con un incoraggiante 52° posto tra i Maschietti, mentre Francesca Andruetto conclude l’anno del suo esordio agonistico con il 55° posto nella classifica nazionale e il primo in quella regionale, che le consente così di vincere il titolo di Campionessa regionale. Sempre tra i Maschietti abbiamo anche Guido Maria Frangioni 111° e Francesco Garau 145°.

Allenamenti a casa, ecco i tutorial #iorestoacasa #miallenolostesso #laschermanonsiferma

Carissimi ragazzi, anzi Atleti!! Anche in questo periodo di pausa forzata dobbiamo continuare a tenerci in forma, perchè certamente l’attività di riprenderà, ed a seguire riprenderanno anche le competizioni. E noi dobbiamo farci trovare preparati.

Soprattutto non dobbiamo disperdere in buon lavoro fatto fino ad oggi, cominciato con il City Camp di settembre, e proseguito con i nostri tre moduli di Workshop. Assieme al preparatore atletico Giancarlo, abbiamo cominciato a predisporre una serie di video con esercizi che abbiamo svolto durante la stagione, e che quindi siano già di conoscenza per tutti, e soprattutto che si possono eseguire a casa, senza necessità di spazi particolari o attrezzature specifiche, magari anche coinvolgendo genitori, fratelli o sorelle. Mi raccomando di darsi da fare, il tempo non manca certamente, e occupare un’oretta quotidianamente con esercizio fisico aiuterà anche a sopportare questa quarantena.

Consiglio a tutti di iscriversi al caanale, per avere così aggiornamenti in tempo reale dei video caricati, che non riguarderanno solo la parte atletica, ma anche informazione sull’evoluzione della stagione agonistica.

Infine fate dei video dei vostri allenamenti, magari anche con esercizi che non vi sono chiari o pensate di eseguire non correttamente, di modo di darci la possibilità di analizzarli e inviarvi le dovute dritte per una gisuta esecuzione.

BUON LAVORO A TUTTI, e ricordatevi

Il Maestro Paolo

#iorestoacasa

#miallenolostesso

#laschermanonsiferma

A Rapallo vince Luca, terzo Matteo. I cadetti in pedana a Roma

Rapallo/Roma 19 gennaio 2020

La premiazione di Rapallo con Luca vincitore, Matteo al terzo posto e Tommaso al settimo

La premiazione di Rapallo con Luca vincitore, Matteo al terzo posto e Tommaso al settimo

Doppio appuntamento nello stesso giorno per gli atleti del Circolo. Gli under14 hanno partecipato al Trofeo Antico Castello a Rapallo, come da consolidata tradizione, mentre i Cadetti si sono cimentati a Roma nella seconda prova Nazionale di categoria.

Nella gara ligure abbiamo avuto una buona prestazione compelssiva da parte di tutto il gruppo che ha partecipato. Il lavoro della prima parte della stagione, teso a raggiungere la migliore prestazione possibile per ognuno durante il prossimo Gran Premio Giovanissimi, sta cominciando a vedersi. Ovviamente ognuno ha i suoi tempi, dettati sia dagli anni di scherma cha ha alle spalle, che soprattutto sulla frequenza agli allenamenti, che determina in qualcuno miglioramenti più rapidi e/o evidenti, rispetto ad altri. Questo determina una apparente disomogeneità nei piazzamenti, che però non determina la prestazione in senso assoluto

Fatta questa doverosa premessa, i complimenti maggiori vanno al solito terzetto dei più grandi: Luca, Matteo e Tommaso, questa volta in rigoroso ordine di classifica. Luca ha vinto la gara, aprendo il 2020 nel migliore dei modi, e dando continuità alla buona prova offerta a La Spezia nell’ultima uscita nazionale dello scorso anno. Matteo torna sul podio dopo 2 anni, e l’ultima volta fu proprio alla gara di Rapallo, e dopo una stagione travagliata da tanti infortuni, tanto da dovere saltare la preparazione estiva e tutto il primo mese di questa stagione, è una iniezione di fiducia che aiuta sempre. Bravo anche Tommaso, che conferma lo stesso piazzamento dello scorso anno, ritornando tra i primi 8 di una gara dopo essere rimasto fuori nei primi mesi della stagione. Si deve lavorare sull’approccio alla gara, specie gli Allievi, imparando a non mollare troppo presto, e non perdersi in inutili polemiche con l’arbitro. Le dirette invece hanno evidenziato una migliore tenuta mentale rispetto a prima, ed anche dal punto di vista tattico si comincia a migliorare. Evidetemente il lavoro svolto nei workshop natalizi ha avuto un effetto positivo, e su questa strada proseguiremo. Benino anche Giancarlo e Francesco nella gara maschietti/giovanissimi. Scherma più ordinata per il secondo, più incisiva per il primo, anche se la strada da fare è tanta ci stiamo cominciando a muovere in modo positivo. Da rivedere la nostra unica bimba in gara Francesca, in competizioni con le più grandi e fortemente a corto di allenamento per infortuni vari patiti a fine anno, non ha potuto opporre una grande resistenza, è stata comunque una buona occasione di allenamento che serviva a riprendere il ritmo in vista delle prossime competizioni.

Marco (a sx) in azione durante la gara di Roma

Marco (a sx) in azione durante la gara di Roma

A Roma hanno provato a mettersi in gioco i nostri giovanissimi Cadettini Marco, Gabriele e Filippo. Tutti al primo anno nella categoria, e tutti anche all’esordio, visto che per scelta logistica si è saltata la prima prova a Bari. Mancava Lorenzo, ancora alle prese con un infortunio patito durante la gara di Asti, che lo terrà lontano ancora fino a metà febbraio. Purtroppo tutti fuori al primo turno. Marco partiva bene, vincendo i primi due assalti, ma poi si perdeva per strada, subendo pesanti sconfitte che lo tenevano tra i primi eliminati. Gabriele e Filippo riuscivano a portare a casa una sola vittoria, che gli permetteva di non restare sul fondo della classifica, ma a poco serviva ai fini della qualificazione. Aldilà del risultato nudo e crudo, qualcosa in pedana si è visto, soprattutto da parte di Marco che quest’anno ha finalmente cominciato la stagione con il piglio giusto, ed il lavoro comincia a vedersi. Per tutti loro il calendario, anche quello da rivedere ma è compito di altri non certo nostro, propone la prossima gara per il 25 aprile, per poi inanellare una serie di fine settimana consecutivi fino alla gara nazionale a squadre del campionato iitaliano di serie C.

Prossima appuntamento ufficiale 1/2 febbraio a Varese, per la seconda prova interregionale GPG, che incorciando le dita dovrebbe avere in pedana 12 atleti del nostro team agonistico. Il 15 febbraio a Firenze la categoria Ragazzi/Allievi, e dal 22 al 25 febbraio terzo modulo del nostro workshop di fioretto.