Trofeo Città di Carnago (VA) : 8° Gabriele e 5° Luca

Carnago (VA) 30 settembre 2018

La premiazione di Gabriele, primo "piazzato" della stagione

La premiazione di Gabriele, primo “piazzato” della stagione

Cominciano le gare “vere” per questa stagione, con l’esordio al trofeo Città di Carnago, gara che ha attirato oltre 300 schermitori provenienti da tutta Italia, ma soprattutto ha portato subito in pedana i più forti delle varie categorie. Test quindi molto importante per i nostri portacolori, che ci ha permesso di mettere subito un punto di partenza alla nostra preparazione, sia tecnica che atletica, permettendoci di creare un programma per la prima parte della stagione mirato su elementi concreti di difficoltà, che vanno quindi migliorati per il proseguo della stagione agonistica.

I primi a salire in pedana sono stati i fiorettisti delle categorie Ragazzi (2006) e Allievi (2005), i più grandi del Gran Premio Giovanissimi. Per Matteo e Tommaso è stato non solo l’esordio dell’anno, ma anche la prima gara di un grande cambiamento. C’è infatti una grossa differenza tra le gare della categoria Giovanissimi e quella successiva dei Ragazzi : cambia l’attrezzatura, con le divise che passano da 350Nw e 800Nw, cambia la lunghezza del fioretto che diventa 90cm FIE, cambia il regolamento che porta gli assalti ad eliminazione diretta a 15 stoccate con 3 tempi a disposizione. Le prime gare hanno sempre qualche difficoltò perchè oltretutto si gareggia con avversari un anno più grandi e con già esperienza, e non solo con i pari età. Tommaso ha patito più di Matteo questo salto, e nel girone non ha veramente tirato con la sua consueta capacità. Matteo ha portato a casa 3 vittorie, ma anche due nettissime sconfitte. Marco, anche se come età è nei più grandi, ha cominciato il suo secondo anno di scherma, e nonostante i miglioramenti non ha ancora l’esperienza che consente di piazzare l’ultima botta. Bravissimo invece Gabriele, la quale il cambio di guida tecnica ha giovato notevolmente, e già si era visto al camp estivo a Ponte di Legno, che vince 4 assalti su 5 e si piazza al 10° posto dopo i gironi. Tommaso riscattava il brutto avvio con una bella vittoria sul bresciano Saponaro, ma poi si ripederdeva contro un altro bresciano Rubagotti, almeno era già nel tabello da 32. Punto della gara già raggiunto da Matteo, dove però veniva travolto dal cuneese Pellegrino, che per l’altro il nostro aveva già affrontato e battuto nel girone, per lui ci sarà da lavorare prima che sulla tecnica sulla testa. Marco perdeva subito varesino De Lucchi, qualche miglioramento tecnico c’è, ma manca ancora l’esperienza di gare. Gabriele esordiva eliminando il torinese Milano 15-9, ma è nel turno successivo che arrivava l’impresa. Di fronte all’atleta della società organizzatrice Galli, uno dei più quotati della categoria Ragazzi a livello nazionale, Gabriele non solo teneva la pedana che concludeva in vantaggio i primi due parziali. Dopo un terzo tempo combatuttissimo, con Galli che pareggiava, si andava avanti botta su botta fino al 14 pari. Qui a pochi secondi dalla fine, schiacciato a fondo pedana, il nostro trovava la freddezza per una “parata di terza e risposta” che faceva accendere solo la sua luce!! Per Gabriele, prima volta dopo 5 anni di scherma, si aprivano le porte della finale a otto di una gara importante. Poco importa se poi bressese Lenelli metteva fine alla storia, resta un 8° posto che da la misura di quanto un buon staff tecnico e la fiducia in un atleta possa operare un vero miracolo sportivo.

Prima coppa dell'anno per Luca, con il 5° posto

Prima coppa dell’anno per Luca, con il 5° posto

A seguire cominciavano a tirare anche i più piccoli della categoria Maschietti/Giovanissimi, con in pedana i nostri Lorenzo e Luca. Entrambi giustamente tesi per l’esordio, con qualche ruggine per i mesi senza gare, portavano a casa due buoni gironi. Luca vinceva tutti gli assalti, Lorenzo ne perdeva uno solo. Prima diretta piuttosto facile per entrambi, con Luca che vinceva 10-2 e Lorenzo 10-2. Poi però cominciavano le difficoltà vere, con Luca che affrontava un ostico friulano, tale Lorenzin. Questi era molto bravo a giocare sui soliti difetti di Luca in fase di realizzazione della stoccata, portandosi in vantaggio per 4-1. Il nostro ha però nella capacità di non mollare la sua arma migliore, e difatti riusciva a rimontare e poi vincere con un netto 10-6. Male invece Lorenzo, di fronte la forte brianzolo Villa, oltretutto anche mancino categoria che il nostro soffre particolarmente, non si si aspettava una facile vittoria, ma nemmeno essere travolti 10-0. Lorenzo ha buone capacità, ma non ci lavora come dovrebbe e le sue presenze in palestra quest’anno dovranno nettamente aumentare. La vera differenza tra i due è stata che l’avversario viaggiava la doppio della velocità, possiamo raggiungerlo ma solo se lavoreremo quanto lui. Nel tabellone delgi otto terminava la gara di Luca, L’altro ragazzo di Udine Del Medico, questa volta capitalozzava il vantaggio iniziale di 4-0, e nonostante la solita rimonta, questa volta non c’er ail ribaltamento del risultato finale. Per Luca un 5° posto che lo ha evidetemente deluso, puntava decisamente al podio, ma gli servirà per capire dove si deve migliorare da qui a fine anno.

Spazio anche per i grandi, che si sono cimentati in una gara Open, cioè aperta a tutti gli atleti dalla categoria Cadetti fino ai Master. Per Giulio e Visal primo contatto con le gare della stagione, ed è stato subito in salita. Giulio trovava due vittorie nel girone, che gli consetivano di approdare al tabello di diretta, ma qui al primo assalto la gara già terminava. Peggio per Visal, che perdendo tutti gli assalti del girone, non andava oltre al primo turno. Per entrambi è stata comunque una bella esperienza, avendo avuto la possibilità di tirare con atleti più esperti, e quindi imparare qualcosa di importante. La stagione è lunga, e i target da raggiungere tanti ed importanti, come la Coppa Italia di Casale Monferrato e la Serie C Nazionale di fioretto maschile.

Lorenzo mentre ritira la medaglia al CONI di Roma

Lorenzo mentre ritira la medaglia al CONI di Roma

Mancava alla gara Lorenzo Andruetto, assente assolutamente giustificato. Per lui c’è stata la cerimonia di premiazione alla sede del CONI di Roma per i risultati scolastici ottenuti nella scorsa sessioni di esami della scuola secondaria di primo grado. La F.I.S. premia con una medaglia nominativa quegli atleti che ai risultati sportivi sommano anche la promozione con il massimo dei voti, nell’ambito di un progetto volto ad incentivare la pratica sportiva associata alla scuola. Questo per dimostrare che non è impossibile praticare uno sport agonistico con profitto, e nello stesso tempo avere un ottimo rendimento scolastico. E questa medaglia vale una dedica per Lorenzo, per i suoi genitori (orgogliosissimi), ma anche per tutti quei genitori che ostacolano le attività sportive dei figli vedendele sempre come il motivo per un brutto voto a scuola.

#Roadtoriccione2019 #coppaitaliacadettiegiovani2019 #SerieCnazionalefiorettomaschile

Cavour : un oro e un argento dalle nostre squadre U14

Cavour (To), 7 e 8 aprile 2018

Quello appena trascorso è stato sicuramente un fine settimana esaltante per i nostri colori. Nelle competizioni regionali che hanno avuto luogo a Cavour, amena località vicino a Pinerolo, tutti i nostri atleti in gara hanno saputo dare il massimo, mettendo a frutto i miglioramenti già visti durante le ultime competizioni, ma soprattutto il grande impegno messo in ogni allenamento. Possiamo vantarci di avere ragazzi che dall’inizio della stagione, cioè dai primi di settembre, ad oggi hanno mancato appena un solo allenamento. Veramente un impegno importante.

La nostra squadra Ragazzi/Allievi sul podio

La nostra squadra Ragazzi/Allievi sul podio

La prima gara del sabato ha visto impegnata la nostra compagine categoria Ragazzi/Allievi (2004-2005), opposta a due formazioni del circolo schermistico di Chivasso. Peccato per la scarsa partecipazione, ma questo non ha tolto nulla al valore della prestazione dei nostri ragazzi Lorenzo A., Marco e Gabriele. Il primo match, che ci ha opposti alla squadra A di Chivasso, non ha visto partire benissimo i nostri, la sconfitta 29-45 è stata contenuta tutta (o quasi) nell’ultimo match di Lorenzo, che ha evitato un punteggio molto più severo. Molto meglio nel secondo incontro con la squadra B, dove i nostri conducevano un serrato testa a testa concluso vittoriosamente con il punteggio di 40-34. Il trend di crescita positiva si confermava nella semifinale, sempre contro la squadra B di Chivasso, dove i nostri ragazzi partivano in vantaggio e ci restavano fino alla fine, vincendo 45-38. In finale, nuovamente con la squadra A, era un’altra musica rispetto al primo match della giornata. Anche se il punteggio finale ci ha visto soccombere 34-45, fino al terz’ultimo match eravano ancora molto vicini ai nostri avversari, una maggiore esperienza e forse cattiveria agonistica, avrebbe forse potuto permetterci di giocarci il titolo fino alla fine, considerando anche la nuova rimonta finale di Lorenzo. Resta comunque una buona prestazione, che ha visto la squadra crescere di incontro in incontro, e questo secondo posto è stato certamente guadagnato e bisogna andarne fieri.

Mentre i nostri U14 combattevano nella gara a squadre, in pedana salivano anche Visal e Giulio nella competizione Assoluta, valida come qualificazione per la Coppa Italia individuale. Per i nostri due ragazzi queste gare servono prima di tutto per accumulare esperienza, per Giulio che come 2003 è al primo anno di gare con gli Assoluti, e per Visal che più grande di età ha cominciato però a fare scherma da poco più di un anno. I nostri due alfieri però non tiravano indietro il braccio, e Giulio concludeva con un positivo bilancio di 3 vittorie e 2 sconfitte il girone. Lottava anche Visal, e con 1 vittoria riusciva comunque a passare il primo taglio, e non è male. Nella prima diretta Visal usciva contro il n.12 della gara, mentre Giulio trovando un avversario peggio classificato riusciva ad entrare nel tabellone da 16. Qui però incappava in un esperto fiorettista torinese quale Rey, che poi vincerà la gara, al quale poteva opporre solo una fiera resistenza. Classifica finale con Giulio 14° e Visal 21°, si qualificavano in 9 alla fase finale, peccato! ma tra due settimane ci sarà l’occasione di riproporsi con la Coppa Italia di categoria.

I nostri Maschietti/Giovanissimi sul gradino più alto del podio

I nostri Maschietti/Giovanissimi sul gradino più alto del podio

Domenica in pedana la nostra squadra Maschietti/Giovanissimi (2006-2007) con Lorenzo M., Luca, Tommaso e Matteo. Importante per noi avere avuto anche una riserva, che dando il cambio ai titolari di volta in volta a permesso a tutti di tirare il fiato e arrivare in finale più riposati dei nostri avversari. Partendo dal primo turno, con 2 gironi da 3 squadre ciascuno, Qui trovavamo prima la compagine B di Cuneo, sconfitta 36-10, e poi la squadra femminile di Chivasso, in quanto unica rappresentativa femminile presente è stata accorpata ai maschietti. Grande applauso alla società chivassese che ha pienamente onorato la manifestazione, ed alle sue bambine che hanno lottato senza paura contro i maschi, riusciendo alla fine ad arrivare al 3° posto. Con due vittorie i nostri accedevano direttamente in semifinale, dove ritrovavano le ragazze di Chivasso, uscite vittoriose dal “quarto” che le vedeva opposte ai maschi del Club Scherma Torino. Ancora una vittoria dei nostri per 36-16, e si volava in finale dove ad attenderci c’era la squadra A di Cuneo, vittoriosa 36-15 contro i padroni di casa de La Maschera di Ferro. Il match si è messo subito in salita per i nostri, con la sconfitta 1-4 patita da Luca nei confronti del n.1 avversario Mansour. Toccava a Matteo ribaltare la situazione, portandoci in vantaggio 8-5. Da qui in poi il risultato ha cominciato ad pendere alternativamente per poi e per loro, a seconda dell’accoppiamento in pedana. Forse però la prima svolta a nostro favore l’ha data Tommaso, quando opposto al mancino Mansour, è riuscito a contenere la rimonta, terminando con la nostra squadra ancora in vantaggio di due lunghezze. Al penultimo assalto andiamo però in crisi, con Pellegrino che trovava Luca nel peggior assalto della giornata, e lasciava l’incontro all’ultimo assalto con Cuneo in vantaggio 30-29. L’ultimo match vedeva opposti Matteo e Mansour, un avversario con cui il nostro ha purtroppo sempre perso. Ma c’è sempre la prima volta. Matteo impattava dopo pochi secondi, e riusciva ad andare in vantaggio. L’avversario reagiva, e Matteo subiva 3 punti consecutivi. Lo strappo di due punti veniva però ricucito caparbiamente da Matteo, ed eravamo nuovamente in parità 33-33. Matteo, preso forse dall’euforia del momento positivo, precipitava due attacchi, che portavano però come risultato il vantaggio 33-35 per Cuneo. Sembrava fatta per loro, ma è in questo frangente che Matteo mostrava un approccio diverso rispetto alle ultime gare, invece di abbatersi reagiva, e con due belle botte faceva accendere solo una luce, la nostra. Finale da togliere il respiro sul 35 pari, il primo attacco di Matteo terminava fuori, ma l’avversario non riusciva a colpire con precisione: luce bianca. L’arbitro li rimetteva in guardia, pronti…a voi…Matteo scattava in avanti, l’avversario sorpreso cercava una fuga disperata, ma Matteo con un affondo riusciva a colpire. Luce verde, siamo campioni!!!

Festa grande in tribuna, dove eravamo rimasti praticamente solo noi e i supporter di Cuneo, e grandi abbracci tra i ragazzi, che hanno lottato fino in fondo ribaltando il pronostico che ci vedeva perdenti. Grande Vittoria, che in questa categoria ci mancava dal 2015. Concludiamo la stagione delle gare regionali con un titolo, un secondo posto e due buone prestazioni dei nostri ragazzi più grandi, adesso sotto con gli allenamenti che già sabato saremo in pedana a Rapallo per la terza prova interregionale GPG…………..C’moooon Ramon!!

#roadtoRiccione2018

Prova zonale assoluta di Zevio

Zevio (VR), 28 gennaio 2018

Visal e Giulio a Zevio prima di salire in pedana

Visal e Giulio a Zevio prima di salire in pedana

Il Circolo ritrona sulle pedane di una gara assoluta con Giulio e Visal che si sono misurati nella difficile prova di qualificazione a Zevio, vicino a Verona.

Competizione difficile perchè essendo della categoria Assoluta erano presenti tutti gli atleti dalla categoria Cadetti fino ai Master. 

Per i nostri due atleti c’era anche l’emozione per la prima prova nazionale dopo il percorso degli U14 per Giulio, e prima gara assoluta per Visal, se si esclude la prova regionale di inizio mese.

I nostri ragazzi hanno lottato su ogni assalto, ma la mancanza di esperienza è stata spesso determinante nell’esito degli assalti. Per Giulio è arrivata comunque una vittoria, per rompere il ghiaccio in vista delle prossime competizioni.

Sicuramente è stata per entrambi una utilissima esperienza, in una gara importante dove hanno visto in azione alcuni tra i migliori fiorettisti italiani, e sappiamo che nel nostro sport è anche componente fondamentale l’emulazione degli atleti più forti ed esperti. Adesso ripartiamo da qui per continuare la nostra stagione, ma soprattutto il nostro percorso di miglioramento. C’nooooooom Ramon!!

Corsi promozionali di avviamento alla scherma 2017

Comincia il conto alla rovescia per il termine delle selezioni ai corsi di avviamento alla scherma della nostra Academy di fioretto. La “dead line” è fissata per il prossimo 31 ottobre. Sono già quasi esauriti i 20 posti disponibili, per chi fosse interessato consigliamo di muoversi senza nessun ulteriore indugio!!!Volantino_RF

A scuola di scherma

20171009_100932Quest’anno ci sarà anche il Circolo della Scherma Ramon Fonst tra le società che hanno aderito al progetto “A scuola di scherma”, promosso dalla Federazione Italiana Scherma e sponsorizzato dalla Ferrero tramite il suo brand “Kinder+Sport”.

Saranno le classi prime della scuola media Antonelli di Torino a cominciare questo percorso conoscitivo della scherma, che si articolerà attraverso 3 lezioni di 90 minuti ciascuna. In tutto saranno sei le classi coinvolte per un totale di circa 150 allievi del 2005-2006-2007, delle quali ringraziamo per la disponibilità le professoresse Salvai e Bonino.