Torino – 2a prova Interregionale GPG

Torino, 12/13 giugno 2021

Un momento della gara Giovanissimi, in uno scatto del nostro fotografo Stefano Marelli

Un momento della gara Giovanissimi, in uno scatto del nostro fotografo Stefano Marelli

Seconda e ultima gara Under14 della stagione federale, anche questa volta in palio punti utili per la qualificazione al Gran Premio Giovanissimi di Riccione, che si svolgerà a partire dal 13 ottobre prossimo. Giornata dalle condizioni proibitive quella al palazzetto Le Cupole di Via Artom a Torino, con temperature sahariane per tutte e due le giornate, e gli atleti messi a dura prova. Alla fine però ne siamo venuti fuori bene, con tre atleti a podio e altri cinque che hanno concluso nella top8 della propria categoria, su 11 partecipanti è una prova eccellente.

I podi sono arrivati da Giacomo Nota, che conferma così l’ottima prova di Collegno, nella categoria Maschietti (2010), cioè quella di esordio nel mondo agonistico della scherma. Sempre tra i più piccoli, ma questa volta nella categoria Bambine podio confermato anche per Amanda Traverso. Primo podio della carriera invece per Guido Maria Frangioni, nella categoria Giovanissimi (2009), che riscatta così la prova opaca di Collegno, e si mette al sicuro per la partecipazione a Riccione, dove certamente ci saranno anche i compagni di squadra Vincenzo Laera, che è giunto al 6° posto, e Francesco Garau, che sconfitto nel derby da Vincenzo termina all’11° posto la sua competizione. Nei top8 tripletta per i nostri atleti nella categoria Ragazzi/Allievi (2008/2007): 5° posto per Lorenzo Macera, 6° per Leonardo Naddei e 7° per Luca Juravle, nella stessa gara 11° posto per Giancarlo Fassinotti e 13° per Ramon Soncin. Sfortunata prestazione per Francesca Andruetto tra le Giovanissime, che termina con un infortuo e conseguente ritiro. Stessa sorte, per la verità, è toccata anche a Luca, già presentatosi alla gara con una gamba sola, visto che l’altra era stata vittima di un infortunio, ma visti i regolamenti di quest’anno sulla partecipazione al GPG finale, meglio tutelarsi con un piazzamento e successivo ritiro.

Non è stata nel complesso un prova fortunata, alcuni hanno subito forse troppo la tensione di una gara dove bisognava fare risultato, al contrario del recente passato dove bastava la semplice partecipazione per accedere alla fase finale. Quest’anno, causa covid, la Federscherma ha dovuto mettere un limite numerico alla partecipazione, è stata quindi la prima gara “vera” della carriera. Abbiamo avuto due ritiri di atleti che nella prima prova erano andati a podio: Luca, come detto, è stato stoico nel piazzarsi tra i primi otto, ma lì abbiamo dovuto mettere fine alla competizione, per non rischiare infortuni più seri, mentre Francesca ha affrontato la gara troppo nervosa, e l’infortunio ha contribuito in peggio sicuramente. Lorenzo ha dato veramente tutto, davanti ad un avversario sempre a podio in queste gare come il ligure Polenghi, così come anche Giacomo che ha perso a sua volta da un giovane schermitore ligure, entrambi hanno pagato la bassa partecipazione agli allenamenti, che li ha limitati oltre i giusti meriti degli avversari.

Ora ci concentriamo sulla parte di allenamenti estivi, che per gli under14 sono parte fondamentale nella preparazione per Riccione, al quale siamo fiduciosi parteciperanno tutti (incrociamo le dita), a breve sapremo con certezza.

Foto Gallery della competizione

RIPARTE L’ATTIVITA’ SCHERMISTICA ANCHE PER GLI UNDER 10

CamScanner 04-06-2021 18.40

La scherma disegnata dal nostro piccolo Giacomo

Finalmente riparte la “scherma per tutti”. Via libera alle attività di avviamento e di allenamento per i bambini Under 10 e atleti non agonisti, nel rispetto ovviamente delle direttive del Protocollo federale, nelle sale schermistiche italiane site in zone gialle o bianche.

È di oggi, infatti, l’aggiornamento del Protocollo Fis per l’attività addestrativa, che recepisce le nuove disposizioni del Decreto Legge n. 65 del 18 maggio 2021. L’adeguamento del Protocollo sottolinea che l’articolo 4 del citato Decreto permette, a partire dal prossimo 24 maggio 2021 e limitatamente alle zone gialle o bianche, consente la riapertura delle palestre e lo svolgimento dell’attività sportiva di base al chiuso. Pertanto a partire dalla predetta data, tutti gli atleti, agonisti e non agonisti, potranno svolgere, nel rispetto dei protocolli, l’attività schermistica.

Tornano anche le competizioni nazionali

Terni 9 maggio e Riccione 16 maggio

Tommaso impegnato durante la fase a gironi

Tommaso impegnato durante la fase a gironi

Il ritorno alle competizioni nazionali, sia Master che “Under”, ha segnato la definitiva ripresa delle attività agonistiche per la scherma. Un momento importante, e quanto mai atteso, considerando che lo stop si è protratto per 15 mesi, un tempo lunghissimo dove gli atleti hanno dovuto trovare gli stimoli per proseguire gli allenamenti nelle attività societarie, e poco altro.

Le gare si sono svolte in un clima sicuramente diverso da quello che abbiamo lasciato, soprattutto nelle gare dei più giovani si è sentita la mancanza degli spalti gremiti, ma dall’altra parte ha fatto godere a tutti una competizione con un parterre ordinato, ed una atmosfera che ha favorito la massima concentrazione da parte di tutti. I protocolli sono stati rispettati in maniera rigorosa, consentendo di partecipare alle competizioni nella massima sicurezza possibile, e difatti nel mondo della scherma, a oramai due mesi dal ritorno alle competizioni agonistiche (prima con le varie fasi regionali), non si sono registrati episodi di contagi, cosa che invece è avvenuta in altri contesti sportivi. Insomma la scherma è ripartita magari con minore fretta, ma con la certezza di riuscire a garantire standard si sicurezza elevati.

Premiazione della gara Master di Terni

Premiazione della gara Master di Terni

Dal punto di vista agonistico, abbiamo avuto due atleti impegnati in queste prima competizioni tricolori. Nella competizione Master a Terni è scesa in pedana la nostra Lavinia, una eccezione nel nostro Circolo che non rpevede corsi di avviamento per aspiranti schermitori adulti, che al ritorno alle gare ha cambianto categoria passando alla II (50-59 anni). Purtroppo non ha confermato nella prima uscita la sequenza di podi che si era interrotta causa covid la scorsa stagione, perdendo alla priorità l’assalto valevole per l’accesso alle semifinali. Si riparte comunque con un 6° posto, che certamente è migliorabile nella prossima gara di Carrara, ultima prima dei campionati italiani a Bressanone.

Nella kermesse dei più giovani a Riccione, abbiamo qualificato il solo Tommaso nella gara della categoria “Giovani”. Diciamo anche che qualificarsi nel fioretto in Piemonte non è impresa semplice, visti i pochissimi posti a disposizione, appena due per categoria, ma certamente nella gara di qualificazione della categoria “Cadetti” si poteva fare qualcosa di più. In ogni caso per il nostro Circolo era importante comunque esserci in questa manifestazione, a testimoniare un ulteriore passo in avanti nella crescita agonistica del nostro gruppo di giovani atleti. Siamo comunque la squadra nel settore giovanile più numerosa, e con l’età media più bassa nel settore Assoluto, quindi in futor possiamo solo crescere. Tommaso ha affrontato una gara difficile, lui al primo anno da cadetto messo in una gara con atleti anche 5 anni più grandi, ed in alcuni casi già passati al professionismo, allenandosi con costanza e serietà. Partito agli ultimi posti della “entry list” dei partecipanti, ha vinto due assalti del girone, e un altro lo ha perso all’ultima stoccata, riuscendo a qualificarsi per il tabellone di eliminazione diretta, e concludere con un onorevole 84°, un punto di partenza per la prossima stagione.

Adesso per i nostri ragazzi ci sono davanti ancora due impegni agonistici ufficiali: il 12 e 13 giugno saranno in pedana i nostri Under14, con una gara che sale di livello rispetto alla precedente per la presenza dei fiorettisti pari età della Liguria, mentre i grandi saranno impegnati il fine settimana successivo nel secondo giro dei campionati regionali. Entrambe le competizioni si svolgeranno a Torino presso il Palazzetto Le Cupole di Via Artom 111, ma non saranno ancora aperte al pubblico.

CHIUDIAMO LA PRIMA PARTE DI GARE CON 3 MEDAGLIE D’ARGENTO

Torino, 25 aprile – Collegno 1/2 maggio 2021

Si chiude con la prima prova del Gran Premio Giovanissimi, il primo blocco di gare che hanno segnato la definitiva ripresa dell’attività agonistica, dai più piccoli della categoria Maschietti/Bambine, al loro esordio in una competizione ufficiale, fino agli Assoluti.

Il bilancio delle ultime due settimane, dove abbiamo schierato ben 6 cadetti nella gara di qualificazione di categoria disputata al Palazzetto Le Cupole di Via Artom, e con i nostri 12 GPG in gara a Collegno, è stato certamente positivo, anche se ci è mancata la prestazione “eccellente” che ci avrebbe fatto portare a casa almeno una meritata vittoria.

Matteo sul podio della gara Cadetti di Torino

Matteo sul podio della gara Cadetti di Torino

Complessivamente i nostri 18 atleti impegnati nelle varie categorie, hanno portato a casa 6 piazzamenti a podio, ed altri 7 sono riusciti a classficairsi nei primi otto. Nella gara di qualificazione dei cadetti, il migliore è stato Matteo, che ha terminato la sua performance andando a podio. Purtroppo soddisfazione fine a se stessa, perchè alla fase nazionale di qualificavano solamente in due, e con il terzo posto si restava fuori, ma è comunque una soddisfazione che motiverà per cercare di fare quell’ultimo miglioramento, necessario per ambire a posizioni importanti, soprattutto quando si andrà a competere fuori regione. Più indietro gli altri, che non hanno trovato una giornata particolarmente positiva, non riusciendo ad essere mai veramente in gara per conquistarsi uno dei due pass disponibili. Tommaso 6°, Lorenzo 7° e Marco 8°, hanno tutti perso nei quarti di finale, mentre Filippo e Gabriele sono rimasti fuori anche dai primi otto. Il Ciclo di gare di qualificazione per questi nostri ragazzi, si chiude con il solo Tommaso capace di centrare la qualificazione, per il campionato italiano “Giovani” che verrà disputato il prossimo 16 maggio a Riccione.

La premiazione della cat. Ragazzi/Allievi a Collegno

La premiazione della cat. Ragazzi/Allievi a Collegno

A Collegno, nel fine settimana del 1 maggio, sono tornati in gara i nostri 12 atleti del Gran Premio Giovanissimi. Nella prima giornata Luca è riuscito a centrare il podio, anche se era partito con altre ambizioni, una giornata non molto positiva lo ha però relegato sul gradino più basso del podio, uno stimolo per migliorare la qualità dell’allenamento in vista del secondo impegno ufficiale. Lorenzo non è partito con un girone brillante, ma ha saputo rifarsi nella diretta, dove è entrato nei primi otto, sconfitto poi nel derby con Luca. Dentro gli otto anche il terzo “allievo” del Circolo Leonardo, che timbrava il tirono alle gare con l’8° posto conclusivo. Fuori dagli otto i due nostri atleti della categoria “ragazzi” Giancarlo e Ramon, rispettivamente al 12° e 13° posto.

Vincenzo, Francesca e Francesco dopo la premiazione delle loro gare

Vincenzo, Francesca e Francesco dopo la premiazione delle loro gare

Il secondo giorno abbiamo fatto collezione di secondi posti. Vincenzo partiva benissimo con un girone di sole vittorie, si aggiudicava bene la prima diretta, e poi con una bella rimonta anche la semifinale con il torinese Poggio, per poi cedere in finale con il cuneese Bragoli. Nella stessa gara bravo anche Francesco, dopo un buon girone vinceva facilmente la diretta per entrare negli otto, anche se qui si poteva poi fare meglio, il 6° posto finale è certamente un buon inizio. Fuori dagli otto il solo Guido Maria, che dovrà lavorare ancora sull’aspetto dell’approccio emotivo alla gara, evidentemente lo patisce ancora troppo. Nella gara delle pari categoria femminile, Francesca giungeva anche lei alla finalissima, dopo avere perso un solo assalto nel girone, e vinto facilmente la semifinale sulla chivassese Anelli. In finale cedeva 8-10 alla torinese Marazzi. Anche per lei ci sarà da lavorare per migliorare l’ultimo passaggio, ma va detto visto la sua stagione iniziata praticamente a Natale, che è stata molto brava a difendersi fino alla fine. Infine, nella gara dei più piccoli della categoria “Maschietti”, raccogliamo ancora un argento grazie alla bella prestazione di Giacomo, un altro che quest’anno è stato poco presente perchè bersagliato dalla sfortuna. Portava a termine una buona gara, vincendo la prima diretta sul chivassese Le Delleter all’ultima stoccata, e invece la semifinale con ampio margine sul torinese Di Leo.

Riccardo, Amanda e Giacomo dopo la premiazione delle loro gare

Riccardo, Amanda e Giacomo dopo la premiazione delle loro gare

In finale cedeva all’altro torinese Bonino, ma resta lo stesso una gara importante. Nella stessa competizione esordiva nel suo primo impegno agonistico Riccardo, che otteneva un onorevole 8° posto. Tra le “Bambine”, finalmente entrava in gara anche Amanda, che si classificava al 3° posto, rispetto a Brescia ci sono stati dei passi avanti, ma dovrà ancora migliorare se vorrà provare a vincere la prossima volta.

Adesso abbiamo due impegni “nazionali”: il prossimo fine settimana riparte anche il circuito Master, quello riservato agli atleti “over”, con a Terni in pedana la nostra Lavinia. La settimana successiva ci saranno i campionati italiani per i cadetti ed i giovani a Riccione, con in gara in questa seconda categoria il nostro Tommaso, poi ripartiranno le gare regionali.

Altre foto della gara di Torino

Altre foto delle gare di Collegno (To)

Ripartono le gare ufficiali, subito un argento con Tommaso negli U20

Torino 10/11 aprile 2021

Il podio del fioretto maschile U20 con il nostro Tommaso al 2° posto

Il podio del fioretto maschile U20 con il nostro Tommaso al 2° posto

Ripartono ufficialmente le competizioni del calendario federale, con il primo fine settimana torinese dedicato alle prove di qualificazione alle 6 armi per “Giovani” e “Assoluti”. Il Circolo è stato presente con complessivamente con 6 atleti: 5 nel fioretto maschile U20 e Assoluti, e una rappresentante nel fioretto femminile Assoluto.

Le gare del sabato sono state certamente le migliori per i nostri portacolori, sia dal punto di vista del risultato che da quello nella scherma messa in mostra in pedana. Nella prova “Giovani” il miglior piazzamento è stato quello di Tommaso, che al pari di Matteo, si è ritrovato catapultato nella categoria dei più grandi direttamente da quella “Ragazzi” del GPG, visto che la scorsa stagione è stata interrotta dalla pandemia agli inizia del 2020. Il nostro afliere è stato capace di arrivare fino alla finalissima, dopo avere vinto il derby con Gabriele nei quarti di finale, ed in semifinale con il cuneese Pellegrino, dopo una bella rimonta dallo 0-5 iniziale. Purtroppo nell’ultimo atto della gara si è ritrovato ad affrontare il torinese Cavallari, un avversario decisamente più esperto, e determinato a fare valere tutta la sua conoscenza del regolamento, rompendo il ritmo all’assalto e mettendo in difficoltà psicologica il nostro, che pure nelle fasi iniziale dell’assalto aveva dimostrato di potersela giocare alla pari (per altro Tommaso aveva già sconfitto il suo avversario nella fase a gironi della gara). Un peccato doppio, visto che la vittoria avrebbe valso anche l’unico pass disponibile di categoria per il campionato italiano. Fuori nei quarti di finale Matteo, eliminato anche lui da Cavallari, Lorenzo, campione usciente della categoria, confitto da Pellegrino, e come detto Gabriele che ha lasciato il passo al compagno di squadra. I nostri si sono classificati rispettivamente al quinto, sesto e settimo posto. Più indietro FIlippo, autore di una prestazione gagliarda, ma penalizzato ad un risultato poco soddisfacente.

Sempre nella giornata di sabato, in pedana nella gara di fioretto femminile Assoluti abbiamo visto all’opera la nostra Master Lavinia. Prestazione sicuramente apprezabile, considerando anche la notevole differenza di età ( e allenamento) che c’era tra lei e le avversarie che ha dovuto affontare. Il sesto posto finale la ripaga in parte di questa stagione dove non ha potuto competere nella sua categoria “naturale” ovvero le gare Master riservate agli atleti “Over”. Nell’ultimo assalto cedeva con un onorevole 10-15 alla torinese Perrone, atleta alla quale rendeva oltre 30 anni di differenza.

Domenica è stata la volta dei soli ragazzi, impegnati nella gara di fioretto della categoria Assoluti. Rispetto alla competizione del giorno precedente, i nostri hanno sofferto eccessivamente la differenza di esperienza con i loro avversari, ma sono stati anche assalti con un passo indietro rispetto anche agli stessi avversari affrontati nella gara “Giovani”. Il miglior piazzamento lo ha ottenuto Lorenzo, che si è classificato al 12° posto, ma ben lontano dalla possibilità di entrare almeno nei quarti di finale. Paradossalmente ci è andato più vicino Tommaso, che nonostante il 16° posto finale, cedeva di poche stoccate al n.1 del tabello delle dirette Biasi. Dimostrava una buona reazione rispetto alla fase a gironi, anche Matteo, che di fronte al ben più quotato torinese Paradisi, cedeva dopo avere combattuto, e soprettutto senza commettere i suoi soliti errori tattici, che purtroppo in questa due giorni lo hanno penalizzato aldilà dei suoi demeriti. Fuori alla prima diretta Gabriele e Filippo, entrambi sconfitti nei derby che li hanno visti opposti a Tommaso e Matteo.

Purtroppo terminano le prime gare senza che nessun nostro atleta si sia qualificato per la successiva fase nazionale. Non abbiamo vinto nessuna gara, ma va anche detto che i numeri imposti dalla federazione al fioretto piemontese sono stati quantomeno penalizzanti, sia rispetto alle altre due armi, che anche per le altre regioni. Un solo qualificato è veramente un numero troppo basso, anche se la nostra specialità ha avuto, purtroppo, i numeri di partecipazione più bassi del fine settimana, evidentemente la specialità ha patito in Piemonte più delle altre questa crisi pandemica e la successiva interruzione dell’attività, ma non così bassi come latrove dove a fronte di 1 solo qualificato/a si hanno avuti 3/4 partecipanti. Nemmeno la prossima, e ultima gara di qualificazione, avrà un obiettivo diverso, i nostri Cadetti saliranno in pedana consapevoli che per staccare il pass per i campionati nazionali di categoria non potrà esserci altro risultato che la vittoria, ed a questo punto a quella dovremo prepararci per le prossime due settimane. Salvo qualche piccolo ripensamento da Roma.

Foto gallery della due giorni di gare