Piacenza – Campionato Italiano a squadre

Piacenza, 25 marzo 2022

Dopo tre anni si torna in pedana nelle va

I nostri ragazzi a Piacenza nel riscaldamento pre gara

I nostri ragazzi a Piacenza nel riscaldamento pre gara

rie serie del campionato italiano a squadre, l’ultima volta fu ad Adria nel 2019, dove la squadra di fioretto del nostro Circolo si piazzò al 10° nella serie C nazionale. A Piacenza si sono disputati titoli, promozioni e retrocessioni dalla serie A2 alla C, la massima serie viene invece disputata contestualmente al campionato italiano assoluto. Nella nostra serie abbiamo messo in pedana la squadra composta da Matteo Borgogno, Tommaso Giraudo e Luca Juravle, con Marco Dealessi come riserva, tutti appartenenti alla categoria Under17, un team giovane che esordisce in questa manifestazione con la prospettiva di migliorare nel futuro, anche se già adesso possono considerarsi già comunque competitivi. Un regolamento che ha lasciato molti perplessi, ha capovolto lo svolgimento della competizione, ponendo l’eliminazione diretta come primo turno, al posto del consueto girone, mettendo così le squadre davanti ad un primo assalto che decide la competizione, con l’eliminazione si finisce nella parte di “consolazione”, utile solo a stabilire i piazzamenti dal 9° posto in poi, ma che per i sei posti utili per salire di serie non servono a nulla.

I nostri ragazzi incrociano subito una squadra ostica, quella di Vicenza, storicamente inserita in categorie ben più alte della serie C, nella scherma quando si ricomincia il percorso si riparte dall’ultima serie, ma non si deve fare appello alla sfortuna per giustificare una sconfitta. Potevamo sicuramente fare meglio, anche se il punteggio di 45-34 non è così sciacciante, siamo sempre rimasti indietro, già dopo il primo giro di assalti Vincenza era avanti 15-4, e incontro dopo incontro non si è mai riusciti a fare quel break fondamentale per la rimonta. Si dovrà lavorare e farlo meglio, soprattutto nella parte di gestione mentale dell’assalto, nella quale si è mostrata un involuzione, e che nel nostro sport è la parte preponderante. Terminata subito la gara, ci è toccato entrare nel tabellone inferiore, ma qui sono emerse le scarse motivazioni che danno incontri simili, e infatti anche il primo match è sciovalto via senza troppe emozioni, con una seconda sconfitta. Almeno però l’onore andava salvato, e così i ragazzi hanno agevolmente vinto gli ultimi due match contro Sassari e Cividale, prendendosi almeno il 13° posto finale.

Si tornerà in pedana tra due settimane per il titolo regionale delle categorie cadetti e giovani, che ha sostituito la selezione regionale per la coppa italia di categoria, un nuovo step per lavorare su quello che manca ancora ai nostri giovani atleti per fare il salto di qualità che meriterebbero.

Assoluti a Verona e GPG all’International Fencing di Brescia

Verona/Brescia, 12/13 febbraio 2022

I nostri atleti a Verona durante la fase di riscaldamento

I nostri atleti a Verona durante la fase di riscaldamento

Doppio impegno nel fine settimane di gare a Verona e Brescia, ritorno alle competizioni dopo le gare rimandate dell’ultimo weekend di gennaio.

Sabato 12 a Verona, nel palazzetto sportivo della città a fianco dello stadio Bentegodi, sono saliti in pedana i nostri atleti Matteo Borgogno, Tommaso Giraudo e Marco Dealessi per la gara di qualificazione Zona 1, utile per accedere allo prova nazionale di Lucca. I nostri tre portacolori, tutti ancora nella categoria “Cadetti”, non sono riusciti a conquistare uno dei posti utili per la qualificazione, anche se protagonisti di una gara in linea con i progressi della stagione. Il migliore è stato Tommaso, come anche nella prima prova di Riva del Garda, che superato il girone della prima fase, riusciva anche a vincere il primo assalto del tabellone di eliminazione diretta, fermandosi però nuovamente nel tabellone da 128. Matteo, assente per un infortunio alla prima prova, superava anche lui il girone eliminatorio, ma si arenava al primo match di eliminazione diretta. Marco non riusciva anche stavolta a vincere alcun assalto, rimanendo a bocca asciutta fuori nella prima fase di gara, ancora a caccia della prima vittoria nella categoria più importante del circuito.

Guido Maria durante l'esecuzione dell'inno nazionale

Guido Maria durante l’esecuzione dell’inno nazionale

Domenica 13 si ritorna subito in pedana in quel di Brescia, per la terza edizione dell’International Fencing Challenge, una gara Under14 che sta acquisendo sempre maggiore importanza nel panorama della scherma mondiale, tanto da essere considerata seconda solo alla celebre Marathon di Parigi, disputata proprio la settimana precedente. Gara internazionale, con giovanissimi atleti provenienti da 15 paesi, oltre naturalmente che da tutta Italia. Per il nostro Circolo questa volta era in pedana il solo Guido Maria Frangioni, nella gara “Ragazzi/Allievi”, e proprio a dimostrazione di quanto questa gara sia oramai partecipata, nel girone incrociava le lame con l’israeliano Koren che a Parigi è giunto al 3° posto. Il nostro Guido Maria teneva alta la bandiera della nostra società, concludendo con 3 vittorie la prima fase, tra cui anche una vittoria “internazionale” con un atleta spagnolo. Saltata la prima diretta, per il piazzamento dopo il girone al 42° posto, sfidava il bresciano Arcaini, atleta di un anno più grande (Guido Maria è categoria “Ragazzi” 2009), riuscendo a dare comunque aspra battaglia, e venendo sconfitto solo alle ultime stoccate.

Prossimo appuntamento agonistico per i nostri atleti sarà a La Spezia, che dopo la prima ospiterà anche la seconda prova di qualificazione della categoria “Giovani”, dove scenderanno in pedana Matteo Borgogno e Tommaso Giraudo, qualificatisi dopo le due prove nazionali “Cadetti”, ed il rientrante Lorenzo Andruetto. Per gli Under14, gara il 13 marzo a Torino, per la seconda prova regionale di qualificazione per il Gran Premio Giovanissimi.

FOTO – Qualificazione Assoluti ZONA 1 Verona

FOTO – International Fencing Challenge a Brescia

Doppio impegno per i nostri atleti Over14

Riva del Garda 30/31 ottobre / Montesilvano (PE) 6 novembre 2021

locandina emailDoppio impegno nel giro di una settimana per i nostri atleti più grandi. Nell’ultimo fine settimana di ottobre, il primo impegno stagionale per la categoria “Assoluti”, quella più importante del circuito agonistico federale. A Riva del Garda, per la prima prova di qualificazione per l’Open Nazionale, erano in pedana 4 nostri rappresentanti, tutti della categoria “Cadetti”, una squadra giovane che punta a fare esperienza. Assente Matteo Borgogno per infortunio, e Lorenzo Andruetto impegnato in un semestre di studio in Canada, sono partiti per la gara Luca Juravle, Tommaso Giraudo, Marco Dealessi e Leonardo Naddei. I primi due riuscivano a superare il taglio del primo turno, costituito dal consueto girone eliminatorio, mentre Marco e Laonardo non riuscivano ad entrare efficacemente in gara, terminando subito il loro percorso. Nel primo turno della diretta, Tommaso superava 15-10 il senese Corsini, mentre Luca veniva sconfitto dal bresciano Tanzini 12-15. Nel secondo turno, tabellone da 128, veniva eliminato anche Tommaso dal pisano Chiappelli, uno dei favoriti della gara che terminerà sul podio, col punteggio di 15-6. Purtroppo nessuno dei nostri è riuscito a rientrare nei qualificati per la prova nazionale, ma è stata comunque una buona occasione per fare esperienza, e prendere contatto con le gare dei più grandi. Nella gara femminile del sabato, era presente la nostra unica atleta Master Lavinia Martini, in preparazione per le gare della propria categoria, puntroppo non ha superato il primo turno delle dirette, scofitta da un atleta allaq quale rendeva decisamente troppi anni, l’hanno presa per fatica!

La settimana successiva, nel primo settimana di novembre, sono stati invece 6 i nostri atleti della categoria Cadetti a partecipare alla prima prova nazionale di categoria. A Montesilvano, vicino Pescara, ai quattro della settimana precedente si sono uniti Matteo Borgogno e Filippo Alfano. Obiettivo della gara, oltre ad anadare più avanti possibile, riuscire a qualificarsi per la prima prova nazionale “Giovani”, la categoria anagrafica immediatamente superiore. Il taglio del primo turno veniva superato da Tommaso, Luca, Marco, Matteo e Filippo, mentre Leonardo non riusciva a vincere nessun assalto e terminava subito la gara. Nel primo turno delle dirette cadevano Marco, 11-15 dal catanese Garro, Matteo, 12-15 dal livornese Garzelli, e Filippo, 8-15 dal modicano Calabrese. Vinceva Luca, 15-8 sul mestrino Perale, e Tommaso passato di diritto grazie al piazzamento dopo i gironi del primo turno. Nel tabellone da 128 cadevano però antrambi: Luca 6-15 dal pratese Cutillo e Tommaso 4-15 dal pesarese Ceccolini. Per Tommaso la prestazione era comunque sufficiente per qualificarsi alla prova Under20 di La Spezia, mentre Luca restava fuori per poche posizioni.

Prossimo appuntamento sarà quindi a La Spezia, dove Tommaso difenderà i colori del nostro Circolo, mentre per gli altri si passa al prossimo gennaio per la seconda prova di qualificazione.

prova di qualificazione.

Le gallerie fotografiche delle due competizioni

Prova Assoluti Zona 1  a Riva del Garda (TN)

Prova Nazionale Cadetti a Montesilvano (PE)

Termina la stagione 20/21, ripercorriamola con i nostri podi

Bressanone, 26 giugno 2021

Lavinia ai piedi del podio nella cat.2

Lavinia ai piedi del podio nella cat.2

Con la gara di oggi a Bressanone, i Campionati Italiani Master, si è conclusa ufficialmente la stagione agonistica 2020/21. Oggi la nostra unica partecipante Lavinia, ha ottenuto un lusinghiero 5° posto, fermandosi così ai piedi del podio. Peccato perchè dopo un girone con una sola sconfitta, sembrava potessere essere la giornata buona per aggiornare la statistica delle medaglie, ma una esperta avversaria cinese ci ha negato questa soddisfazione. Resta comunque una buonissima prova, visto che è la prima volta che Lavinia centra un ingresso nella top8 di un Campionato Italiano.

Da oggi l’attenzione del mondo sportivo sarà rivolta verso le Olimpiadi di Tokio, rimandate dallo scorso anno per i noti fatti. Per la scherma le competizioni saranno dal 24 luglio al 2 agosto. La nazionale italiana ha qualificato tutte e sei le squadre, avrà quindi il massimo possibile degli atleti in gara, e quindi anche delle possibilità di medaglia. Per il fioretto le gare individuali sono programmate per il 26 luglio fioretto femminile e per il 27 luglio quello maschile, le due gare a squadre saranno il 30 luglio quella femminile ed a chiudere il 2 agosto quella maschile. Come sempre attendiamo grandi risultati dai nostri rappresentanti, ricordiamoci sempre che la scherma è lo sport più medagliato alle Olimpiadi del nostro paese, e anche questa volta siamo certi terrà fede a questo ambito record.

Anche la nostra stagione, concentrata negli ultimi due mesi, ci ha portato podi e medaglie, oltre a ben 21 piazzamenti nella top8, è mancata solo la vittoria, che però nulla toglie alle ottime prestazioni di tutti i nostri atleti. Essere stati presenti in ben 13 occasioni sul podio tra argenti e bronzi, per altro con 10 atleti diversi, non è comunque un bottino da poco, per una Circolo in costante crescita agonistica come il nostro.

Rivediamo assieme, con una photogallery queste bellissime medaglie, partendo dalla prima, ottenuta a febbraio da Luca a Brescia, fino alle ultime del Campionato Regionale Assoluto a Torino :

Torino – Campionati Regionali Assoluti 2021

Torino, 19 giugno 2021

La nostra Lavinia premiata dal consigliere regionale Alessandro Secco

La nostra Lavinia premiata dal consigliere regionale Alessandro Secco

Ultima competizione piemontese, i campionati regionali Assoluti, la competizione più antica della scherma moderna, il cui esordio è databile ai primi del ‘900. Anche questo fine settimana il meteo non ha concesso tregua, obbligando a competere in un clima tropicale con temperature alte e tassi di umidità da togliere il fiato.

Nonostante questo clima ostile per uno sport come la scherma, i nostri atleti hanno saputo portare a casa gli ultimi podi della stagione, confermando il Circolo ai vertici del fioretto regionale. In questa strana stagione, con poche competizioni concentrate tutte negli ultimi 2 mesi, i nostri atleti sono saliti sul podio 12 volte, e per altre 20 volte si sono piazzati nella top8, è mancata solo la vittoria, ma nulla toglie al grande valore delle prestazioni in ogni gara e categoria.

Nell’ultimo impegno stagionale abbiamo avuto due podi e un top8. La prima gara della giornata, il fioretto femminile, ha visto sul podio la nostra atleta Lavinia Martini, unica master nel nostro Circolo, che dopo un buon girone concluso con una sola sconfitta, cedeva in semifinale alla giovanissima chivassese Torasso. Per lei terzo posto finale, e un grosso in bocca al lupo per l’ultima gara della stagione, che sarà la prossima settimana a Bressanone: i Campionati Italani Master. Chissà che non si debba aggiornare la statistica dei podi.

Il nostro Tommaso premiato dalla presidente regionale Cinzia Sacchetti

Il nostro Tommaso premiato dalla presidente regionale Cinzia Sacchetti

Nel primo pomeriggio, quando il clima esterno è stato veramente duro, è toccato ai nostri ragazzi, la squadra più giovane di tutto il Piemonte: Tommaso, Matteo, Lorenzo, Marco e Filippo sono infatti tutti Cadetti. E sono stati proprio i più giovani del 2006 ad ottenere i risultati più importanti. Tommaso con una sola sconfitta nel girone, si piazzava al n.2 del tabellone della diretta, dove eliminava prima il chivassese Benedetto (15-4) e poi il torinese Tilatti (15-8), prima di arrendersi in semifinale all’esperto Stissi (8-15), campione uscente e vincitore anche stavolta del titolo. Si ferma negli otto Matteo, anche lui 2006, che partiva con un girone pessimo, ma riusciva ad eliminare il cuneese Giamello, n.5 della diretta, per 15-9, per arrendersi poi al forte chivassese Guzzo (a cui rendeva 12 anni di età) ed a un piccolo infortunio al ginocchio che lo terrà fermo un paio di settimane. Meno fortunati gli altri tre nostri atleti in gara: Lorenzo, a corto di allenamento, non sfruttava appieno un girone abbordabile, e nella prima diretta trovava lo scoglio Stissi, per lui in questo momento insormontabile, Marco chiudeva nello stesso girone di Tommaso con una sola vittoria, e per lui c’era poi un altro ostacolo troppo alto come Guzzo, Filippo invece lottava per buona parte dell’assalto con il cuneese Pellegrino, ma alla fine cedeva all’avversario, e alla mancanza di allenamento ad assalti così lunghi. Complessivamente un’ottima prova di squadra, i nostri Cadetti crescono di gara in gara, ed il prossimo, con il ritorno dei campionati nazionali a squadre, si presenterà l’occasione per essere protagonisti.

Foto gallery della competizione