Termina la stagione 20/21, ripercorriamola con i nostri podi

Bressanone, 26 giugno 2021

Lavinia ai piedi del podio nella cat.2

Lavinia ai piedi del podio nella cat.2

Con la gara di oggi a Bressanone, i Campionati Italiani Master, si è conclusa ufficialmente la stagione agonistica 2020/21. Oggi la nostra unica partecipante Lavinia, ha ottenuto un lusinghiero 5° posto, fermandosi così ai piedi del podio. Peccato perchè dopo un girone con una sola sconfitta, sembrava potessere essere la giornata buona per aggiornare la statistica delle medaglie, ma una esperta avversaria cinese ci ha negato questa soddisfazione. Resta comunque una buonissima prova, visto che è la prima volta che Lavinia centra un ingresso nella top8 di un Campionato Italiano.

Da oggi l’attenzione del mondo sportivo sarà rivolta verso le Olimpiadi di Tokio, rimandate dallo scorso anno per i noti fatti. Per la scherma le competizioni saranno dal 24 luglio al 2 agosto. La nazionale italiana ha qualificato tutte e sei le squadre, avrà quindi il massimo possibile degli atleti in gara, e quindi anche delle possibilità di medaglia. Per il fioretto le gare individuali sono programmate per il 26 luglio fioretto femminile e per il 27 luglio quello maschile, le due gare a squadre saranno il 30 luglio quella femminile ed a chiudere il 2 agosto quella maschile. Come sempre attendiamo grandi risultati dai nostri rappresentanti, ricordiamoci sempre che la scherma è lo sport più medagliato alle Olimpiadi del nostro paese, e anche questa volta siamo certi terrà fede a questo ambito record.

Anche la nostra stagione, concentrata negli ultimi due mesi, ci ha portato podi e medaglie, oltre a ben 21 piazzamenti nella top8, è mancata solo la vittoria, che però nulla toglie alle ottime prestazioni di tutti i nostri atleti. Essere stati presenti in ben 13 occasioni sul podio tra argenti e bronzi, per altro con 10 atleti diversi, non è comunque un bottino da poco, per una Circolo in costante crescita agonistica come il nostro.

Rivediamo assieme, con una photogallery queste bellissime medaglie, partendo dalla prima, ottenuta a febbraio da Luca a Brescia, fino alle ultime del Campionato Regionale Assoluto a Torino :

Tornano anche le competizioni nazionali

Terni 9 maggio e Riccione 16 maggio

Tommaso impegnato durante la fase a gironi

Tommaso impegnato durante la fase a gironi

Il ritorno alle competizioni nazionali, sia Master che “Under”, ha segnato la definitiva ripresa delle attività agonistiche per la scherma. Un momento importante, e quanto mai atteso, considerando che lo stop si è protratto per 15 mesi, un tempo lunghissimo dove gli atleti hanno dovuto trovare gli stimoli per proseguire gli allenamenti nelle attività societarie, e poco altro.

Le gare si sono svolte in un clima sicuramente diverso da quello che abbiamo lasciato, soprattutto nelle gare dei più giovani si è sentita la mancanza degli spalti gremiti, ma dall’altra parte ha fatto godere a tutti una competizione con un parterre ordinato, ed una atmosfera che ha favorito la massima concentrazione da parte di tutti. I protocolli sono stati rispettati in maniera rigorosa, consentendo di partecipare alle competizioni nella massima sicurezza possibile, e difatti nel mondo della scherma, a oramai due mesi dal ritorno alle competizioni agonistiche (prima con le varie fasi regionali), non si sono registrati episodi di contagi, cosa che invece è avvenuta in altri contesti sportivi. Insomma la scherma è ripartita magari con minore fretta, ma con la certezza di riuscire a garantire standard si sicurezza elevati.

Premiazione della gara Master di Terni

Premiazione della gara Master di Terni

Dal punto di vista agonistico, abbiamo avuto due atleti impegnati in queste prima competizioni tricolori. Nella competizione Master a Terni è scesa in pedana la nostra Lavinia, una eccezione nel nostro Circolo che non rpevede corsi di avviamento per aspiranti schermitori adulti, che al ritorno alle gare ha cambianto categoria passando alla II (50-59 anni). Purtroppo non ha confermato nella prima uscita la sequenza di podi che si era interrotta causa covid la scorsa stagione, perdendo alla priorità l’assalto valevole per l’accesso alle semifinali. Si riparte comunque con un 6° posto, che certamente è migliorabile nella prossima gara di Carrara, ultima prima dei campionati italiani a Bressanone.

Nella kermesse dei più giovani a Riccione, abbiamo qualificato il solo Tommaso nella gara della categoria “Giovani”. Diciamo anche che qualificarsi nel fioretto in Piemonte non è impresa semplice, visti i pochissimi posti a disposizione, appena due per categoria, ma certamente nella gara di qualificazione della categoria “Cadetti” si poteva fare qualcosa di più. In ogni caso per il nostro Circolo era importante comunque esserci in questa manifestazione, a testimoniare un ulteriore passo in avanti nella crescita agonistica del nostro gruppo di giovani atleti. Siamo comunque la squadra nel settore giovanile più numerosa, e con l’età media più bassa nel settore Assoluto, quindi in futor possiamo solo crescere. Tommaso ha affrontato una gara difficile, lui al primo anno da cadetto messo in una gara con atleti anche 5 anni più grandi, ed in alcuni casi già passati al professionismo, allenandosi con costanza e serietà. Partito agli ultimi posti della “entry list” dei partecipanti, ha vinto due assalti del girone, e un altro lo ha perso all’ultima stoccata, riuscendo a qualificarsi per il tabellone di eliminazione diretta, e concludere con un onorevole 84°, un punto di partenza per la prossima stagione.

Adesso per i nostri ragazzi ci sono davanti ancora due impegni agonistici ufficiali: il 12 e 13 giugno saranno in pedana i nostri Under14, con una gara che sale di livello rispetto alla precedente per la presenza dei fiorettisti pari età della Liguria, mentre i grandi saranno impegnati il fine settimana successivo nel secondo giro dei campionati regionali. Entrambe le competizioni si svolgeranno a Torino presso il Palazzetto Le Cupole di Via Artom 111, ma non saranno ancora aperte al pubblico.

Ripartono le gare ufficiali, subito un argento con Tommaso negli U20

Torino 10/11 aprile 2021

Il podio del fioretto maschile U20 con il nostro Tommaso al 2° posto

Il podio del fioretto maschile U20 con il nostro Tommaso al 2° posto

Ripartono ufficialmente le competizioni del calendario federale, con il primo fine settimana torinese dedicato alle prove di qualificazione alle 6 armi per “Giovani” e “Assoluti”. Il Circolo è stato presente con complessivamente con 6 atleti: 5 nel fioretto maschile U20 e Assoluti, e una rappresentante nel fioretto femminile Assoluto.

Le gare del sabato sono state certamente le migliori per i nostri portacolori, sia dal punto di vista del risultato che da quello nella scherma messa in mostra in pedana. Nella prova “Giovani” il miglior piazzamento è stato quello di Tommaso, che al pari di Matteo, si è ritrovato catapultato nella categoria dei più grandi direttamente da quella “Ragazzi” del GPG, visto che la scorsa stagione è stata interrotta dalla pandemia agli inizia del 2020. Il nostro afliere è stato capace di arrivare fino alla finalissima, dopo avere vinto il derby con Gabriele nei quarti di finale, ed in semifinale con il cuneese Pellegrino, dopo una bella rimonta dallo 0-5 iniziale. Purtroppo nell’ultimo atto della gara si è ritrovato ad affrontare il torinese Cavallari, un avversario decisamente più esperto, e determinato a fare valere tutta la sua conoscenza del regolamento, rompendo il ritmo all’assalto e mettendo in difficoltà psicologica il nostro, che pure nelle fasi iniziale dell’assalto aveva dimostrato di potersela giocare alla pari (per altro Tommaso aveva già sconfitto il suo avversario nella fase a gironi della gara). Un peccato doppio, visto che la vittoria avrebbe valso anche l’unico pass disponibile di categoria per il campionato italiano. Fuori nei quarti di finale Matteo, eliminato anche lui da Cavallari, Lorenzo, campione usciente della categoria, confitto da Pellegrino, e come detto Gabriele che ha lasciato il passo al compagno di squadra. I nostri si sono classificati rispettivamente al quinto, sesto e settimo posto. Più indietro FIlippo, autore di una prestazione gagliarda, ma penalizzato ad un risultato poco soddisfacente.

Sempre nella giornata di sabato, in pedana nella gara di fioretto femminile Assoluti abbiamo visto all’opera la nostra Master Lavinia. Prestazione sicuramente apprezabile, considerando anche la notevole differenza di età ( e allenamento) che c’era tra lei e le avversarie che ha dovuto affontare. Il sesto posto finale la ripaga in parte di questa stagione dove non ha potuto competere nella sua categoria “naturale” ovvero le gare Master riservate agli atleti “Over”. Nell’ultimo assalto cedeva con un onorevole 10-15 alla torinese Perrone, atleta alla quale rendeva oltre 30 anni di differenza.

Domenica è stata la volta dei soli ragazzi, impegnati nella gara di fioretto della categoria Assoluti. Rispetto alla competizione del giorno precedente, i nostri hanno sofferto eccessivamente la differenza di esperienza con i loro avversari, ma sono stati anche assalti con un passo indietro rispetto anche agli stessi avversari affrontati nella gara “Giovani”. Il miglior piazzamento lo ha ottenuto Lorenzo, che si è classificato al 12° posto, ma ben lontano dalla possibilità di entrare almeno nei quarti di finale. Paradossalmente ci è andato più vicino Tommaso, che nonostante il 16° posto finale, cedeva di poche stoccate al n.1 del tabello delle dirette Biasi. Dimostrava una buona reazione rispetto alla fase a gironi, anche Matteo, che di fronte al ben più quotato torinese Paradisi, cedeva dopo avere combattuto, e soprettutto senza commettere i suoi soliti errori tattici, che purtroppo in questa due giorni lo hanno penalizzato aldilà dei suoi demeriti. Fuori alla prima diretta Gabriele e Filippo, entrambi sconfitti nei derby che li hanno visti opposti a Tommaso e Matteo.

Purtroppo terminano le prime gare senza che nessun nostro atleta si sia qualificato per la successiva fase nazionale. Non abbiamo vinto nessuna gara, ma va anche detto che i numeri imposti dalla federazione al fioretto piemontese sono stati quantomeno penalizzanti, sia rispetto alle altre due armi, che anche per le altre regioni. Un solo qualificato è veramente un numero troppo basso, anche se la nostra specialità ha avuto, purtroppo, i numeri di partecipazione più bassi del fine settimana, evidentemente la specialità ha patito in Piemonte più delle altre questa crisi pandemica e la successiva interruzione dell’attività, ma non così bassi come latrove dove a fronte di 1 solo qualificato/a si hanno avuti 3/4 partecipanti. Nemmeno la prossima, e ultima gara di qualificazione, avrà un obiettivo diverso, i nostri Cadetti saliranno in pedana consapevoli che per staccare il pass per i campionati nazionali di categoria non potrà esserci altro risultato che la vittoria, ed a questo punto a quella dovremo prepararci per le prossime due settimane. Salvo qualche piccolo ripensamento da Roma.

Foto gallery della due giorni di gare

Termina il 2020 con la premiazione dei nostri atleti

Torino, 30 dicembre 2020

20201230_122444L’ultimo allenamento dell’anno solare è coinciso anche con la premiazione di fine stagione. Quest’anno non siamo riusciti a fare la premiazione della stagione 2019/20 nella nostra palestra, come tradizione nei primi giorni di giugno, perchè in quel periodo non era ancora possibile accedere ai nostri locali per le ben note normative anti covid19. Abbiamo deciso di aspettare quando avremmo potuto fare qualcosa di più simile alle precedenti edizioni, ma purtroppo la crisi sanitaria continua a limitare le attività sportive, e così si è dovuto tutto limitare ad una sobria cerimonia di consegna degli attestati e dei premi. Non è stato possibile fare nulla di più, saltando anche quegli eventi conviviali degli anni scorsi che seguivano questi momenti, ma abbiamo voluto lo stesso dare almeno la possibilità di seguire a distanza, facendo una diretta tramite la piattaforma ZOOM, la stessa utilizzata per i nostri allenamenti a distanza.

Sono stati premiati tutti i nostri campioni regionali della stagione 2019/20 : Lorenzo Andruetto per la categoria “Giovani/Cadetti”, Francesca Andruetto per la categoria “Bambine”, la squadra “Ragazzi/Allievi” composta da Tommaso Giraudo, Leonardo Naddei, Luca Juravle e Lorenzo Macera. Per tutti un diploma d’onore ad un passante bipolare di ultima generazione offerto dal Circolo. Menzione speciale per la nostra atleta “più grande” Lavinia Martini, vincitrice la scorsa stagione della Coppa Italia Master della sua categoria.

Successivamente sono stati premiati tutti i partecipanti ad almeno una prova del nostro torneo sociale, suddiviso in due categorie. Per i più piccoli del settore U12 ha vinto Vincenzo Laera, dopo un testa a testa con il compagno Guido Maria Frangioni, risolto solo all’ultima prova. Prima delle bambine Amanda Traverso, che ha anticipato nella classifica complessiva Francesca Andruetto, quest’ultima però capace di vincere una prova del torneo davanti a tutti i maschietti. Tra i grandi la vittoria è andata a Matteo Borgogno, atleta al primo anno della categoria Cadetti, che si era aggiudicato il torneo già con una prova d’anticipo. Piazza d’onore per Tommaso Giraudo, vincitore di due prove (la prima e l’ultima), a completare il podio Luca Juravle, primo degli U14, vincitore a sua volta di una prova. Per tutti i partecipanti c’è stata una medaglia, un diploma di merito, un cesto di prodotti dell’Azienda agricola AUREA, per i vincitori inoltre un premio speciale costituito da un lingotto artistico d’argento del peso di un’oncia.

Infine, il premio più importante, quello di “Atleta dell’anno 2019/20” del nostro sodalizio. Non è stata una scelta facile, perchè lo scorso anno la stagione si è interrotta a metà, proprio quando i nostri ragazzi stavano cominciando una crescita agonistica importante, per cui abbiamo anche attinto alle stagioni precedenti, volendo premiare non solo i risultati agonistici, ma anche la partecipazione agli allenamenti, alle competizioni ed a tutti gli eventi proposti dal Circolo. Il premio, veramente per poco, è andato a Tommaso Giraudo, che succede nel prestigioso albo d’oro a Luca Juravle. Per lui diploma d’onore ed un guanto JKO della EUROFENCING offerto dal Circolo.

Breve gallery della premiazione sociale 2020

Summer Camp di fioretto a Traversella (TO)

Cominciamo la stagione 2020/21 con un ritiro aperto a chiunque voglia partecipare, nel fresco montano della Valchiusella. Saremo ospiti dell’albergo “Miniere” di Traversella, con annesso ristorante segnalato sulla Guida Michelin. Dopo questo lungo blackout, si farà tantissima scherma, preparazione atletica e gite per conoscere questo splendido territorio.

Costo dell’evento 500euro tutto compreso.

Naturalmente ci sarà anche il torneo di fine camp: chi sarà il primo vincitore della stagione?

#ramonfonst #fioretto #laschermariparte #treversella #valchiusella #impariamodaicampioni #nevergiveup #nonsimolla #superallenamento

Locandina ufficiale dell'evento con le informazioni ed i contatti

 

20190304_104456

L’Albergo-Ristorante MINIERE che ospiterà gli atleti durante il camp

 

La caratteristica frazione di Fondo e il ponte medievale
La caratteristica frazione di Fondo e il ponte romanico in pietra che attraversa il Chiusella