Prova Interregionale a Brescia per il GPG

Brescia, 7 novembre 2021

255220784_3027073454248206_550989136261036170_n

Il circuito del Gran Premio Giovanissimi 2021/22 (ri)parte dal Brixia Forum di Brescia. Si tratta della prima prova Interregionale, per qualificarsi al campionato italiano di Riccione 2022 e fare punti per i vari ranking di categoria. Dopo l’avvio a Riccione, coda però della stagione precedente, questa di Brescia è la prima gara con le categorie “giuste” per la stagione in corso. Sono stati 7 i nostri piccoli atleti che sono saliti sulle pedane allestite dalla società Leonessa di Brescia, tutti nella giornata di domenica dove sono state concentrate le gare di fioretto.

La prima, e per ora unica rappresentante femminile, a gareggiare è stata Francesca Andruetto, nella gara più difficile. Francesca, cat. “Ragazze” (2009) deve confrontarsi in una gara a “categorie riunite” con le più grandi della categoria “Allieve” (2008), solo nelle gare nazionali si compete a categorie separate. Un anno quindi non semplice per i 2009, che devono dare veramente molto per ottenere buoni piazzamenti. Francesca partiva con un girone non brillantissimo, terminato con 2v e 3p. Nel primo match di diretta batteva la milanese Dossi 15-9, per poi arrendersi alla cuneese Gonella, un anno più grande, per 9-15 anche se l’assalto è stato veramente tirato fino alla fine. Una buona prospettiva di miglioramento per il resto della stagione.

Appena a mezz’ora dall’esordio di Francesca, toccava salire in pedana al nostro Giacomo Nota nella categoria “Giovanissimi” (2010). Per Giacomo girone apprezzabile con 4v e 2p, peccato per la sconfitta con il savonese  De Marco, maturata all’ultimo secondo dopo un vantaggio iniziale di 3 stoccate. Giacomo saltava la prima diretta, ed approdava direttamente nel tabellone da 32, dove aveva ragione del bresciano Schinelli per 10-4. Nel match dei 16, che avrebbe aperto le porte della finale ad 8, Giacomo veniva stoppato dal milanese Trapani con identico punteggio. Come sempre Giacomo ha messo in pedana grinta e bravura, che gli sono proprie, il suo limite resta però un allenamento troppo discontinuo per fare quel salto di qualità che gli permetterebbe di essere sempre tra i primi di ogni competizione.

Ultima gara a partire, con ben 5 nostri rappresentanti in pedana, la categoria “Ragazzi/Allievi” maschile. In pedana gli “Allievi” Giancarlo Fassinotti e Ramon Soncin, ed i “Ragazzi” Francesco Garau, Vincenzo Laera e Guido Maria Frangioni. Tra tutti è il più piccolo Vincenzo a fare il miglior girone, con 4v e 1p, compresa la vittoria sul cuneese Bragoli, che fino ad oggi lo aveva sempre battuto. Dietro di lui si è piazzato Ramon con 4v e 2p, Giancarlo con 2v 3p, Guido Maria 2v 4p e Francesco 1v 4p. Nel primo giro di eliminazione diretta, il tabellone da 128 atleti, tutti i nostri atleti passavano agevolmente. Francesco batteva 15-8 il monzese Debellini, Guido Maria 15-8 sul bresciano Frassine, Giancarlo, Vincenzo e Ramon erano ammessi di diritto al turno successivo. Avere tutti nei 64 è già stato un primo passo per questo gruppo. Nel tabellone da 64 cadevano Francesco, opposto al n.1 del tabellone Arcaini per 5-15, Ramon sconfitto dal bresciano Rizzato 6-15, e Guido Maria che veniva travolto dall’altro bresciano Rossi 3-15. Passava Vincenzo, che in un assalto dominato dalla grande voglia di vincere del nostro, aveva ragione del mancino monzese Zoia per 15-13, capolavoro di Giancarlo, che disputava sicuramente il più bell’assalto da quanto gareggia, che eliminava con un roboante 15-2 il n.19 del tabellone Charpentier. Purtroppo, la gara per tutti terminava nel tabellone da 32, con Vincenzo sconfitto per 6-15 dal monzese Cazzani, e Giancarlo battuto 8-15 dal milanese Zarrilli.

Nel complesso non è stata una brutta gara da parte dei nostri ragazzi, anzi. Possiamo certamente dire che ci sono state più cose positive che negativa, e questo aldilà del risultato finale dei singoli. Per la prova nazionale di Brescia, ma questa volta in altra sede, si partirà da quanto buono fatto vedere in questa gara, e si lavorerà molto sull’approccio mentale all’allenamento e alla competizione, punto in cui siamo ancora un passo indietro rispetto ai nostri competitori. Appuntamento al primo fine settimana di dicembre, sempre più carichi!!!

Riassunto dei piazzamenti

Francesca Andruetto 26° / 43 partecipanti

Giacomo Nota 12° / 49 partecipanti

Vincenzo Laera 20° / 79 partecipanti

Giancarlo Fassinotti 32° / 79 partecipanti

Soncin Ramon 36° / 79 pafrtecipanti

Guido Maria Frangioni 59°/ 79 partecipanti

Francesco Garau 62° / 79 partecipanti

La gallery fotografica della gara di Brescia

 

RICCIONE: GRAN PREMIO GIOVANISSIMI 2021

Riccione, 9-11 ottobre 2021

Francesca impegnata nell'ultimo assalto con la jesina Fattori

Francesca impegnata nell’ultimo assalto con la jesina Fattori

Cominciano le gare della stagione 2021/22 con l’ultima gara della stagione precedente. In epoca covid può capitare anche questo. Ovviamente uno slittameno di mesi ha ovviamente mischiato le carte rispetto ad una gara che, normalmente, veniva disputata come chiusura della stagione Under14 a maggio. Ma le condizioni particolari lo sono state per tutti i partecipanti, mettendoli comunque nelle medesime condizioni di partenza.

Abbiamo avuto 9 atleti presenti nelle varie categorie, sui 12 che si erano originariamente qualificati per i Campionati Italiani dei più giovani. Nella categoria “Maschietti”, i nati nel 2010, il nostro Giacomo ha concluso la competizione al 79° su 120 partecipanti da tutta Italia. Il girone della prima fase lo ha visto portare a casa 2 vittorie e 3 sconfitte. Nel primo match del tabellone di eliminazione diretta incontrava l’aglianese Tortora, che lo estrometteva dalla competizione con il punteggio di 10-5

Nella categoria “Giovanissimi”, nati nel 2009, abbiamo avuto ben 4 atleti in pedana. Tra i maschi il miglior piazzamento lo ha conseguito Vincenzo Laera, con il suo 47° posto su 108 partecipanti, alle sue spalle Guido Maria Frangioni 64° e Francesco Garau 77°. Vincenzo ha chiuso la prima fare a gironi con 4 vittorie e 2 sconfitte, vincendo la prima diretta con il livornese Maneschi prt 7-6, e venendo poi sconfitto alla seconda dal salernitano Cammarota. Guido Maria nel girone ha raccimolato solo 1 vittoria, riuscendo però a vincere la prima diretta 10-9 sul bressanese Carnovali, venendo poi sconfitto al turno successivo dal rappresentante di Conegliano Zambon. Francesco chiudeva il girone con 2 vittorie e 4 sconfitte, e cedeva poi al primo assalto di diretta con l’anconetano Gambitta per 10-4.

Nelle “Giovanissime”, l’unica nostra rappresentante al femminile Francesca Andruetto, chiudeva la gara al 31° posto su 61 partecipanti. Fracesca chiudeva la prima fase con 2 vittorie e 4 sconfitte, poi nel primo match di diretta aveva ragione per 10-6 della mancina romana Mannucchi, per poi cedere 4-10 davanti alla jesina Fattori, n.1 della sua categoria.

Nella gara “Ragazzi”, i nati nel 2008, in gara c’erano i nostri Giancarlo Fassinotti e Ramon Soncin, rispettivamente classificatisi 84° e 39°  su 113 partecipanti. Ramon chiudeva il girone con 4 vittorie e 2 sconfitte, nel primo assalto della diretta eliminava il materano Casamassimo per 15-9, veniva però a sua volta estromesso dalla gara al turno successivo dal pisano Barsotti per 15-3. Giancarlo si stoppava già nel primo assalto del tabellone da 128, sconfitto dal mestrino Vianello per 15-8.

Nell’ultima categoria dei più grandi, gli “Allievi” nati nel 2007, in gara Luca Juravle e Leonardo Naddei. Luca si classificava al 39° posto su 84 partecipanti, grazie ad un girone con 4 vittorie e 2 sconfitte, che gli permetteva di saltare l’assalto del tabellone da 128, in quello da 64 veniva eliminato 14-15 dal laziale Merlino. Leonardo non riusciva a vincere nessun assalto nel girone, e veniva eliminato nell’assalto del tabellone da 128 dal moglianese Gambarotto 15-3.

Prossima gara per i nostri Under14 sarà la prova interregionale del 5-6 novembre, mentre la prossima nazionale, la prima dopo la sospensione nel febbraio 2020, sarà a metà dicembre a Brescia

CHIUDIAMO LA PRIMA PARTE DI GARE CON 3 MEDAGLIE D’ARGENTO

Torino, 25 aprile – Collegno 1/2 maggio 2021

Si chiude con la prima prova del Gran Premio Giovanissimi, il primo blocco di gare che hanno segnato la definitiva ripresa dell’attività agonistica, dai più piccoli della categoria Maschietti/Bambine, al loro esordio in una competizione ufficiale, fino agli Assoluti.

Il bilancio delle ultime due settimane, dove abbiamo schierato ben 6 cadetti nella gara di qualificazione di categoria disputata al Palazzetto Le Cupole di Via Artom, e con i nostri 12 GPG in gara a Collegno, è stato certamente positivo, anche se ci è mancata la prestazione “eccellente” che ci avrebbe fatto portare a casa almeno una meritata vittoria.

Matteo sul podio della gara Cadetti di Torino

Matteo sul podio della gara Cadetti di Torino

Complessivamente i nostri 18 atleti impegnati nelle varie categorie, hanno portato a casa 6 piazzamenti a podio, ed altri 7 sono riusciti a classficairsi nei primi otto. Nella gara di qualificazione dei cadetti, il migliore è stato Matteo, che ha terminato la sua performance andando a podio. Purtroppo soddisfazione fine a se stessa, perchè alla fase nazionale di qualificavano solamente in due, e con il terzo posto si restava fuori, ma è comunque una soddisfazione che motiverà per cercare di fare quell’ultimo miglioramento, necessario per ambire a posizioni importanti, soprattutto quando si andrà a competere fuori regione. Più indietro gli altri, che non hanno trovato una giornata particolarmente positiva, non riusciendo ad essere mai veramente in gara per conquistarsi uno dei due pass disponibili. Tommaso 6°, Lorenzo 7° e Marco 8°, hanno tutti perso nei quarti di finale, mentre Filippo e Gabriele sono rimasti fuori anche dai primi otto. Il Ciclo di gare di qualificazione per questi nostri ragazzi, si chiude con il solo Tommaso capace di centrare la qualificazione, per il campionato italiano “Giovani” che verrà disputato il prossimo 16 maggio a Riccione.

La premiazione della cat. Ragazzi/Allievi a Collegno

La premiazione della cat. Ragazzi/Allievi a Collegno

A Collegno, nel fine settimana del 1 maggio, sono tornati in gara i nostri 12 atleti del Gran Premio Giovanissimi. Nella prima giornata Luca è riuscito a centrare il podio, anche se era partito con altre ambizioni, una giornata non molto positiva lo ha però relegato sul gradino più basso del podio, uno stimolo per migliorare la qualità dell’allenamento in vista del secondo impegno ufficiale. Lorenzo non è partito con un girone brillante, ma ha saputo rifarsi nella diretta, dove è entrato nei primi otto, sconfitto poi nel derby con Luca. Dentro gli otto anche il terzo “allievo” del Circolo Leonardo, che timbrava il tirono alle gare con l’8° posto conclusivo. Fuori dagli otto i due nostri atleti della categoria “ragazzi” Giancarlo e Ramon, rispettivamente al 12° e 13° posto.

Vincenzo, Francesca e Francesco dopo la premiazione delle loro gare

Vincenzo, Francesca e Francesco dopo la premiazione delle loro gare

Il secondo giorno abbiamo fatto collezione di secondi posti. Vincenzo partiva benissimo con un girone di sole vittorie, si aggiudicava bene la prima diretta, e poi con una bella rimonta anche la semifinale con il torinese Poggio, per poi cedere in finale con il cuneese Bragoli. Nella stessa gara bravo anche Francesco, dopo un buon girone vinceva facilmente la diretta per entrare negli otto, anche se qui si poteva poi fare meglio, il 6° posto finale è certamente un buon inizio. Fuori dagli otto il solo Guido Maria, che dovrà lavorare ancora sull’aspetto dell’approccio emotivo alla gara, evidentemente lo patisce ancora troppo. Nella gara delle pari categoria femminile, Francesca giungeva anche lei alla finalissima, dopo avere perso un solo assalto nel girone, e vinto facilmente la semifinale sulla chivassese Anelli. In finale cedeva 8-10 alla torinese Marazzi. Anche per lei ci sarà da lavorare per migliorare l’ultimo passaggio, ma va detto visto la sua stagione iniziata praticamente a Natale, che è stata molto brava a difendersi fino alla fine. Infine, nella gara dei più piccoli della categoria “Maschietti”, raccogliamo ancora un argento grazie alla bella prestazione di Giacomo, un altro che quest’anno è stato poco presente perchè bersagliato dalla sfortuna. Portava a termine una buona gara, vincendo la prima diretta sul chivassese Le Delleter all’ultima stoccata, e invece la semifinale con ampio margine sul torinese Di Leo.

Riccardo, Amanda e Giacomo dopo la premiazione delle loro gare

Riccardo, Amanda e Giacomo dopo la premiazione delle loro gare

In finale cedeva all’altro torinese Bonino, ma resta lo stesso una gara importante. Nella stessa competizione esordiva nel suo primo impegno agonistico Riccardo, che otteneva un onorevole 8° posto. Tra le “Bambine”, finalmente entrava in gara anche Amanda, che si classificava al 3° posto, rispetto a Brescia ci sono stati dei passi avanti, ma dovrà ancora migliorare se vorrà provare a vincere la prossima volta.

Adesso abbiamo due impegni “nazionali”: il prossimo fine settimana riparte anche il circuito Master, quello riservato agli atleti “over”, con a Terni in pedana la nostra Lavinia. La settimana successiva ci saranno i campionati italiani per i cadetti ed i giovani a Riccione, con in gara in questa seconda categoria il nostro Tommaso, poi ripartiranno le gare regionali.

Altre foto della gara di Torino

Altre foto delle gare di Collegno (To)

Tornano le gare ufficiali. A Brescia è subito podio per Luca

Brescia, 6/7 febbraio 2021

Luca sul podio dell'Internation Fencing Challenge

Luca sul podio dell’International Fencing Challenge

Finalmente si torna alle gare vere, grazie all’appuntamento del Calendario Internazionale Europeo a Brescia: l’International Fencing Challenge.

Chiaramente i numeri rispetto alla prima edizione, ad inizio della scorsa stagione sportiva, sono stati molto ridotti, e la partecipazione dall’estero composta da pochissimi atleti, ma questo non ha impedito a tanti U14 di tutta Italia di essere presenti, e dare vita ad un bell’esordio per la loro categoria.

Strettissime le misure di sicurezza adottate dall’organizzazione: l’ingresso alla struttura era subordinato al passaggio nelle postazioni per l’effettuazione del tampone di controllo, questo sia per gli atleti, per i tecnici che per l’unico accompagnatore ammesso per iscritto. L’organizzazione ha poi informato che nei tre giorni, nessuno è risultato positivo. Un bel segnale, che dimostra come nel mondo dello sport, e della nostra scherma in particolare, le regole vengano seguite scrupolosamente. All’interno si poteva accedere alle varie aree solo se in possesso del braccialetto del colore corrispondente. Al termine di ogni turno, gli stessi venivano ritirati agli atleti eliminati, che doveva poi abbandonare la struttura. Zero assembramenti, distanze di sicurezza agevolmente rispettate, mascherine e, soprattutto, disinfettanti utilizzati a profusione hanno garantito il massimo possibile di sicurezza e prevenzione.

Spostando la nostra attenzione al dettaglio agonistico della competizione, i nostri 4 moschettieri, ridotti alla fine da due forfait in extremis, hanno riassaporato il piacere di competere con i loro coetanei, riprendendo quel discorso di crescita sportiva interrotto un anno addietro. Per Amanda, cat. Bambine, è stato proprio l’esordio assoluto, avendo intrapreso questo sport la scorsa stagione, ma non avendo partecipato ad alcuna manifestazione causa lockdown. Si è lanciata in una gara difficile, perchè con la sua categorie ricompresa con le più grandi “Giovanissime”, ed anche perchè presenti le 5 atlete del ranking nazionale, su appena 16 partecipanti. Amanda comunque non si è mai scoraggiata per tutta la gara, ha affrontato due turni di girone con voglia di combattere, ha vinto un assalto, e nella diretta ha dato anche filo la torcere alla sua più quotata avversaria, perdendo con un onorevole 10-4. Avrà tempo per crescere, e migliorare.

Tra i Maschietti/Giovanissimi si è presentato il solo Guido Maria, che ha patito parecchio questo ritorno agonistico, non riusciendo ad esprimersi al meglio. Almeno ha terminato la gara in crescita, trovando strada facendo motivazioni e grinta, lo aspettiamo alle prossime gare decisamente più carico!

Nei grandi, della categoria Ragazzi/Allievi, abbiamo avuto in pedana Ramon e Luca. Il primo sta patendo più del previsto il passaggio di categoria, ed effettivamente fatica a tenere il passo anche in allenamento, ma la sua tenacia gli farà recuperare terreno, ed entro la stagione riuscirà a recuperare quella competitività perduta, e riprendere il discorso da dove lo avevamo interrotto. Luca invece è tornato in pedana quasi fosse passato un solo giorno dall’ultima gara. Già lo scorso anno, da “Ragazzo”, aveva centrato il 6° posto, ma quest’anno si è anche migliorato. Evidetemente l’aria di Brescia lo esalta parecchio. Girone come al solito, altalenante, ma poi nelle dirette ha vinto con sicurezza contro tutti gli avversari, tra cui il vicentino Bianchini, in passato anche n.1 della categoria. Si stoppava solo davanti al mancino fiorentino Pizzutilo, tra i primi del ranking Allievi, ma un 3° posto all’esordio possiano affermare che sia un risultato di assoluto prestigio. A questo punto Luca deve guardare al campionato italiano con fiducia, puntando almeno all’ingresso nei primi 8.

Galleria fotografica dei nostri atleti all’Internationale Fencing Challenge

Video della cerimonia di presentazione dei 4 finalisti della categoria Ragazzi/Allievi

Riccione: Gran Premio Giovanissimi 2019

Riccione 15-19 maggio 2019

Anche quest’anno abbiamo concluso la nostra stagione agonistica con il Gran Premio Giovanissimi, la più importante kermesse schermistica dell’anno, dove in una settimana di intensi assalti si disputano i titoli italiani under14 di tutte le categorie e di tutte le specialità.

Le premesse per fare bene quest’anno c’erano tutte. Nonostante una stagione travagliata che ha portato a tanti infortuni, i risultati delle gare erano confortanti, soprattutto nell’ultimo periodo, e ci avevano portato tutti a sperare che qesta edizione potesse essere per il Circolo in qualche modo da ricordare. Purtroppo però la tensione per l’evento dell’anno, le aspettative per un risultato parricolarem lo stress per una gara così importante da giocare tutta in pochi attimi, ha giocato un brutto scherzo ai nostri giovanissimi campioni.

luca nel secondo match di eliminazione diretta, vinto per 10-5

luca nel secondo match di eliminazione diretta, vinto per 10-5

Solo Luca, nella categoria “Giovanissimi”, è riuscito a mantenere almeno lo standard della stagione, agguantando il 27° posto finale. Una gara, la sua, comunque non brillante come in altre occasioni, anzi piuttosto nervosa. Luca ha sentito troppo la pressione delle aspettative, e forse come altri si è posto un obbiettivo finale non realizzabile in questo momento. Tuttavia è riuscito a completare un percorso soddisfacente. Nell’ultimo assalto a trovato il pisano Conticini, lo stesso che lo aveva eliminato lo scorso anno (ma nel turno dei 16), e quest’anno a Treviso. Al contrario però delle precedenti occasioni questa volta non c’è stata storia, il nostro piccolo atleta ha ceduto prima ancora che sul piano tecnico, su quello della tensione nervosa. Nella stessa gara il nostro nuovo arrivo, essendo con noi da poche settimane, Leonardo non è riuscito mai daa entrare in gara, per lui ci sarà però un lavoro diverso da fare, soprattutto sulla preparazione degli eventi agonistici.

Nulla di più che il compitino per Ramon tra i “Maschietti”, dove con due vittorie nel primo turno, e tre nel secondo girone (solo questa categoria disputa due turni di girone), riusciva a qualificarsi per il tabellone di eliminazione diretta. Qui però perdeva subito al primo assalto, per altro non impossibile, mostrando quei limiti caaratteriali che anche in altre occasioni non gli hanno consentito di raggiungere un risultato più congruo al suo impegno e anche alle sue capacità. Comunque per Ramon una stagione in crescendo, con grandi miglioramenti dal punto di vista della tecnica schermistica, servirà solo crescere anche come carattere per avere una prossima stagione di ben altro spessore. Subito fuori Giancarlo, che tra i due turni di girone raccimolava solo una vittoria, per lui le gare nazionali sono ancora esperienze troppo difficili, ma è positiva la sua voglia comunque di provarci e mettersi in gioco, aldilà del risultato. In un bambino di appena 11 anni è una qualità da non sottovalutare, visto che spesso manca nei compagni di età decisamente superiore.

Matteo in azione contro il forte siracusano Scalora

Matteo in azione contro il forte siracusano Scalora

Chi è tornato a casa con il carico di delusione più forte è stato certamente il nostro due della categoria “Ragazzi” Tommaso e Matteo. Al loro terzo GPG pensavano fosse la volta buona per centrare il risultato importante. Soprattutto Tommaso, dopo le due prove nazionale concluse nei primi 20, e le buone gare disputate a livello di gare Interregionali con quelli della categoria superiore. E forse avremmo dovuto puntare a confermare quel piazzamento, senza pensare troppo a doverlo migliorare già quest’anno. Per il momento i 16 non sono ancora la nostra dimensione, ed il rischio puntando troppo in là è quello poi di caricarsi di eccessiva tensione e tirare male, come purtroppo è accaduto. Matteo ha avuto una stagione travagliata, dopo una prima parte dove ha pagato molto il confronto con i ragazzi della categoria “Allievi”, una serie di infortuni gli ha precluso la partecipazione a molte garem tra cui entrambe le prove nazionali. A Riccione aveva troppa voglia di gareggiare, che lo ha portato a strafare, cosa non difficile per il suo temperamento tutt’altro che paziente. Il risultato è stato per entrambi in fotocopia: tre vittorie e tre sconfitte nel girone, eliminazione al tabellone da 128, per loro la prima diretta. Una forte delusione, che deve però essere una lezione da conservare per il prossimo anno, nel quale siamo sicuro, sapranno riscattarsi.

Filippo nell'ultimo assalto con il toscano Palmerini

Filippo nell’ultimo assalto con il toscano Palmerini

Gli “Allievi” Gabriele e Filippo, alla loro ultima gara da Under14 visto che da settembre saranno “Cadetti”, hanno ottenuto anche loro un piazzamento nel tabellone da 128, ma con un approdo differente. Gabriele era in un momento di crescita, e dopo La Spezia sperava di confermare almeno il turno successivo. Partiva bene nel girone con tre vittorie sui primi quattro assalti, ma poi una sconfitta inaspettata metteva qualche tarlo di troppo di nella sua mente, e lì finiva la gara, prutroppo, almeno a livello emotivo. Filippo invece lottava come non mai, vinceva un assalto e per un punto non portava a casa anche il secondo. Nella diretta, con una avversario che sulla carta avrebbe dovuto spazzarlo via, teneva la pedana alla grande, portando l’assalto a concludersi solo negli ultimi secondi dell’ultima frazione. Filippo era l’unico con la mente sgombram forse perchè vista la stagione non nustriva grosse ambizioni, e questo lo ha portato ad tirare la gara migliore dell’anno. Una cosa su cui dovremmo riflettere.

Adesso si ricomincia subito per preparare la possima stagione, che comincerà già a settembre, cioè tra non molte settimane. Allenamenti fino a fine luglio, poi il 31 agosto partenza per il camp estivo.