LA FEDERAZIONE CHIUDE UFFICIALMENTE LA STAGIONE 19/20

 

La notizia era nell’aria, e già con la sospensione dell’attività agonistica fino al 31 agosto si era capito che le possibilità di portare a termine la stagione sarebbero state molto scarse, adesso è arrivata l’ufficialità: la stagione 2019/20 è conclusa, non ci saranno competizioni fino al prossimo anno. Per il mondo della scherma sicuramente un brutto colpo, anche se tutto passa in secondo piano davanti alle ben più gravi difficoltà del paese. Però anche lo sport è uno dei motori economici, e sicuramente questa fermata obbligatoria non gioverà ad un movimento storicamente asfittico.

Un momento dei nostri stage con i campioni del fioretto italiano

Un momento dei nostri stage con i campioni del fioretto italiano

A settembre eravamo partiti con grandi ambizioni e belle speranze, la scorsa estate si era investito molto sul rinnovo dei locali, e si era portato a 5 il numero delle pedane regolamentari, allo scopo di migliorare la nostra capacità ricettiva e di allenamento. Avevamo ulteriormente potenziato il nostro staff, aggiungendo una istruttrice e raddoppiando i giorni della preparazione atletica. Lo scopo sarebbe dovuto essere arrivare al massimo della forma nella parte finale della stagione, quella che purtroppo la pandemia ha cancellato definitivamente. Ricco anche il programma degli stage di allenamento : sarebbero stati 2 durante le vacanze di Natale, con ospiti due campioni come Martina Sinigalia e Piero Franco, uno a Carnevale con ospite il Maestro Toran, ed uno a Pasqua per dare la rifinitura conclusiva prima degli appuntamenti dell’anno per tutte le categorie. Tra i rimpianti di questa stagione anche le ultime gare del circuito Master, al quale la nostra Lavinia ha partecipato con grande entusiamo. In tutte le prove disputate la nostra portacolori ha sempre centrato il podio, in un paio d’occasioni anche con qualche rimpianto di vittoria, ed era al primo posto del ranking nazionale della sua categoria. Questa posizione le avrebbe permesso di entrare nella squadra nazionale per i campionati europei Master di Bruxelles. Un vero peccato, sarebbe potuta essere la nostra prima atleta a partecipare con una rappresentativa nazionale ufficiale ad una rassegna continentale.

La squadra vincitrice del titolo piemontese Ragazzi/Allievi con il Maestro

La squadra vincitrice del titolo piemontese Ragazzi/Allievi con il Maestro

Proviamo lo stesso a trarre un consuntivo di quello che abbiamo fatto, fino ai primi di marzo, quando obbligatoriamente abbiamo dovuto interrompere la nostra attività in presenza. La prima settimana di settembre avevamo cominciato con un bel ritiro pre-stagione in città, con la mattina al vicino Parco Colonnetti, il pomeriggio a tirare, e anche una bella gita a conoscere i musei cittadini. Con l’inizio dell’attività istituzionale, sono partiti gli allenamenti e i corsi di avviamento della nostra Academy di fioretto. Alla fine del mese è arrivato il primo successo della stagione, con la vittoria del titolo regionale della categoria Ragazzi/Allievi della squadra composta da Tommaso Giraudo, Lorenzo Macera, Luca Juravle e Leonardo Naddei. Il mese lo chiudiamo con la trasferta a Carnago, con il piazzamento negli otto del nostro Luca Juravle (Ragazzi/Allievi). Stop dei 16 per Tommaso Giraudo (Ragazzi/Allievi) e Francesca Andruetto (Bambine). Nella gara Open superavano il girone eliminatorio Gabriele Ottonelli e Lorenzo Andruetto, fermandosi però al primo match del tabellone di diretta, fuori subito Marco Dealessi e Filippo Alfano.

La premiazione di Lorenzo a Novara

La premiazione di Lorenzo a Novara

Ad ottobre sono stati tre i nostri Cadetti che hanno preso parte alla prima prova nazionale di Bastia Umbra : Lorenzo Andruetto, Filippo Alfano e Gabriele Ottonelli, anche se con poca fortuna. A novembre è arrivata la seconda vittoria della stagione, con Lorenzo Andruetto che si imponeva a Novara nella gara per il titolo regionale U20 e U17. Nella stessa competizione è arrivato l’8° posto di Gabriele Ottonelli. Arriva anche l’esordio per i nostri U14, a Chiavari per la prima prova interregionale. Competizione di buon livello, visto che ricomprendeva anche la Liguria e la Toscana. Torniamo a casa senza piazzamenti tra gli otto, Luca Juravle (Ragazzi/Allievi), Guido Maria Frangioni (Maschietti) e Francesca Andruetto (Bambine) si fermano tutti nel tabellone dei 16. A Brescia, nella prima edizione del trofeo Internazionale

Luca, al centro, con le sue preziose scarpe appena vinte, assieme al maestro Paolo e a Lorenzo

Luca, al centro, con le sue preziose scarpe appena vinte, assieme al maestro Paolo e a Lorenzo

organizzato dal club del campione olimpico Andrea Cassarà, non possiamo dimenticarci di citare il bellissimo 6° posto di Luca Juravle, in una gara difficile vista la partecipazione di tanti atleti ai vertici nazionali della categoria, attirati da un parco premi ricchissimo (al vincitore una settimana gratuita al camp di Folgaria). Luca sarà anche il primo classificato della sua categoria, e vincerà un paio di scarpe da scherma Nike e un buono acquisto. Mica male!!ido Maria Frangioni che si ferma al 4° posto.

A dicembre affrontiamo ben tre appuntamenti. Il più importante è quello della prova nazional GPG di La Spezia, dove il migliore dei nostri sarà Luca Juravle (Ragazzi) che approderà al tabellone dei 16, Vincenzo Laera (Maschietti) si fermerà nei 32. Gara anche con tanta sfortuna, viste le sconfitte di Lorenzo Macera (Ragazzi), Ramon Soncin (Giovanissimi) e Francesco Garau (Maschietti) tutte per 1 punto. L’anno solare si chiuderà ad Asti, con i campionati regionali assoluti, che vedono il piazzamento di Lorenzo Andruetto al 5° posto, e con la squadra Maschietti/Giovanissimi composta da Vincenzo Laera, Ramon Soncin e Guido Maria Frangioni che si ferma al 4° posto.

La premiazione di Rapallo con Luca vincitore, Matteo al terzo posto e Tommaso al settimo

La premiazione di Rapallo con Luca vincitore, Matteo al terzo posto e Tommaso al settimo

Il nuovo anno parte con la prova di zona Nord per la qualificazione all’Open. Ci partecipiamo con soli due atleti : Lavinia Martini, che riuscirà a superare il primo turno, e Gabriele Ottonelli, che invece verrà eliminato subito. Nella prova nazionale Cadetti di Roma, alla quale prenderanno parte i nostri Marco Dealessi, Gabriele Ottonelli e Filippo Alfano, tutti al primo anno nella categoria, non avremo migliore sorte. Purtroppo nessuno supererà il girone eliminatorio, anche se Marco ci andrà molto vicino. Si cominciano però a vedere i primi miglioramenti. Lo stesso giorno arriva a Rapallo la prima vittoria dell’anno. Sarà Luca Juravle ad imporsi al Trofeo Antico Castello di Rapallo, mettendo in fila tanti atleti della categoria superiore. Nella stessa giornata sale sul podio anche Matteo Borgogno, mentre Tommaso Giraudo si ferma al 7° posto.

Francesca premiata per il suo 7° posto nella categoria Bambine

Francesca premiata per il suo 7° posto nella categoria Bambine

A febbraio ci troviamo sulle pedane del palazzetto di Varese per la seconda prova interregionale U14. La migliore sarà Francesca Andruetto, che si piazzerà al 7° posto nella gara delle Bambine. Ancora un piazzamento nei 16 per Luca Juravle (Ragazzi/Allievi), così come per Vincenzo Laera (Maschietti) per un solo punto. La sfortuna è sicuramente presente, ma perdere per così poco dimostra che oramai si è pronti per il salto in avanti, e avrebbe potuto essere proprio nell’ultima parte dell’anno.

Invece la stagione agonistica si chiude a fine febbraio, prima con il trofeo disputato a Firenze dai nostri U14. Le ultimissime botte sono di Tommaso Giraudo e Luca Juravle, entrambi stoppati nel tabellone dei 16 (che sfortuna), in una gara di alto livello, con molti ragazzi ricompresi nella top ten italiana delle categorie. Poi con la manifestazione non competitiva riservata alle categorie U10. Partecipavano quattro nostri piccoli atleti : Giacomo Nota, che nonostante la sua giovanissima età è un veterano al terzo anno di scherma, e Alessio Zuddas tra le Prime Lame, Pietro Porqueddu e Riccardo Ursino tra gli Esordienti. Ci iscriviamo con le nostre squadre alla gara nazionale U14 di Roma, ma non andremo. La situazione comincia a farsi complicata e confusa, preferiamo non correre rischi e restare a casa. Scelta che condivideranno moltissime società.

Uno dei nostri appuntamenti sulla piattaforma ZOOM

Uno dei nostri appuntamenti sulla piattaforma ZOOM

Comincia così l’ultima parte dell’anno, quella senza gare e senza allenamenti in palestra. Non ci perdiamo d’animo, e in pochi giorni iniziamo ad avviare le nostre attività alternativa. Ci alleneremo tutti assieme, ognuno a casa propria : “distanti ma uniti” per #laschermanonsiferma. Abbiamo attivato un canale youtube con i tutorial degli esercizi, per chi non poteva seguire le lezioni in diretta sulla piattaforma ZOOM. Ogni giorni c’era un appuntamento, da lunedì a venerdì. Non abbiamo mancato nemmeno i giorni di festa o le vacanze. Era importante che i ragazzi svolgessero la loro attività, stare assieme anche se solo a livello telematico. La risposta è stata soddisfacente, il livello di presenze sempre molto alto, nonostante gli immancabili problemi che questo tipo di attività ha comportato. Purtroppo la rete internet italiana non è tra le più moderne, e in un momento in cui tutte le attività si sono spostate sulla rete, molto spesso si avevano disservizi e interruzioni. Alla fine comunque ce l’abbiamo fatta.

laschermariparteAdesso stiamo cominciando a riprendere gli allenamenti in presenza, tornando a sfruttare anche il nostro parco, anche il futuro appare ancora pieno di incognite. La Federazione ha la volontà di riprendere anche le competizioni, e non solo gli allenamenti, anche se ha già preannunciato che sarà una stagione di transizione. L’attività verrà quindi rivoluzionata rispetto alle ultime stagioni, con un calendario composto da poche gare regionali, e una attività nazionale a numero chiuso nei mesi primaverili del 2021. Questo però non fermerà la nostra attività, a settembre ritorneranno anche i corsi di avviamento, chi vorrà potrà ricominciare con noi.

 

Rapallo: Luca e Tommaso nei primi otto

Rapallo, 23/24 febbraio 2019

La premiazione dei più piccoli

La premiazione dei più piccoli

Anche quella in terra ligure è stata una ennesima trasferta riuscitissima per il nostro Circolo. I nostri ragazzi hanno oramai costruito un gruppo solido, destinato a durare nel tempo, ed è questo il vero successo che cerchiamo din costruire ogni giorno,m in ogni allenamento, in ogni goccia di sudore che ci mettiamo.

Sabato è stata la giornata più emozionante, con la prima trasferta del nostro gruppo di Prime Lame (2009) con Francesca, Luca, Stefano, Guido Maria, Vincenzo e Francesco, al quale era aggregato anche Giacomo, della categoria Esordienti (2010). I nostri hanno disputato due turni di girone, tirando una dozzina di assalti con i loro pari età della Liguria, della Lombardia e della Toscana. Indubbiamente una prima volta decisamente importante, che ha fatto crescere molto i nostri più piccoli. Confrontarsi con tanti bambini provenienti da tante scuole schermistiche ha dato modo di vedere, e prendere spunto per i prossimi allenamenti. Comunque i nostri non sono stati da meno dei loro avversari, e magari anche anche insegnato loro qualcosa, vincendo e perdendo sempre con grande impegno. I genitori in tribuna hanno fatto un tifo discreto, sostenendo i ragazzi senza stargli addosso, come purtroppo altri fanno pensando erroneamente di meglio supportare il figlio. na delle poche regole del nostro Circolo, dalle quali non si transige, è quella che i genitori devono stare negli spazi loro assegnati, sia per agevolare l’organizzazione che per consentire ai tecnici di fare al meglio il proprio lavoro, essendo loro le persone competenti in materia. E dobbiamo dire che i nostri genitori rispettano pienamente questa disposizione. Insomma ci siamo fatti notare…..per non esserci fatti notare.

Luca 7° nella gara Machietti/Giovanissimi

Luca 7° nella gara Machietti/Giovanissimi

Domenica è stata la volta delle gare agnistiche, con le categorie del Gran Premio Giovanissimi. La mattinata ha visto in pedana i grandi dei Ragazzi/Allievi (2005-2006). Visto il numero basso di presenti (purtroppo l’italico vizio di iscriversi e poi non presentarsi non ce lo toglieremo mai) si è deciso di fare due turni di girone. Meglio così in fondo, abbiamo tirato di più ed è stato un allenamento importante. Tommaso ha fatto un primo girone molto sotto tono, ma poi si è ripreso bene nella seconda tornata. Al contrario Gabriele, che come a Parigi nel secondo turno non ha saputo replicare il buon primo giro. Maluccio Marco, che dopo la buona prova di Torino forse si è caricato un po’ troppo di aspettative. Nel turno di diretta passava solo Tommaso, restavano fuori dagli otto sia Gabriele che Marco. Nel turno successivo Tommaso realizzava il miglior assalto di giornata, opposto la più grande e quotato gallaratese Calì. Un match tiratissimo, con continui sorpassi e controsorpassi, terminato solo all’ultima stoccata. Un vero peccato, perchè avrebbe non solo aperto le porte al podio per Tommaso, ma anche la possibilità di potere dire la sua fino in fondo. Resta comunque una buona prova complessiva, che andrà confermata poi nelle gare “ufficiali”.

Tommaso 8° nei Ragazzi/Allievi

Tommaso 8° nei Ragazzi/Allievi

Meglio ancora i nostri due piccoli nella gara Maschietti/Giovanissimi. Ramon, classe 2008, portava a casa un buon girone, dove incotrava avversari forti ma sapeva oppore una discreta scherma. La prima diretta coj il viareggino Coiai era vinta 10-9, confermando così lo stesso risultato di Torino. Nel turno dei 16 trovava un avversario troppo forte, e cedeva però con l’onore delle armi. Ramon ha fatto scherma, ha dato continuità alla sua prestazione di Torino, è questo era quanto gli si chiedeva nel percorso di crescita verso i campionati italiani di maggio. Buona anche la prova di Luca, che come sempre è il migliore del Circolo per impegno e costanza di risultati. La gara vedeva in lizza molti atleti nei primi posti della classifica nazionale, e Luca ha dimostrato di poterci stare dentro tranquillamente. Girone e prima diretta andavano via senza troppi problemi, nel turno dei 16 trovava il toscano Parchi, più piccolo ma molto ostico. Luca riusciva comunque a domarlo, anche se con qualche fatica in più del previsto. E proprio la fatica sarà il peggior avversario nel turno dopo, dove il pisano Barsotti riuscirà a sconfiggerlo 7-6 dopo una autentica battaglia terminata all’ultimo secondo nel minuto supplementare. Comunque buonissima la prova di Luca, il solo rammarico è stato quello di evere avuto due atleti così vicini al podio, e vederselo sfuggire solo per un punticino. Aumenta il nostro credito con la fortuna, che quest’anno non ci ha proprio assistito, chissà che non si riesca a riscuoterlo proprio nella gara più importante, perchè ce lo mertiamo veramente……………..C’mooooon Ramon!!!

#RoadtoRiccione2019

3° Prova Interregionale GPG a Rapallo

Rapallo, 14 aprile 2018

Il podio della gara "Maschietti" con Luca al 3° posto e Lorenzo M. al 6° posto

Il podio della gara “Maschietti” con Luca al 3° posto e Lorenzo M. al 6° posto

Ultima trasferta ufficiale per i nostri U14, prima dei campionati italiani di Riccione. Quest’ultimo appuntamento è stato a Rapallo, in una giornata finalmente primaverile, anche se è sembrata solo una tregua in questo periodo piuttosto girgio dal punto di vista metereologico. Sicuramente più divertente il periodo schermistico, dove anche in questa occasione i nostri giovani atleti hanno fatto il loro passo avanti.

Le nostre gare sono iniziate al mattino di sabato con la categoria Ragazzi/Allievi. Gabriele e Lorenzo A chiudevano il girone con tre assalti vinti e due persi, Marco nonostante le vicissitudini di un giubbetto elettrico che decideva di non collaborare alla buona riuscita della trasferta, portava a casa la sua vittoria. Nella prima diretta passavano bene Gabriele, con il rappresentante di Pinerolo Olimpica Gagliardini, e Lorenzo, opposto al chivassese Bruno. Non superava lo scoglio Marco, al suo primo anno di scherma, che cedeva a Viarengo. Nel turno dei 16 perdevano entrambe i nostri atleti rimasti in gara, con Gabriele che soccombeva al torinese Garosi e Lorenzo allo spezzino Degioia. Peccato per il secondo, dal quale in questa gara ci si aspettava qualcosa di più. Al termine della competizione Gabriele era 10°, Lorenzo 14° e Marco 20°.

Tommaso e Matteo con le loro coppe della gara "Giovanissimi"

Tommaso e Matteo con le loro coppe della gara “Giovanissimi”

All’ora di pranzo era il turno dei primi due neo-campioni regionali Matteo e Tommaso, gara categoria “Giovanissimi”. Per entrambi una gara ancora una volta troppo condizionata dalla tensione, I due nostri 2006 lavorano tanto e migliorano, ma ancora la loro giovanissima età non gli fa trovare quella serenità necessaria per gestire pienamente l’emozione di una competizione, specie se la sentono alla loro portata. Matteo riusciva a perdere tre assalti nel girone che conduceva in comodo vantaggio, Tommaso partiva veramente troppo nervoso e solo negli ultimi match trovava una buona vena schermistica. Nella diretta Matteo cedeva allo spezziono Scotti, dopo un assalto molto discontinuo sul piano tattico, Tommaso lottava con Valente fino all’ultima stoccata, ma doveva anche lui lasciare il campo all’avversario. Classifica finale con Matteo 7° e Tommaso 8°.

I due ultimi campioni salgono in pedana nel primo pomeriggio, nella categoria “Maschietti”. Lorenzo M. chiude la prima fase con una sola sconfitta, patita dal n.1 d’Italia Poggio e solo al minuto supplementare. Una prima fase priva di paure con tante vittorie convincenti. Luca vinceva a fatica il primo match, poi alternava ottime prestazioni ad assalti un po’ sottotono, che gli portavano un parziale di quattro vittorie e due sconfitte. Per entrambi i nostri la prima diretta era solo una formalità, e l’accesso al tabellone degli otto meritato. Qui Luca trovava l’astigiano Pirolo, e dopo una partenza lenta, con l’avversario in vantaggio 0-3, inanellava 10 punti consecutivi che lo portavano in finale. Meno fortunato Lorenzo, che incappava nel n.16 d’Italia Polenghi, atleta del club di casa, e nonostante una fiera resistenza doveva cedere il passo. In semifinale Luca trovava il torinese Poggio, con il quale non era proprio giornata di miracoli, purtroppo.

Gara per tutti interlocutoria, forse la mente era già proiettata alla gara di Riccione, per gli U14 la gara dell’anno. abbiamo ancora un mese di lavoro, e cercheremo soprattutto di migliorare sul piano della gestione tattica ed emotiva degli assalti, che in gare importanti può fare la differenza più che un ulteriore progresso tecnico…..C’moooon Ramon!!

#RoadtoRiccione2018

Le gare U14 di Monguzzo e Rapallo #roadtoRiccione2018

Rapallo 18 febbraio 2018

Febbraio è stato un mese dove l’attività del Circolo si è concentrata sulla preparazione del rush finale della stagione in corso, che ci porterà alla gare più importanti di tutte le categorie.

Due sono state le gare alla quale hanno preso parte i nostri U14 : Monguzzo, in provincia di Como per il “trofeo Ferrante”, e Rapallo per la seconda prova stagionale del trofeo “Antico Castello”.

Lorenzo e il M° paolo alla gara di Monguzzo

Lorenzo e il M° paolo alla gara di Monguzzo

Nella gara comasca era in pedana Lorenzo A., nella categoria Ragazzi/Allievi. Buona partecipazione sia come numeri che come qualità dei partecipanti. Girone chiuso con una sola sconfitta patita dal bergamasco Belcastro solo al minuto supplementare. Un po’ di sofferenza nella prima diretta, poi un assalto al batticuore con il n.1 della gara Linelli, del circolo di Bresso, chiuso con una vittoria 15-14. Peccato per l’ultimo assalto tirato con il bustocco Gadda, chiuso con una sconfitta che precludeva la strada per il podio. Complessivamente una buona gara, che ha mostrato sicuramente dei progressi rispetto a quella poco fortunata di Asti.

Due podi per i nostri invece a Rapallo, entrambi nella categoria Maschietti/Giovanissimi. Luca e Matteo, che stanno diventando due solide realtà del Circolo, hanno occupato assieme il gradino più basso del podio. Per Luca è stata una bellissima gara, cominciata con un girone

Luca e Matteo con il M° Paolo dopo la premiazione a Rapallo

Luca e Matteo con il M° Paolo dopo la premiazione a Rapallo

fatto di 4 vittorie e 1 sola sconfitta, Proseguita conuna vittoria sul bustocco Sestagalli e poi l’incredibile vittoria per 10-4 su bergamasco Biondi, di un anno più grande e vincitore della prima prova. In semifinale cedeva dopo un bell’assalto al gallaratese Bonardi, vincitore della gara e n.8 del ranking italiano della categoria superiore. Gran bella gara, impreziosita anche dalla trofeo destinato al miglior classificato del 2007 (nonchè anche unico tra i primi 8). Bravo anche Matteo, che nonostante una giornata non brillantissima, da punto di vista nervoso (era veramente teso sin dal riscaldamento) è riuscito lo stesso ad agguantare il podio, dimostrando una certa solidità tecnica che gli consente oramai di piazzarsi tra i primissimi ad ogni gara. Adesso Matteo dovrà lavorare sulla parte emotiva, imparando a gestire meglio certe situazioni di stress che lo portano spesso a strafare. Considerando che parliamo di un 2006 direi che il tempo per migliorare c’è tutto, e noi non abbiamo nessuna fretta.

Peccato per gli altri nostri alfieri in gara, che non hanno mostrato fino in fondo i loro recenti miglioramenti. Tommaso è stato forse troppo condizionato dalla bella gara di Asti, sentendosi in dovere non solo di ripetersi ma anche di migliorarsi. Questo lo ha portato a perdere troppi assalti per 1 solo punto, ma anche questa è una utilissima esperienza che servirà a crescere in vista delle prossime gare. Marco alle prime gare della carriera dve riuscire ad acquisire quell’esperienza che serve per andare avanti in una gara, Gabriele lavora tanto ma in gara non riesce ancora a dare tutto quello che è nelle sue potenzialità

Si continua a lavorare, prossima tappa la gara nazionale di Assisi a fine marzo, e li andremo tutti a caccia del nostro prossimo miglioramento. C’mooooon Ramon!!!!

Le foto di Monguzzo e Rapallo

 

Trofeo Antico Castello di Rapallo: 5° posto per Matteo

Rapallo, 8 ottobre 2017

I nostri alfieri a Rapallo, da sx Tommaso, Matteo e Luca, accosciato Lorenzo

I nostri alfieri a Rapallo, da sx Tommaso, Matteo e Luca, accosciato Lorenzo

La stagione agonistica del nostro Circolo è cominciata a Rapallo con la gara organizzata dalla società locale, destinata alle categorie del Gran Premio Giovanissimi.

Non è andata male per i nostri sei portacolori, che hanno mostrato dei buoni progressi rispetto alla scorsa stagione e che proseguono il lavoro di allenamento per la prima uscita ufficiale dell’anno a Villa Guardia, quando in palio ci saranno punti per il ranking nazionale, oltre alla qualificazione per i campionati italiani di fine anno.

Il migliore dei nostri è stato Matteo Borgogno, che nella competizione per “Maschietti/Giovanissimi” si è classificato al 5° posto. Si sono fermati al turno precedente Tommaso Giraudo, Lorenzo Macera e Luca Juravle, che hanno concluso al 9°, 10° e 12°. Bravi Lorenzo e Luca che hanno affrontato la loro prima gara agonistica accorpati ai ragazzi di un anno più grandi.

Un po’ sottotono la gara dei più grandi, cioè Lorenzo Andruetto e Gabriele Ottonelli. Il primo era comprensibilmente emozionato per l’esordio con la nuova società, Lorenzo è infatti arrivato da noi quest’anno, Gabriele ha pagato il passaggio di categoria da “giovanissimo” a “ragazzo” trovandosi in una gara con gli “allievi” di un anno più grandi. Tutti e due sono stati eliminati al primo assalto di eliminazione diretta, un peccato per Lorenzo che ha subito la sconfitta per un niente.

Prossimo appuntamento su quel ramo del lago di Como, pronti a cominciare con il piede giusto il lungo cammino che ci porterà ai campionati nazionali di Riccione a Maggio 2018. C’mooooon Ramon!!!