CHIUDIAMO LA PRIMA PARTE DI GARE CON 3 MEDAGLIE D’ARGENTO

Torino, 25 aprile – Collegno 1/2 maggio 2021

Si chiude con la prima prova del Gran Premio Giovanissimi, il primo blocco di gare che hanno segnato la definitiva ripresa dell’attività agonistica, dai più piccoli della categoria Maschietti/Bambine, al loro esordio in una competizione ufficiale, fino agli Assoluti.

Il bilancio delle ultime due settimane, dove abbiamo schierato ben 6 cadetti nella gara di qualificazione di categoria disputata al Palazzetto Le Cupole di Via Artom, e con i nostri 12 GPG in gara a Collegno, è stato certamente positivo, anche se ci è mancata la prestazione “eccellente” che ci avrebbe fatto portare a casa almeno una meritata vittoria.

Matteo sul podio della gara Cadetti di Torino

Matteo sul podio della gara Cadetti di Torino

Complessivamente i nostri 18 atleti impegnati nelle varie categorie, hanno portato a casa 6 piazzamenti a podio, ed altri 7 sono riusciti a classficairsi nei primi otto. Nella gara di qualificazione dei cadetti, il migliore è stato Matteo, che ha terminato la sua performance andando a podio. Purtroppo soddisfazione fine a se stessa, perchè alla fase nazionale di qualificavano solamente in due, e con il terzo posto si restava fuori, ma è comunque una soddisfazione che motiverà per cercare di fare quell’ultimo miglioramento, necessario per ambire a posizioni importanti, soprattutto quando si andrà a competere fuori regione. Più indietro gli altri, che non hanno trovato una giornata particolarmente positiva, non riusciendo ad essere mai veramente in gara per conquistarsi uno dei due pass disponibili. Tommaso 6°, Lorenzo 7° e Marco 8°, hanno tutti perso nei quarti di finale, mentre Filippo e Gabriele sono rimasti fuori anche dai primi otto. Il Ciclo di gare di qualificazione per questi nostri ragazzi, si chiude con il solo Tommaso capace di centrare la qualificazione, per il campionato italiano “Giovani” che verrà disputato il prossimo 16 maggio a Riccione.

La premiazione della cat. Ragazzi/Allievi a Collegno

La premiazione della cat. Ragazzi/Allievi a Collegno

A Collegno, nel fine settimana del 1 maggio, sono tornati in gara i nostri 12 atleti del Gran Premio Giovanissimi. Nella prima giornata Luca è riuscito a centrare il podio, anche se era partito con altre ambizioni, una giornata non molto positiva lo ha però relegato sul gradino più basso del podio, uno stimolo per migliorare la qualità dell’allenamento in vista del secondo impegno ufficiale. Lorenzo non è partito con un girone brillante, ma ha saputo rifarsi nella diretta, dove è entrato nei primi otto, sconfitto poi nel derby con Luca. Dentro gli otto anche il terzo “allievo” del Circolo Leonardo, che timbrava il tirono alle gare con l’8° posto conclusivo. Fuori dagli otto i due nostri atleti della categoria “ragazzi” Giancarlo e Ramon, rispettivamente al 12° e 13° posto.

Vincenzo, Francesca e Francesco dopo la premiazione delle loro gare

Vincenzo, Francesca e Francesco dopo la premiazione delle loro gare

Il secondo giorno abbiamo fatto collezione di secondi posti. Vincenzo partiva benissimo con un girone di sole vittorie, si aggiudicava bene la prima diretta, e poi con una bella rimonta anche la semifinale con il torinese Poggio, per poi cedere in finale con il cuneese Bragoli. Nella stessa gara bravo anche Francesco, dopo un buon girone vinceva facilmente la diretta per entrare negli otto, anche se qui si poteva poi fare meglio, il 6° posto finale è certamente un buon inizio. Fuori dagli otto il solo Guido Maria, che dovrà lavorare ancora sull’aspetto dell’approccio emotivo alla gara, evidentemente lo patisce ancora troppo. Nella gara delle pari categoria femminile, Francesca giungeva anche lei alla finalissima, dopo avere perso un solo assalto nel girone, e vinto facilmente la semifinale sulla chivassese Anelli. In finale cedeva 8-10 alla torinese Marazzi. Anche per lei ci sarà da lavorare per migliorare l’ultimo passaggio, ma va detto visto la sua stagione iniziata praticamente a Natale, che è stata molto brava a difendersi fino alla fine. Infine, nella gara dei più piccoli della categoria “Maschietti”, raccogliamo ancora un argento grazie alla bella prestazione di Giacomo, un altro che quest’anno è stato poco presente perchè bersagliato dalla sfortuna. Portava a termine una buona gara, vincendo la prima diretta sul chivassese Le Delleter all’ultima stoccata, e invece la semifinale con ampio margine sul torinese Di Leo.

Riccardo, Amanda e Giacomo dopo la premiazione delle loro gare

Riccardo, Amanda e Giacomo dopo la premiazione delle loro gare

In finale cedeva all’altro torinese Bonino, ma resta lo stesso una gara importante. Nella stessa competizione esordiva nel suo primo impegno agonistico Riccardo, che otteneva un onorevole 8° posto. Tra le “Bambine”, finalmente entrava in gara anche Amanda, che si classificava al 3° posto, rispetto a Brescia ci sono stati dei passi avanti, ma dovrà ancora migliorare se vorrà provare a vincere la prossima volta.

Adesso abbiamo due impegni “nazionali”: il prossimo fine settimana riparte anche il circuito Master, quello riservato agli atleti “over”, con a Terni in pedana la nostra Lavinia. La settimana successiva ci saranno i campionati italiani per i cadetti ed i giovani a Riccione, con in gara in questa seconda categoria il nostro Tommaso, poi ripartiranno le gare regionali.

Altre foto della gara di Torino

Altre foto delle gare di Collegno (To)

Termina il 2020 con la premiazione dei nostri atleti

Torino, 30 dicembre 2020

20201230_122444L’ultimo allenamento dell’anno solare è coinciso anche con la premiazione di fine stagione. Quest’anno non siamo riusciti a fare la premiazione della stagione 2019/20 nella nostra palestra, come tradizione nei primi giorni di giugno, perchè in quel periodo non era ancora possibile accedere ai nostri locali per le ben note normative anti covid19. Abbiamo deciso di aspettare quando avremmo potuto fare qualcosa di più simile alle precedenti edizioni, ma purtroppo la crisi sanitaria continua a limitare le attività sportive, e così si è dovuto tutto limitare ad una sobria cerimonia di consegna degli attestati e dei premi. Non è stato possibile fare nulla di più, saltando anche quegli eventi conviviali degli anni scorsi che seguivano questi momenti, ma abbiamo voluto lo stesso dare almeno la possibilità di seguire a distanza, facendo una diretta tramite la piattaforma ZOOM, la stessa utilizzata per i nostri allenamenti a distanza.

Sono stati premiati tutti i nostri campioni regionali della stagione 2019/20 : Lorenzo Andruetto per la categoria “Giovani/Cadetti”, Francesca Andruetto per la categoria “Bambine”, la squadra “Ragazzi/Allievi” composta da Tommaso Giraudo, Leonardo Naddei, Luca Juravle e Lorenzo Macera. Per tutti un diploma d’onore ad un passante bipolare di ultima generazione offerto dal Circolo. Menzione speciale per la nostra atleta “più grande” Lavinia Martini, vincitrice la scorsa stagione della Coppa Italia Master della sua categoria.

Successivamente sono stati premiati tutti i partecipanti ad almeno una prova del nostro torneo sociale, suddiviso in due categorie. Per i più piccoli del settore U12 ha vinto Vincenzo Laera, dopo un testa a testa con il compagno Guido Maria Frangioni, risolto solo all’ultima prova. Prima delle bambine Amanda Traverso, che ha anticipato nella classifica complessiva Francesca Andruetto, quest’ultima però capace di vincere una prova del torneo davanti a tutti i maschietti. Tra i grandi la vittoria è andata a Matteo Borgogno, atleta al primo anno della categoria Cadetti, che si era aggiudicato il torneo già con una prova d’anticipo. Piazza d’onore per Tommaso Giraudo, vincitore di due prove (la prima e l’ultima), a completare il podio Luca Juravle, primo degli U14, vincitore a sua volta di una prova. Per tutti i partecipanti c’è stata una medaglia, un diploma di merito, un cesto di prodotti dell’Azienda agricola AUREA, per i vincitori inoltre un premio speciale costituito da un lingotto artistico d’argento del peso di un’oncia.

Infine, il premio più importante, quello di “Atleta dell’anno 2019/20” del nostro sodalizio. Non è stata una scelta facile, perchè lo scorso anno la stagione si è interrotta a metà, proprio quando i nostri ragazzi stavano cominciando una crescita agonistica importante, per cui abbiamo anche attinto alle stagioni precedenti, volendo premiare non solo i risultati agonistici, ma anche la partecipazione agli allenamenti, alle competizioni ed a tutti gli eventi proposti dal Circolo. Il premio, veramente per poco, è andato a Tommaso Giraudo, che succede nel prestigioso albo d’oro a Luca Juravle. Per lui diploma d’onore ed un guanto JKO della EUROFENCING offerto dal Circolo.

Breve gallery della premiazione sociale 2020

Piemonte Zona Arancione : RIPARTONO GLI ALLENAMENTI

Torino, 29 novembre 2020

downloadA partire da oggi il Piemonte sarà “Zona Arancione”, un livello di rischio medio-alto, ma inferiore al precedente. Questa cambio di situazione, ci consente di riprendere gli allenamenti “in presenza”, già a partire dalla giornata di domani. L’alleggerimento delle restrizioni ha avuto origine dall’abbassamento degli indici di rischio pandemico, determinati dal ministero della sanità e dal Cts, questo per effetto dei sacrifici e delle rinuncie alle nostre buone abitudini che abbiamo applicato nelle scorse 3 settimane. Il Circolo è stato tra le realtà che, nonostante potessero proseguire l’attività in palestra, ha voluto prendere parte a questo momento di grave crisi in modo attivo, chiudendo le porte e ritornando all’attività a distanza tramite la piattaforma ZOOM. Ci sentiamo quindi fieri della nostra decisione, e della condivisione che ha trovato presso le famiglie ed i ragazzi, questi ultimi nonostante non vedessero l’ora di tornare in sala scherma, si sono applicati con impegno e costanza nella attività “ridotta”. Abbiamo quindi dato il nostro contributo, che anche se minimo e sicuramente non determinante in senso assoluto, è stato comunque importante per l’esempio civico che lo sport dovrebbe sapere dare sempre, e non solo in modo retorico quando tutto va bene.

Il ritorno in palestra non prescinde da tutte le norme ed i protocolli che sono comunque in vigore, tra l’altro proprio in occasione del licenziamento del DPCM 6 novembre 2020 da parte del governo, la Federscherma ha ulteriormente inasprito il protocollo di allenamento. Nei punti salienti, si è ribadito che non potranno essere utilizzati gli spogliatoi e le docce, pertanto i ragazzi dovranno arrivare possibilmente già cambiati, e così dovranno andare via al termine degli allenamenti. La mascherina dovrà essere tenuta bene indossata sul volto, per tutto il tempo di permanenza nella struttura, anche durante la fase attiva dell’allenamento. Per chi proviene da un comune di residenza diverso da Torino, sede del Circolo, dovrà avere con sè la documentazione che è stata inviata a tutti i soci, mentre per i residenti non è necessaria. Abbiamo modificato gli orari in funzione anche di un comodo ritorno a casa da parte di tutti, in considerazione del limite delle 22 per gli spostamenti senza autocertificazione.

Abbiamo pensato anche a quelli che non potranno essere presenti agli allenamenti, rimarrà quindi attiva la possibilità di collegarsi alla piattaforma ZOOM per seguire almeno la parte di preparazione atletica del Lunedì, Mercoledì e Venerdì. Restano sospesi i corsi di avviamento, che speriamo di potere riprendere dopo le festività natalizie, sempre considerando l’evoluzione della situazione sanitaria con le eventuale restrizioni all’attività in presenza.

Comunicato stampa n° 2 – stagione 2010-2021

Torino, 14 novembre 2020

IL CIRCOLO RAMON FONST PROSEGUE L’ATTIVITÀ CON GLI ALLENAMENTI SULLA PIATTAFORMA ZOOM: UNA SCELTA DI RESPONSABILITÀ

Nel mese di settembre il Circolo della Scherma Ramon Fonst era ripartito a pieno regime con l’attività di addestramento e preparazione degli atleti in palestra. Anche se erano ben consci che di gare non si sarebbe riparlato fino al nuovo anno, in due mesi di intenso lavoro gli atleti avevano recuperato un accettabile stato di forma e affinato i fondamentali tecnici. “Le procedure del protocollo Covid-19 ci ponevano vincoli non indifferenti, ma atleti e tecnici hanno dimostrato una grande capacità di adattamento, impensabile senza una genuina passione. – sottolinea il presidente, Paolo Cuccu – La stessa capacità i nostri atleti la stanno dimostrando da un paio di settimane, cioè da quanto siamo ritornati agli allenamenti a casa in collegamento telematico, resi possibili dalla piattaforma Zoom”. In realtà, nonostante le recenti restrizioni agli spostamenti e alle attività di vario genere in Piemonte, gli allenamenti in palestra avrebbero potuto proseguire. “Il Direttivo del Circolo ha riflettuto sull’opportunità o meno di continuare a convocare gli atleti in palestra, con tutte le precauzioni e gli accorgimenti adottati sin dall’estate scorsa. La scelta unanime è stata quella di fermarci, per partecipare allo sforzo dell’intera comunità nazionale per il contrasta alla pandemia. Lo sport non è e non può essere una sorta di isola felice estranea al contesto sociale ed economico nazionale. Dobbiamo tutti fare la nostra parte per battere il Covid-19, nella convinzione che la funzione educativa dello sport e della nostra disciplina in particolare si estrinseca proprio in scelte di responsabilità come questa. Tutti insieme stiamo contrastando il contagio e, quando sarà possibile, ritrovarsi prima in palestra e poi in gara ci farà apprezzare ancora di più il privilegio che ci è dato: quello di insegnare e di praticare la scherma”. Nella fase attuale gli atleti del Circolo Ramon Fonst possono contare sull’esperienza positiva vissuta, nonostante le immaginabili difficoltà, nella primavera scorsa, quando il sodalizio aveva prodotto contenuti multimediali, distribuiti ai soci tramite il canale YouTube della società. I filmati concernenti le sedute di allenamento atletico da svolgere a casa, con l’ausilio di attrezzi e oggetti che tutti posseggono, sono stati e sono molto utili agli atleti di tutte le categorie. Il maestro Paolo Cuccu ha anche preparato una scheda dedicata alla preparazione e alla cura dei gesti schermistici, con esercizi speciali che richiedono l’utilizzo di una semplice pallina da tennis. Un altro filmato tutorial ha consentito a tutti la creazione a casa di un vero e proprio bersaglio da allenamento, realizzato utilizzando cartone, spugna e colla. Altri video comprendono le schede di allenamento settimanali create dal preparatore atletico Giancarlo Calanni. Ogni scheda è oggetto di un video, che consente una migliore comprensione dell’esecuzione dei movimenti ed è correlata ad un file pdf, che gli atleti hanno ricevuto via e-mail. La novità più recente del canale YouTube del Circolo è il notiziario “TG Ramon Fonst”, che, con cadenza quindicinale, informa i soci, le famiglie e i semplici appassionati sulle iniziative del sodalizio, proponendo le testimonianze dei maestri di scherma e degli atleti. In primavera come nelle ultime due settimane, ad affiancare il canale tematico su YouTube ci sono le sedute di videoallenamento rese possibili dalla piattaforma Zoom, tre volte la settimana con il preparatore atletico e un’altra con il maestro Paolo Cuccu. Il Circolo della Scherma Ramon Fonst a.s.d. ha sede a Torino, strada Castello di Mirafiori 57/3. Nel periodo in cui la palestra è chiusa per informazioni si può contattare il presidente, maestro Paolo Cuccu al numero telefonico 329-8450469 o scrivere a info@ramonfonst-scherma.it

SITUAZIONE COVID19 : COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE

Torino, 7 novembre 2020

Carissimi atleti e familiari,

la giornata di ieri è stata particolarmente convulsa, dalla mattina fino a tarda serata si sono accavallate le comunicazioni tra la Federazione, il CONI ed il comitato regionale, per capire se e come potesse eventualmente essere possibile proseguire l’attività di allenamento in presenza, cioè in palestra. L’ultimo DPCM del 3 novembre aveva infatti modificato il punto E del comma 1, quello che nel precedente documento ci consentiva di proseguire l’attività con la certificazione della Federazione, e adesso richiedeva l’ulteriore verifica da parte del CONI. Già nella mattinata questa arrivava, consentendo di fatto la ripresa delle attività per lunedì 9 novembre.

Questo atto della Federazione è comprensibile nell’ottica della gestione nazionale dell’attività, là dove la gran parte delle regioni è risultata rientrante nello scenario di restrizioni più blando, avendo la situazione sanitaria ancora sotto controllo. Nello specifico nella nostra realtà non è stato così, con il Piemonte inserito nello scenario peggiore, ovvero la Zona Rossa, quella con le restrizioni più pesanti.

Noi facciamo sport, non politica, e dobbiamo fare le nostre valutazioni in questa ottica. Personalmente, quale presidente e Maestro responsabile del Circolo, sono sempre convinto dell’enorme importanza che lo sport rivesta nella nostra società, rafforzato durante un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando in questo 2020, quando mancano per primi i riferimenti certi per i ragazzi. La possibilità di proseguire con una qualche normalità, potere ancora avere dei rapporti umani, degli obiettivi, è fondamentale in particolare nel periodo più delicato dell’adolescenza. Lo sport insegna le regole non solo del gioco, ma anche del vivere sociale, del rispetto reciproco, dando consapevolezza del proprio importante ruolo nella società. Lo sport forma il cittadino, assieme alla scuola ed alla famiglia.

Il nostro sport, in particolare, introduce anche altri fondamentali elementi come la sicurezza. Il calzino lungo fa parte di questo apparato di DPI che lo schermitore deve sempre indossare, e spesso ho insistito su questo dettaglio solo apparentemente poco importante. Il messaggio che si vuole fare passare è molto semplice: impara a proteggerti, e così a proteggere gli altri.

In uno scenario come quello attuale, impone quindi una riflessione non semplice, su quello che debba essere più importante: il ruolo sociale. Sarebbe quindi non coerente con l’importanza che ha un calzino rispetto non attribuire lo stesso alla mascherina. Sarebbe altrettanto incoerente non proseguire ad insegnare ai nostri atleti a proteggersi e proteggere gli altri.

E per questo motivo, dopo essermi confrontato con gli altri consiglieri, abbiamo deciso che la palestra lunedì non riaprirà i battenti, ma proseguiremo con gli allenamenti a distanza sulla piattaforma ZOOM, questo fino a quando il Piemonte, e la zona di Torino, saranno considerati quali Zona Rossa, e ripeteremo questa procedura anche in futuro.

Siamo chiamati tutti a fare la nostra piccola parte per uscire da questa crisi sanitaria, e lo sport non può tirarsi indietro in virtù proprio di tutti quei principi educativi che da sempre gli vengono attribuiti. Se siamo stati, e saremo, un esempio di resilienza, dobbiamo anche essere un esempio di sacrificio per il bene comune. Con la speranza, oltre che l’auspicio, che tutti vogliano fare la propria piccola parte, dimostrando di essere una comunità coesa e forte, perché solo così supereremo questo ostacolo.

Grazie a tutti

Maestro Paolo Cuccu

Presidente Pro Tempore