Da settembre ripartono le lezioni di prova

Dal 19 settembre ripartono le lezioni di prova per i nostri corsi di avviamento di fioretto e spada. Potranno provare gratuitamente tutti i bambini e ragazzi nati dal 2006 al 2014. Per giorni e orari potete contattare il numero 329.8450469 oppure email info@ramonfonst-scherma.it

 

Senza titolo-1

58° Gran Premio Giovanissimi

Riccione, 12-14 maggio 2022

Il nostro Edoardo si appresta a cominciare il primo campionato italiano della sua carriera

Il nostro Edoardo si appresta a cominciare il primo campionato italiano della sua carriera

La chiusura agonistica di questa stagione è stata affidata al Gran Premio Giovanissimi, la più importante kermesse nazionale degli Under14, dove ogni anno si assegnano i titoli tricolore per le categorie dai Maschietti e Bambine fino agli Allievi. Chiusura, come detto, ancora purtroppo il linea con una stagione decisamente sottotono per i nostri atleti. Nonostante la lunga stagione ricca di imprevisti e infortuni, qualche aspettativa in più si nutriva, visto che che nelle ultime settimane si era riusciti a riprendere il giusto ritmo degli allenamenti, ma evidentemente non sono bastate per recuperare quanto perso durante l’anno.

L’apertura delle gare per il nostro Circolo è stata il secondo giorno, con la categoria Maschietti, non avendo avuto nessun Giovanissimo che abbia voluto affrontare la trasferta. In pedana Edoardo Barettini e Alessio Zuddas. Gara diversa da tutte le altre di Riccione, in quanto per i più piccoli il regolamento prevede un doppio turno di girone, e poi una eliminazione diretta per il primo 80% della classifica dopo la prima fase. Molto emozionati, i nostri partivano decisamente maluccio, raccimolando una sola vittoria in due nel primo turno di girone. Un pochino meglio nel secondo giro, dove sia Edoardo che Alessio riuscivano a vincere rispettivamente tre e due assalti. Per il primo erano sufficienti per accedere al tabellone della diretta, mentre Alessio risultava il primo degli eliminati del primo turno, la sfortuna non ci ha abbandonato fino alla fine. Nel primo turno della diretta, il tabellone da 128, terminava anche la gara di Edoardo, e si andava così al secondo giorno.

Il venerdì avevamo in pedana la nostra Francesca Andruetto, nella categoria Ragazze, in cerca di una conferma del risultato di ottobre, dove approdò al tabellone da 32, ma anche di rilanciare un 2022 privo di risultati al livello dell’anno precedente. Purtroppo Francesca non riusciva ad ingranare subito, ed il girone terminava con all’attivo una sola vittoria, ed almeno altri due match buttati via per troppo nervosismo e poca lucidità. Francesca superava agevolmente il primo match della diretta, ma approdata al tebellone da 64 doveva cedere il passo in modo netto, chiudendo al 57° posto il suo campionato italiano.

Sabato, nell’ulltimo giorno, in pedana due categorie, al mattino gli Allievi, i più grandi in gara, e al pomeriggio i Ragazzi. Nella prima gara avevamo in lizza Giancarlo Fassinotti e Ramon Soncin. Dopo la buona prestazione di entrambi a Cavour, ci si aspettava una conferma, invece è stato purtroppo un piccolo passo indietro. Nel girone della prima fase meglio Giancarlo con tre vittorie ed altrettante sconfitte, mentre Ramon vinto il primo assalto subiva un lungo passaggio a vuoto, dove inanellava cinque sconfitte. Non andava meglio nella fase di elimninazione diretta, con entrambi i nostri atleti eliminati al primo turno, ovvero il tabellone da 128.

Ultime carte da giocare con i Ragazzi Francesco Garau, Guido Maria Frangioni e Vincenzo Laera. Primo quest’ultimo usciva meglio di tutti dal girone, con quattro vittorie e una sola sconfitta per 4-5. Malòuccio Guido Maria, con due sole vittorie, e Francesco con soltanto una. Nel primo turno della diretta il solo Vincenzo approdava al tabellone daa 64, mentre Guido Maria e Francesco venivano sconfitti ed eliminati. Al turno successivo terminava anche la gara del nostro ultimo atleta in gara, Vincenzo chiudeva così al 40° posto.

Tutte le categorie in gara a Cavour

Cavour (To), 23 aprile 2022

I nostri atleti delle categorie Ragazzi e Allievi. Da sinistra Vincenzo, Francesca, Giancarlo, Guido Maria, Ramon e Francesco

I nostri atleti delle categorie Ragazzi e Allievi. Da sinistra Vincenzo, Francesca, Giancarlo, Guido Maria, Ramon e Francesco

Si concludono le gare regionali con le competizioni di Cavour, dove in una giornata interamente dedicata al fioretto si sono confrontati con i pari età piemontesi, i nostri atleti dalla categoria dei più piccoli Maschietti (2011) fino alla gara della massima categoria degli Assoluti.

Giornata del fioretto, non premiata da numeri adeguati a quanto meriterebbe il nostro sport, questa volta sia in ambito maschile che femminile, con un drammatico livellamento di numeri verso il basso. Da una parte mette un po’ con l’acqua alla gola il nostro movimento, dall’altra parte apre però grandi prospettive a chi vuole affacciarsi nel nostro mondo, basta farlo con il giusto impegno e magari anche un buona predisposizione al movimento sportivo. Chiudiamo questa introduzione nella speranza che possa essere letta da tanti, e magari faccia venire un po’ di curiosità a qualcuno, in vista dei corsi di avviamento che ripartiranno il prossimo mese di settembre.

Prima gara della giornata quella dei più grandi tra gli Under14, i “Ragazzi/Allievi” (2008/2009), sia maschile che femminile. Meno numerose entrambe le gare rispetto alla analoga di un mese fà a Torino, ma sempre utile per fare esperienza in vista dell’ultimo atto stagione di Riccione. Tra i maschi abbiamo avuto due atleti piazzatisi nei top8 della gara, Ramon Soncin al 6° posto e Giancarlo Fassinotti al 7°, per entrambi una buona prova. Per Ramon era importante ottenere un buon piazzamento dopo una stagione po’ così, a premiare comunque i suoi sforzi, mentre Giancarlo conferma i miglioramenti di questo periodo, arrivando a vincere una medaglia con buona autorità. Fuori di un soffio Guido Maria Frangioni e Vincenzo Laera, entrambi della categoria “Ragazzi”. Guido Maria perde di un solo punto dal forte cuneese Maino, di un anno più grande, ma rispetto a Torino a sicuramente tirato con maggiore grinta, Vincenzo era sconfitto al tempo dal torinese Poggio, un assalto spigoloso e nervoso, forse anche troppo vista l’età dei contendenti, aspetto su cui dovranno lavorare più gli adulti che i bambini. In gara anche Francesco Garau, che però veniva purtroppo eliminato subito. Tra le fanciulle poca gloria anche per la nostra Francesca Andruetto, che bissava la gara negativa di Torino, per questi ultimi due nostri portacolori un 2022 che non sta portando grandi soddisfazioni sportive.

I nostri Maschietti, da sx: Alessio, Gabriele e Edoardo

I nostri Maschietti, da sx: Alessio, Gabriele e Edoardo

A seguire in pedana è stata la volta nei nostri tre meschettieri della categoria “Maschietti”. Per loro sono le primissime competizioni, a manca ancora esperienza, e anche quel pizzico di malizia per vincere gli incontri più ostici. Bravi comunque, in una gara da numeri ridotti e tutt’altro che semplice. Matteo Barettini si piazza al 6° posto, mentre Alessio Zuddas al 7°, resta fuori dalla top8 Gabriele Baldo, sconfitto per una sola stoccata nel match valevole per l’ingresso nella zona medaglie.

Per il nostro Circolo la giornata si è conclusa con la gara Assolta, valida come qualificazione per la Coppa Italia. Difficile sia per il livello della partecipazione, che per l’età dei nostri che restano sempre il gruppo più giovane in gara. Abbiamo pagato anche questa gioventù, specie quando si incotrano atleti adulti decisamente più scafati, ma con il tempo impereremo anche a gestire la parte emotiva della prestazione, oltre che quella prettamente tecnica. Piazziamo due atleti nella top8 della gara con Tommaso Giraudo al 5° posto e Luca Juravle al 6°, fuori nel turno dei 16 Matteo Borgogno e Marco Dealessi, mentre ensce alla prima tornata dell’eliminazione diretta Filippo Alfano, che ha pagato una lunga assenza dalle competizioni. Nel complesso ci sono stati passi avanti rispetto alle ultime uscite nella nostra squadra. Tommaso e Luca hanno dominato il loro girone, il primo con tutte vittorie ed il secondo una sola sconfitta. Bravo anche Matteo con 4 vittorie, e sopratutto una migliore gestione nei passaggi più nervosi, almeno se gli assalti sono a 5 stoccate. Marco chiude con 2 vittorie un girone abbastanza ostico, malino Filippo che torna dopo 8 mesi ad una gara, e paga la mancanza di ritmo.

Adesso sotto con le ultimissime competizioni, quelle più imòportanti che sole valgono una stagione, e ci giocheremo tutto in poco più di due settimane, poi si comincerà a lavorare per la prossima stagione, dove non mancheranno le novità.

Foto gallery delle categorie GPG

Foto gallery della gara Assoluta

Torino – 2a prova regionale GPG

Torino, 13 marzo 2022

La premiazione della categoria Maschietti, con i nostri arancioneri Gabriele 5° e Edoardo 8°

La premiazione della categoria Maschietti, con i nostri arancioneri Gabriele 5° e Edoardo 8°

Si è finalmente disputata la seconda prova regionale del Gran Premio Giovanissimi, valida per la qualificazione alla fase finale che si svolgerà anche quest’anno a Riccione. Per i nostri giovanissimi atleti, si tratta di una manifestazione Under14, è stata una uscita una po’ beno brillante rispetto a quelle del passato, dove al termine delle varie categoria avevamo sempre centrato qualc he piazzamento a podio, questa volta ne siamo rimasti fuori. Ma le gare sono così, come anche le stagioni, a volte si riesce a dare il massimo, a volte meno come in questo caso.

I migliori delle varie categoria sono stati Guido Maria Frangioni, che nella gara dei più grandi dei Ragazzi/Allievi, concludeva la 7° posto, frutto di un girone equilibrato tra vittorie e sconfitte, e la vittoria nel derby con Giancarlo Fassinotti nel match valido per l’ingresso nei Top-8. Lo stesso Giancarlo, dopo un girone con una sola sconfitta, cedeva alla seconda diretta al compagno di squadra, giungendo al 10° posto. Tra i due si è piazzato Vincenzo Laera, al 9° posto, fermato alle porte dei migliori 8 dal cuneese Bragoli. In gara anche Ramon Soncin e Francesco Garau, che terminavano anzitempo la gara già al primo incontro dell’eliminazione diretta. Nella analoga competizione femminile, con solo sette partecipanti al via, Francesca Andruetto non riusciva a vincere alcun assalto, la sua peggiore prestazione in carriera. Sicuramente per tutti i più grandi è stata una mancata conferma dei progressi visti nell’ultimo periodo, e per qualcuno anche un passo indietro, ma nello sport quando si va male si reagisce con una grande presenza agli allenamenti ed un immediato ritorno alle gare, pronti al riscatto.

Nella gara dei più piccoli della nostra “Academy” di fioretto, categoria “Maschietti” (2011), abbiamo avuto ben 3 atleti presenti tutti all’esordio in una competizione agonistica, l’inizio di un percorso che li porterà nel breve ai Campionati Italiani e nel lungo speriodo ad una carriera sportiva ricca di soddisfazioni. Il più bravo è stato Gabriele Baldo, che al termine di questa sua prima gara restava ai piedi del podio, classificandosi al 5° posto, alle sue spalle Edoardo Barettini, 8° classificato, che nell’incontro di eliminazione diretta estrometteva dai top-8 il compagno Pietro Porqueddu.

Comunque è stato importante per tutti avere avuto la voglia, e anche il coraggio, di mettersi in gioco ancora una volta, partecipando alla competizione, sostenendosi a vincenda durante i match, e dando vita ad un fondamentale spirito di squadra, senza il quale si è solo degli anonimi iscritti ad un corso sportivo, mentre noi siamo una squadra agonistica, che è ben altra cosa. Causa questo recupero, la prossima gara sarà già la prossima settimana a Lucca, per la seconda prova nazionale, dove in palio ci saranno punti pesanti per il ranking, e dove ci aspettiamo che si riprenda il percorso di crescita, ritornando ai consueti livelli.

La Photo Gallery della gara di Torino

Assoluti a Verona e GPG all’International Fencing di Brescia

Verona/Brescia, 12/13 febbraio 2022

I nostri atleti a Verona durante la fase di riscaldamento

I nostri atleti a Verona durante la fase di riscaldamento

Doppio impegno nel fine settimane di gare a Verona e Brescia, ritorno alle competizioni dopo le gare rimandate dell’ultimo weekend di gennaio.

Sabato 12 a Verona, nel palazzetto sportivo della città a fianco dello stadio Bentegodi, sono saliti in pedana i nostri atleti Matteo Borgogno, Tommaso Giraudo e Marco Dealessi per la gara di qualificazione Zona 1, utile per accedere allo prova nazionale di Lucca. I nostri tre portacolori, tutti ancora nella categoria “Cadetti”, non sono riusciti a conquistare uno dei posti utili per la qualificazione, anche se protagonisti di una gara in linea con i progressi della stagione. Il migliore è stato Tommaso, come anche nella prima prova di Riva del Garda, che superato il girone della prima fase, riusciva anche a vincere il primo assalto del tabellone di eliminazione diretta, fermandosi però nuovamente nel tabellone da 128. Matteo, assente per un infortunio alla prima prova, superava anche lui il girone eliminatorio, ma si arenava al primo match di eliminazione diretta. Marco non riusciva anche stavolta a vincere alcun assalto, rimanendo a bocca asciutta fuori nella prima fase di gara, ancora a caccia della prima vittoria nella categoria più importante del circuito.

Guido Maria durante l'esecuzione dell'inno nazionale

Guido Maria durante l’esecuzione dell’inno nazionale

Domenica 13 si ritorna subito in pedana in quel di Brescia, per la terza edizione dell’International Fencing Challenge, una gara Under14 che sta acquisendo sempre maggiore importanza nel panorama della scherma mondiale, tanto da essere considerata seconda solo alla celebre Marathon di Parigi, disputata proprio la settimana precedente. Gara internazionale, con giovanissimi atleti provenienti da 15 paesi, oltre naturalmente che da tutta Italia. Per il nostro Circolo questa volta era in pedana il solo Guido Maria Frangioni, nella gara “Ragazzi/Allievi”, e proprio a dimostrazione di quanto questa gara sia oramai partecipata, nel girone incrociava le lame con l’israeliano Koren che a Parigi è giunto al 3° posto. Il nostro Guido Maria teneva alta la bandiera della nostra società, concludendo con 3 vittorie la prima fase, tra cui anche una vittoria “internazionale” con un atleta spagnolo. Saltata la prima diretta, per il piazzamento dopo il girone al 42° posto, sfidava il bresciano Arcaini, atleta di un anno più grande (Guido Maria è categoria “Ragazzi” 2009), riuscendo a dare comunque aspra battaglia, e venendo sconfitto solo alle ultime stoccate.

Prossimo appuntamento agonistico per i nostri atleti sarà a La Spezia, che dopo la prima ospiterà anche la seconda prova di qualificazione della categoria “Giovani”, dove scenderanno in pedana Matteo Borgogno e Tommaso Giraudo, qualificatisi dopo le due prove nazionali “Cadetti”, ed il rientrante Lorenzo Andruetto. Per gli Under14, gara il 13 marzo a Torino, per la seconda prova regionale di qualificazione per il Gran Premio Giovanissimi.

FOTO – Qualificazione Assoluti ZONA 1 Verona

FOTO – International Fencing Challenge a Brescia