SITUAZIONE COVID19 : COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE

Torino, 7 novembre 2020

Carissimi atleti e familiari,

la giornata di ieri è stata particolarmente convulsa, dalla mattina fino a tarda serata si sono accavallate le comunicazioni tra la Federazione, il CONI ed il comitato regionale, per capire se e come potesse eventualmente essere possibile proseguire l’attività di allenamento in presenza, cioè in palestra. L’ultimo DPCM del 3 novembre aveva infatti modificato il punto E del comma 1, quello che nel precedente documento ci consentiva di proseguire l’attività con la certificazione della Federazione, e adesso richiedeva l’ulteriore verifica da parte del CONI. Già nella mattinata questa arrivava, consentendo di fatto la ripresa delle attività per lunedì 9 novembre.

Questo atto della Federazione è comprensibile nell’ottica della gestione nazionale dell’attività, là dove la gran parte delle regioni è risultata rientrante nello scenario di restrizioni più blando, avendo la situazione sanitaria ancora sotto controllo. Nello specifico nella nostra realtà non è stato così, con il Piemonte inserito nello scenario peggiore, ovvero la Zona Rossa, quella con le restrizioni più pesanti.

Noi facciamo sport, non politica, e dobbiamo fare le nostre valutazioni in questa ottica. Personalmente, quale presidente e Maestro responsabile del Circolo, sono sempre convinto dell’enorme importanza che lo sport rivesta nella nostra società, rafforzato durante un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando in questo 2020, quando mancano per primi i riferimenti certi per i ragazzi. La possibilità di proseguire con una qualche normalità, potere ancora avere dei rapporti umani, degli obiettivi, è fondamentale in particolare nel periodo più delicato dell’adolescenza. Lo sport insegna le regole non solo del gioco, ma anche del vivere sociale, del rispetto reciproco, dando consapevolezza del proprio importante ruolo nella società. Lo sport forma il cittadino, assieme alla scuola ed alla famiglia.

Il nostro sport, in particolare, introduce anche altri fondamentali elementi come la sicurezza. Il calzino lungo fa parte di questo apparato di DPI che lo schermitore deve sempre indossare, e spesso ho insistito su questo dettaglio solo apparentemente poco importante. Il messaggio che si vuole fare passare è molto semplice: impara a proteggerti, e così a proteggere gli altri.

In uno scenario come quello attuale, impone quindi una riflessione non semplice, su quello che debba essere più importante: il ruolo sociale. Sarebbe quindi non coerente con l’importanza che ha un calzino rispetto non attribuire lo stesso alla mascherina. Sarebbe altrettanto incoerente non proseguire ad insegnare ai nostri atleti a proteggersi e proteggere gli altri.

E per questo motivo, dopo essermi confrontato con gli altri consiglieri, abbiamo deciso che la palestra lunedì non riaprirà i battenti, ma proseguiremo con gli allenamenti a distanza sulla piattaforma ZOOM, questo fino a quando il Piemonte, e la zona di Torino, saranno considerati quali Zona Rossa, e ripeteremo questa procedura anche in futuro.

Siamo chiamati tutti a fare la nostra piccola parte per uscire da questa crisi sanitaria, e lo sport non può tirarsi indietro in virtù proprio di tutti quei principi educativi che da sempre gli vengono attribuiti. Se siamo stati, e saremo, un esempio di resilienza, dobbiamo anche essere un esempio di sacrificio per il bene comune. Con la speranza, oltre che l’auspicio, che tutti vogliano fare la propria piccola parte, dimostrando di essere una comunità coesa e forte, perché solo così supereremo questo ostacolo.

Grazie a tutti

Maestro Paolo Cuccu

Presidente Pro Tempore

Nasce il TGRF, il quindicinale di videoinformazione del Circolo

Torino, 31 ottobre 2020

La sigla iniziale del nostro TG

La sigla iniziale del nostro TG

Abbiamo caricato la prima puntata della nuova iniziativa promozionale del Circolo, si intitola : TGRF – IL CIRCOLO IN-FORMA

Si tratta di una rubrica video a cadenza quindicinale, con un format che richiama quello dei telegionali, all’interno del quale vedrete il riassunto delle attività del nostro addetto stampa Michele Fassinotti, giornalista professionista che da due anni cura la comunicazione del Circolo, il punto tecnico del Maestro Paolo Cuccu, ed a rotazione interviste con il nostro staff magistrale e gli atleti, nonchè anche i membri del nostro consiglio direttivo.

In questa prima puntata, oltre ai due ospiti fissi già citati, troverete le interviste al preparatore atletico dott. Giancarlo CALANNI, ed agli atleti : Lorenzo ANDRUETTO (campione regionale U20), Luca JURAVLE (campione regionale Giovanissimi) e Tommaso GIRAUDO (2 titoli regionali a squadre U14).

Naturalmente è solo la prima puntata, nelle successive contiamo di migliorare, anche grazie ai suggerimenti che auspiachiamo arrivino dai nostri soci e dagli spettatori. Per il momento….Buona Visione a tutti e non dimenticate di metterci un “MI PIACE” al nostro canale video!!!

TGRF – Puntata del 31.10.2020

Lo sport riapre: Ripartiamo in sicurezza

Torino 23 maggio 2020

Stiamo lavorando per voi. Vogliamo al più presto tornare ad avere una palestra piena delle voci dei nostri ragazzi affaticati dallo sport

Stiamo lavorando per voi.
Vogliamo al più presto tornare ad avere una palestra piena delle voci dei nostri ragazzi affaticati dallo sport

Come tutti già saprete, il governo ha dato il via libera alla ripresa graduale dell’attività sportiva, non più solo per gli atleti professionisti e classificati dalle federazioni di Interesse Nazionale, ma anche per tutti gli altri. Sarà una ripresa graduale, come già detto in apertura, che riguarderà quella tipologia di allenamento che deve essere svolta in palestra, in quanto specifica dello sport praticato. Ci dovranno essere tutte le prescrizioni di sicurezza previste dal documento “Linee-Guida ai sensi dell’art. 1, lettere f e g del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020. Modalità di svolgimento degli allenamenti per gli sport individuali.” e dal “Protocollo delle modalità di svolgimento degli allenamenti  nella disciplina della Scherma”, quest’ultimo tassello fondamentale perchè inerente alla nostra disciplina, e rilasciato dalla Federazione Italiana Scherma nella serata di ieri.

Naturalmente i ristretti tempi di infomazione non permetteranno una ripresa già per lunedì 25 maggio, come autorizzato dal governo, ma si dovrà aspettare i primi di giugno, quando avremo completato le operazioni di ingenizzazione e sanificazione dei locali, tramite il conferimento dell’incarico ad una azienda specializzata che ci rilascerà regolare attestazione, e sistemato i dispositivi di sicurezza (totem, gel igenizzante, cartellonistica informativa, acquisto DPI per gli istruttori, ecc..).

Cosa faremo in palestra? L’attività di preparazione atletica continuerà ad essere svolta a distanza, sempre tramite la piattaforma ZOOM, nei giorni di Lunedì e Mercoledì. Nulla varierà anche per gli incontri tecnico-tattici del Giovedì. Sarà invece svolta in sala d’armi la pratica di preparazione fisica sulla scherma, definita genericamente nel protocollo federale “Gambe scherma”, nei giorni di Martedì e Venerdì. Saranno predisposti due turni di lavoro, ai quali corrisponderanno dei gruppi nominativi, che lavoreranno per circa 90 minuti a testa. In questa prima fase di riapertura non ci sarà disponibile il servizio di segreteria in sede, informazioni e chiarimenti dovranno essere richiesti via telefono o per email. Non potremo effettuare lezioni di prova, la possibilità di ospitare atleti di altre società sarà molto limitata, e dovranno comunque coformarsi senza riserve al nostro protocollo interno.

A breve i nostri soci riceveranno le procedure operative, ad integrazione del piano di sicurezza del Circolo, a cui attenersi in questa prima fase. Anche se con tante liomitazioni, abbiamo ritenuto opportuno comunque ripartire, per dare la possibilità ai nostri soci di ritornare a vivere, almeno parzialmente, quella che fino a poco tempo fa era la quotidianità. Ritrovarsi assieme, a svolgere una attività sportiva e ludica, farà loro ritrovare quei rapporti umani così bruscamente interrotti, che sono il fondamento di una società sportiva.

Circuito Europeo a Goppingen in Germania

Goppingen, 20 febbraio 2016

Sara in attesa di cominciare la gara nell'arena di Goppingen

Sara in attesa di cominciare la gara nell’arena di Goppingen

Non è stata una trasferta fortunata quella che ha visto la nostra Sara in pedana nel difficile circuito internazionale U23. Una brutta influenza ha caratterizzato la settimana precedente la gara, dove Sara non ha potuto allenarsi molto. Ma nonostante antibiotici e febbre ha lo stesso voluto coraggiosamente affrontare la lunga trasferta assieme al Maestro Paolo, cercando lo stesso di fare del proprio meglio.

Al via erano presenti tutte le più forti fiorettiste tedesche, dalla nazionale assoluta (il regolamento di queste gare consente la partecipazione anche alle “fuori quota”), Under20 e Under17, tra le quali spiccava certamente Lionel Ebert attuale n.1 del Mondo della categoria “Giovani”.

Nel girone Sara riusciva a portare a casa 3 preziose vittorie contro altrettante avversarie teutoniche, purtroppo cedeva alle due teste di serie del girone, la nazionale tedesca Schmitz e la russa Tsybirova che andavano affrontate in ben altro stato di salute! Peccato poi per la sconfitta inaspettata con la tedesca Kirschen.

Nella prima diretta venivano però fuori i limiti di una stato di forma troppo precario, e Sara non riusciva fisicamente a reggere un assalto protrattosi fino alla terza e ultima frazione. Il punteggio di 15-8 a favore della tedesca Kirsch e decisamente troppo generoso per una pur onesta avversaria.

Sara chiudeva al 45° posto, un vero peccato perchè senza la sfortunata parentesi influenzale la Sara vista a Norcia avrebbe potuto puntare ad un piazzamento tra le prime 16. Prossima gara per lei la delicatissima seconda prova di qualificazione U20 di Roma, che sarà un importantissimo crocevia della nostra stagione.

Buona prova di Sara agli italiani U23 di Norcia

Norcia, 6 febbraio 2016

Il Maestro Paolo colto dall'obiettivo dell'amico Maurizio Michelessi durante una fase dei gironi

Il Maestro Paolo colto dall’obiettivo dell’amico Maurizio Michelessi durante una fase dei gironi

Tutto sommato è stata una prova positiva quella della nostra Sara ai campionati Italiani U23 di oggi. Categoria relativamente nuova, è solo da qualche anno che vengono disputati i tricolori per questa età, a metà tra quelle giovanili e le gare assolute.

Al via erano presenti tutte le ragazze della nazionale U20, oltre naturalmente alle più forti appena uscite dalla categoria. Tra questa la bi-campionessa mondiale frascatana Mancini, che guidava come testa di serie il girone 2 dove era inserita la nostra atleta.

Per Sara il girone partiva decisamente male, con una incomprensibile sconfitta con l’atleta sulla carta più abbordabile del girone. Una rapida chiacchierata con il maestro rinfrancava però la nostra, che nell’assalto successivo rompeva il ghiaccio con la vittoria sulla quotata jesina Petrignani. A fasi alterne l’assalto con la Mancini, in ogni caso al momento troppo forte per noi, per poi inanellare due secche vittorie con l’altra frascatana del girone Lorenzetti (5-0) e la forte Lava (5-2). Peccato per l’ultimo assalto dove cedeva alla veneta Ferrara.

Chiuso il girone con 3 vittorie ed altrettante sconfitte, nella diretta, dove Sara partiva dal tabellone a 32, incappava subito in una delle favorite, la mestrina Sinigalia (chiuderà la gara sul podio), che la estrometteva definitivamente dalla gara. Sara chiudeva la sua prima avventura nella categoria con il 27° posto, complessivamente una buona prova dopo il complicato inizio di stagione, dove in alcuni assalti ha fatto vedere della gran bella scherma.

Per lei il prossimo appuntamento è di grande prestigio, con la tappa del circuito europeo U23 a Goeppingen in Germania il 20 febbraio.